Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La situazione attuale in Ucraina: Kiev teme la russificazione nella regione di Cherson

SGli Stati Uniti intendono rafforzare il controllo dell’occupante regione di Cherson Destinato al fallimento, secondo la dirigenza ucraina. Il segretario del Consiglio di sicurezza dell’Ucraina, Oleksiy Danilov, ha descritto il previsto referendum a Kherson come “privo di significato da un punto di vista legale e internazionale”. Il referendum in cui gli occupanti russi volevano dichiarare la “Repubblica popolare di Cherson” è un “classico” attraverso il quale la Russia vuole legalizzare le sue azioni.

Il presidente Zelensky ha anche accusato la Russia di aver organizzato un referendum e ha invitato i cittadini di Kherson a proteggere i propri dati personali dai tentativi di brogli elettorali. “Questa è la verità. Ha avvertito, rivolgendosi direttamente ai residenti. Chersoneso.

L’introduzione del rublo russo come mezzo di pagamento nei territori occupati è anche una “prassi russa classica”, ha affermato Danilov, secondo Unian. Questi sforzi da parte russa non porteranno al successo. “Cercheranno di introdurre una moneta o una valuta falsa in queste aree per qualche tempo”, ha detto Danilov. Ma alla luce delle attese resistenze da parte dei cittadini, questo sarebbe “di breve durata”.

Residenti di Kherson all’inizio di marzo

Fonte: AP / Olexandr Chornyi

Nelle prime settimane dopo l’invasione russa, migliaia di persone si sono radunate ogni giorno nella piazza principale di Kherson, drappeggiate con bandiere ucraine e con striscioni con su scritto “Questa è l’Ucraina”. Le dimostrazioni ora si tengono settimanalmente. Mercoledì scorso, i soldati russi hanno usato gas lacrimogeni e granate assordanti contro i manifestanti.

Quando le forze russe si sono ritirate dalle aree occupate intorno alla capitale Kiev all’inizio di aprile, hanno lasciato dietro di sé scene di orrore e comunità traumatizzate. Ma a Kherson, una grande città con una grande industria cantieristica alla foce del Dnepr e del Mar Nero, gli invasori presero una strada diversa. I residenti ritengono che i russi non abbiano assediato o terrorizzato la città nei modi più severi perché hanno in programma di tenere un referendum sull’istituzione di una “repubblica popolare”.

DWO_AP_Ucraina_Krieg_Gebiete_2904

Fonte: Mondo Infografico

I soldati stanno pattugliando e camminando lentamente. “Non sparano alle persone per strada”, ha detto Olga, un’insegnante locale, in un’intervista telefonica a marzo dopo che i russi hanno chiuso l’area. Temendo rappresaglie, voleva solo usare il suo nome.

Sebbene la città sia stata finora risparmiata da atrocità come quelle di Bucha e Mariupol, la vita quotidiana non è affatto normale. L’accesso a Kherson è bloccato, la città soffre per la mancanza di medicine, molto cibo e denaro. Le autorità ucraine avvertono che il disastro potrebbe essere imminente. La televisione ucraina non poteva più essere ricevuta ed è stata sostituita dai canali statali russi. Sono state inoltre imposte severe restrizioni all’uscita.

Lo stato maggiore segnala lo scoppio di un attacco di terra russo

Secondo le informazioni ucraine, venerdì notte le forze armate russe hanno temporaneamente interrotto gli attacchi di terra nell’Ucraina orientale. “In direzione di Izyum (il nemico) non ha effettuato alcuna azione offensiva attiva”, ha affermato lo stato maggiore ucraino nel suo rapporto sulla situazione della mattina.

Pertanto, le forze russe erano limitate alla ricognizione e al fuoco di artiglieria. Area circostante Azio c’è possibilità Charkiv È stato l’obiettivo principale delle forze russe negli ultimi giorni. Le forze ucraine nella regione del Donbass furono circondate e spinte a sud.

Leggi anche

Parabole radar abbandonate alla RAF Stenigot, Lincolnshire, Regno Unito

Secondo lo stato maggiore, anche l’esercito ucraino era limitato principalmente al lavoro difensivo. Nella notte sono stati abbattuti quindici oggetti volanti: oltre a un aereo, cinque missili da crociera e nove droni.

Le cose sono rimaste relativamente calme anche nelle altre divisioni di fronte. Anche lo stato maggiore ucraino ha segnalato il fuoco dell’artiglieria al largo di Donetsk, ma non ci sono stati ulteriori tentativi di attacco. A Mariupol Si dice che le unità assediate nelle acciaierie Azov saranno ulteriormente bandite. Secondo Okrajinska Pravda, l’ospedale da campo che vi era allestito è stato colpito da un violento fuoco e almeno un soldato è stato ucciso.

Mosca conferma l’attacco a Kiev

Nel frattempo, la Russia ha confermato la capitale ucraina Kiev Gli hanno sparato durante la visita del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres. “Le armi aviotrasportate ad alta precisione ea lungo raggio dell’aeronautica russa hanno distrutto i locali di produzione della Artyom Rocket and Aerospace Corporation a Kiev”, ha affermato il ministero della Difesa di Mosca. Secondo l’Ucraina, una persona è stata uccisa nell’attacco di giovedì. Questo è stato il primo attacco russo a Kiev in quasi due settimane.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Un portavoce di Guterres si è detto “scioccato” dall’attacco. Martedì Guterres ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin a Mosca. Si è poi recato in Ucraina, dove giovedì ha visitato diversi sobborghi di Kiev dove, secondo fonti ucraine, i soldati russi avrebbero commesso crimini di guerra.

