Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Lachit per la fine anticipata degli aiuti Corona alle aziende

Lachit per la fine anticipata degli aiuti Corona alle aziende

Candidato al cancelliere sindacale Armin Laschet (CDU)

© 2021 AFP

Il candidato consigliere sindacale Armin Laschet (CDU) sostiene una fine rapida per aiutare le imprese a diffondere il coronavirus.

Il candidato consigliere sindacale Armin Laschet (CDU) sostiene una fine rapida per aiutare le imprese a diffondere il coronavirus. “L’obiettivo dovrebbe essere un rapido ritorno all’economia normale”, ha detto Laschet ai giornali di Funk Media Group (edizione del sabato). Lo Stato “non è stato in grado di fornire questi grandi risultati per anni”.

“L’economia sta appena iniziando a riprendersi”, ha sottolineato Laschet. Se funzionerà, “terminerà anche l’assistenza economica causata dall’epidemia”. Gli aumenti delle tasse in questo caso sono tabù. Il capo della Cdu ha avvertito che i corrispondenti piani della SPD stavano “soffocando la ripresa delle gare”.

Quando gli è stato chiesto se avrebbe fatto aumentare l’esenzione fiscale ai requisiti della coalizione, Laschet ha risposto a Funke Medin: “La futura coalizione dovrebbe funzionare in modo economico. Ecco perché non dovrebbe aumentare le tasse. Sarebbe tossico per tutti”. Invece, si deve realizzare che “tutti possono lavorare, questo lavoro a orario ridotto finisce, le persone fuori dalla disoccupazione e in modo che tutti condividano la prosperità”.

Allo stesso tempo, Laschet ha insistito per rispettare il freno all’indebitamento. Il leader della Cdu ha dichiarato: “Ci sono eccezioni alla pandemia. Ma per essere sostenibile, come dettato dalla Legge fondamentale, deve plasmare la nostra politica fiscale”. Pertanto, la Germania deve “rientrare molto rapidamente nel freno all’indebitamento”. Il primo ministro del Nord Reno-Westfalia gli ha assicurato di essere d’accordo con il presidente della CSU Markus Söder.

Laschet ha respinto le critiche ai piani del sindacato di eliminare il supplemento di solidarietà per gli alti guadagni. “Il supplemento di solidarietà è stato addebitato per uno scopo specifico e quando tale scopo viene raggiunto, i politici non possono semplicemente dire: ‘Non ci interessa'”, ha affermato. La posizione dell’Unione su questo tema “ha a che fare con la credibilità” ed “è costituzionalmente richiesta”. Per ragioni di giustizia sociale, il sindacato ridurrà poi le tasse sui redditi piccoli e medi.

Tre settimane prima delle elezioni federali, il candidato alla cancelliera sindacale Laschet è sotto una tremenda pressione. Sul “Politbarometro” ZDF di venerdì, per la prima volta in quasi due decenni, SPD è tornato davanti al sindacato. Per i socialdemocratici, il 25 per cento dei cittadini vuole votare nei sondaggi d’opinione del 26 settembre, mentre la CDU/CSU vuole solo il 22 per cento.

Agenzia di stampa Francia

READ  Kornit Digital acquisisce la società di produzione digitale Voxel8