Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La sonda spaziale “Juice” dell’Agenzia spaziale europea sta avendo problemi nello spazio

La sonda spaziale “Juice” dell’Agenzia spaziale europea sta avendo problemi nello spazio

  1. Pagina iniziale
  2. sapere

creatura:

da: Stendardo Tanya

La sonda spaziale europea “Goss” è nello spazio da più di due settimane. Ora si scopre: ci sono problemi con l’antenna.

Darmstadt – Sono passate più di due settimane dal lancio della sonda spaziale “Juice” dell’Agenzia spaziale europea. Sono successe molte cose da quando la sonda è stata lanciata il 14 aprile a bordo di un razzo Ariane 5 dalla base spaziale di Kourou nella Guyana francese. Tra le altre cose, un team dell’Esoc Space Control Center di Darmstadt ha iniziato a far funzionare i singoli strumenti del veicolo spaziale.

Secondo Esa, anche questo ha avuto successo con i pannelli solari, l’antenna a onde medie e il braccio del magnetometro della missione, ma l’organizzazione spaziale ha dovuto affrontare un problema: l’antenna di 16 metri del Radar for Icy Moon Exploration (RIME) era ancora funzionante e poteva non essere completamente esteso. . In Avviso dell’ESA Dice che il problema sta impedendo all’antenna di staccarsi dal suo supporto.

Sonda spaziale “Juice” dell’ESA: l’antenna non può essere completamente estesa

Secondo l’agenzia spaziale, il team di Darmstadt sta lavorando con partner della scienza e dell’industria per liberare l’antenna. “L’ipotesi attualmente prevalente è che un piccolo spillo incastrato non abbia ancora aperto la strada al lancio dell’antenna”, ha scritto l’Agenzia spaziale europea nel suo comunicato. A quanto pare, presumibilmente basterebbero solo pochi millimetri per cancellare il resto del radar.

Il lancio del veicolo spaziale GOS dell’Agenzia spaziale europea presso lo spazioporto europeo di Kourou, nella Guyana francese, è andato liscio. © dpa / ESA / AP

Esa sta già vedendo progressi sul problema. Ogni giorno l’antenna mostra più segni di movimento, come evidenziato dalle immagini della telecamera. Nel frattempo, l’antenna è stata estesa a circa un terzo. Secondo gli esperti dell’ESA, ci sono ancora molte opzioni per modificare l’importante strumento. Tra le altre cose, il piano è quello di avviare i motori per scuotere leggermente la navicella, seguito da una serie di cicli destinati a portare l’area interessata fuori dall’ombra fredda e riscaldarla.

READ  Cosa aiuta con un tumore? Ortesi e sala operatoria

bollettino satellitare

Iscriviti alla newsletter dello spazio gratuito e rimani informato.

Sonda “Juice” con problemi: otto anni a Giove

Lo strumento RIME è fondamentale per la missione “Juice” perché è un radar che penetra la Terra che i ricercatori coinvolti vogliono utilizzare, tra le altre cose, per guardare all’interno attraverso la superficie ghiacciata delle lune di Giove Europa e Ganimede. Tra le altre cose, la missione mira a chiarire la questione se ci possa essere vita sotto la superficie delle lune ghiacciate di Giove.

“A due mesi dalla messa in servizio, i team hanno ancora tempo per risolvere il problema RIME-E e continuare a lavorare su altri strumenti che volano nello spazio per esplorare il sistema solare esterno”, afferma ottimisticamente l’ESA. Ci vorranno circa otto anni prima che la sonda spaziale “Juice” raggiunga il sistema di Giove, un tempo sufficiente agli esperti dell’ESA per liberare l’antenna appena in tempo. (fattura non pagata)