Il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Aristovich ha criticato gli attacchi missilistici a Kiev durante la visita di Guterres definendoli “la cosa più stupida di sempre”. “Come dovrebbe rispondere a questo il Segretario generale delle Nazioni Unite o delle Nazioni Unite”, ha affermato il consigliere presidenziale Volodymyr Zelensky. “Loro (i russi) gli hanno sputato nella schiena, molto succosi, di sangue”.

“Per un missile da crociera, la distanza tra il punto di impatto e il luogo in cui si trova Guterres è di circa 2 mm rispetto alla pistola. Il colpo ha mancato la tempia”, ha detto Aristovich, secondo Unian. Tuttavia, la Russia rimarrà sicuramente un membro di il Consiglio di Sicurezza dell’ONU.

Volodymyr Zelensky con Antonio Guterres al loro incontro a Kiev

Volodymyr Zelensky con Antonio Guterres al loro incontro a Kiev

Fonte: dpa / Non accreditato

L’attentato è avvenuto un’ora dopo una conferenza stampa di Guterres e Zelensky. Il segretario generale delle Nazioni Unite ha affermato che l’Ucraina è diventata “un epicentro di dolore e dolore insopportabili”. Le Nazioni Unite hanno detto che Guterres e la sua squadra stanno bene.

“Sono rimasto scioccato nell’apprendere che due missili erano esplosi nella città in cui vivo”, ha detto in seguito Guterres alla BBC.

Dopo un'esplosione a Kiev, i soccorritori fanno i compiti

Dopo un’esplosione a Kiev, i soccorritori fanno i compiti

Fonte: dpa/Emilio Morenatti

Il sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha detto giovedì sera che il distretto di Shevchenkivsky nel nord-ovest della capitale è stato bombardato. L’attacco è stato uno dei più mortali da quando le forze russe si sono ritirate all’inizio di aprile. Nel frattempo, sempre più residenti stanno tornando a Kiev. Caffè e negozi riaprirono e la gente si stava godendo il clima primaverile all’aperto.

La leadership militare russa questa settimana ha minacciato di attaccare la capitale ucraina, anche se politici stranieri erano in visita lì.

Kiev e Sofia accettano di collaborare

Nel frattempo, Ucraina e Bulgaria hanno concordato una stretta cooperazione militare ed economica. Lo ha annunciato giovedì sera Silinsky dopo un incontro con il primo ministro bulgaro Kirill Petkov. Tra le altre cose, l’equipaggiamento militare ucraino danneggiato deve essere riparato in Bulgaria.

“Un’altra questione su cui abbiamo concordato è la fornitura di elettricità ucraina alla Bulgaria e l’uso del gasdotto transbalcanico insieme alla parte bulgara”, ha affermato Zelensky. Proprio il giorno prima, la Russia ha interrotto la fornitura di gas naturale alla Bulgaria per presunto mancato pagamento.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Inoltre, Zelensky e Petkov hanno deciso di utilizzare il porto bulgaro di Varna sul Mar Nero per esportare prodotti agricoli dall’Ucraina. Con la Russia che controlla o chiude tutti i porti ucraini, Kiev è costretta a cercare rotte alternative.

Un’accesa discussione a Sofia ha preceduto il volo di Petkov a Kiev. Il capo di stato Romain Radio, considerato amico di Mosca, si è opposto alla visita ei socialisti che partecipano al governo si sono rifiutati di partecipare alla delegazione.

Migliaia di rifugiati tornano in Ucraina, anche dalla Germania

Nonostante la guerra in corso in Ucraina, sempre più rifugiati stanno tornando nel Paese. Circa 20.000 ucraini stanno attualmente tornando dalla Polonia nella loro madrepatria ogni giorno, ha detto venerdì il ministro dell’Interno federale Nancy Visser a RTL e n-tv. Tra loro ci sono rifugiati che precedentemente risiedevano in Germania. Attualmente, in Germania vengono registrati solo circa 2.000 nuovi arrivi dall’Ucraina al giorno. A marzo erano 15.000.

Parlando del movimento di ritorno, Visser ha detto: “Ti spaventa guardare le immagini orribili in Ucraina”. Ma lei “può capire che stanno tornando con lo scopo di una riunione di famiglia, anche se questo ti spezza davvero il cuore”.

DWO_AP_Ucraina_Flucht_2904_aw_1

Fonte: Infografica WELT / Anna Wagner

Secondo la polizia federale, entro venerdì sono stati registrati in Germania 389.389 rifugiati dall’Ucraina. Tuttavia, è probabile che il numero effettivo di arrivi sia molto più alto, poiché non tutti sono registrati.

Visser ha affermato che le registrazioni vengono ora anticipate perché sono anche un prerequisito per ricevere benefici sociali. “Stiamo spingendo molto in questo momento in modo da poter scattare foto e impronte digitali da qui”.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE Podcast di AppleE musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  After Freedom Day - La Danimarca adotta nuove misure per Corona - Politica