Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La sentenza contro l'attivista scatena enormi proteste

La sentenza contro l'attivista scatena enormi proteste

Manifestazioni di questa portata sono rare in Russia. Ma dopo la condanna dell'attivista Phil Alsinoff, diverse migliaia di persone hanno espresso la loro insoddisfazione.

Secondo quanto riferito, circa 3.000 persone hanno protestato contro la condanna di un attivista ambientale nella regione russa del Bashkortostan. Le riprese video hanno mostrato una grande folla davanti al tribunale Baymak.

I servizi di emergenza hanno cercato di respingere i manifestanti, talvolta ricorrendo alla violenza. Di conseguenza, anche alcuni manifestanti hanno espresso la loro rabbia.

L'attivista ambientalista Faile Alsinao ha condotto una campagna contro l'estrazione di calcare nella zona. Il 37enne si è battuto anche per una maggiore autonomia della regione del Bashkortostan, della sua cultura e della sua lingua. La sua organizzazione, Başkort, è stata bandita dalle autorità nel 2020.

Leggi il testo del video

La condanna di un attivista ambientalista ha scatenato forti proteste nella Repubblica russa del Bashkortostan. Secondo resoconti dei media indipendenti, davanti all'aula si sono radunate circa 3.000 persone. Gli osservatori parlano di una delle più grandi proteste a cui la Russia abbia assistito dall’inizio della guerra aggressiva contro l’Ucraina.
Faile Alsinao è stato condannato a quattro anni di carcere per aver espresso commenti razzisti. Il presidente regionale Radizh Khabirov aveva assicurato il processo contro Alsinov, che aveva guidato le proteste contro l'estrazione di calcare per un impianto di soda nella regione. L'attivista ha annunciato che presenterà ricorso e ha ringraziato i manifestanti per il loro sostegno.
I video mostrano le forze di sicurezza sul posto che allontanano le persone e le attaccano.
Si dice che siano stati utilizzati anche gas lacrimogeni.
Altre immagini mostrano manifestanti che lanciano palle di neve e ghiaccio contro i servizi di emergenza.
Secondo i media, negli scontri sono rimaste ferite 15 persone e diverse persone sono state arrestate.
Proteste così grandi sono rare in Russia perché le autorità di solito adottano misure severe contro di esse. Migliaia di persone sono state arrestate negli ultimi due anni a causa della loro pubblica opposizione alla guerra in Ucraina.
Alla fine del 2022 l’attivista Alsenov era già stato condannato a una multa per aver descritto la guerra di aggressione online come “genocidio del popolo baschiro” e aver criticato l’invasione. Secondo quanto riportato dai media, le perdite nella guerra in Ucraina in questa regione a ovest degli Urali sono superiori alla media.

READ  Mar Rosso: i ribelli Houthi attaccano navi commerciali, attaccando un cacciatorpediniere americano

Puoi vedere le immagini di una delle più grandi proteste dall'inizio della guerra, il modo in cui hanno risposto i servizi di emergenza e il suo collegamento con la guerra in Ucraina qui o nel video qui sopra.