Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Turchia rende difficile perseguire lo stupro: le attiviste per i diritti delle donne terrorizzate

È stata una settimana fa tacchino Si è dimessa dalla Convenzione di Istanbul per proteggere le donne dalla violenza. Ora, venerdì sera, il Parlamento ha approvato una riforma volta a rendere più difficile il perseguimento dello stupro. Di conseguenza, la prova tangibile dell’atto è un prerequisito per l’arresto dei presunti autori. Lo riferisce l’agenzia statale Anadolu.

“Si tratta di un’aggiunta molto pericolosa”, ha affermato Sima Kindercy, avvocato e attivista per i diritti delle donne dell’agenzia di stampa tedesca (Dpa). In precedenza, un sospetto urgente era sufficiente per un arresto. “Questo paese non è più uno stato costituzionale in ogni caso. Ma oggi abbiamo raggiunto un punto in cui 42 milioni di donne e bambini sono stati privati ​​della loro sicurezza”, ha detto Kindershey. Ora c’è il rischio che non venga presentata alcuna denuncia penale se mancano le prove.

In ogni caso, lo stupro o gli abusi sui minori saranno commessi a porte chiuse e senza testimoni, ha detto Aisin es Kavas della piattaforma “Fermiremo l’uccisione delle donne”. “Questo regolamento protegge i colpevoli” e dipinge le vittime come sospetti.

In Turchia, come in altri paesi, l’aggressione sessuale e il femminicidio sono oggi il sistema dominante. La Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa è il primo trattato vincolante al mondo nel suo genere e richiede agli Stati firmatari di agire contro la violenza domestica, nonché contro lo stupro coniugale e le mutilazioni genitali femminili.

Anche prima che la legge venisse emendata, era difficile agire contro i colpevoli, secondo gli attivisti per i diritti delle donne. Spesso si lamentano della mancata applicazione della normativa vigente. Kinderci ha affermato che il ritiro dalla Convenzione di Istanbul in relazione alla nuova legge fa parte di “azioni altamente pianificate volte a privare le donne della sicurezza – e non è una coincidenza”. Era contrario al ritiro dall’accordo internazionale international Molte attiviste per i diritti delle donne hanno manifestato.

READ  Proprietà petrolifera: l'Arabia Saudita rinuncia all'imposta sul reddito - Der Spiegel