Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Turchia: il brutale omicidio di uno studente di giornalismo ha scioccato il Paese

Questo omicidio scuote la Turchia!

Un uomo (48 anni) ha violentato e strangolato la studentessa di giornalismo Azra Gulindam Haitoglu (21 anni) nella provincia di Antalya e ha seppellito il suo corpo smembrato in una foresta.

Particolarmente crudele: secondo gli stessi resoconti dei media, si dice che l’assassino abbia inciso il suo nome sul corpo della donna morta con una lama di rasoio.

Pertanto, è l’ingegnere civile e agente immobiliare, Mustafa Murad Ayhan. Si dice che abbia confessato di aver commesso questa atrocità. Lui e Haytoglu avrebbero bevuto alcolici insieme, e poi si è verificata una “disputa”, ha detto agli investigatori.

Una telecamera di sorveglianza lo ha ripreso più volte mentre usciva di casa con una valigia la sera dell’omicidio. All’interno: parti del corpo. Dopo la sua confessione, condusse la polizia nel bosco dove li seppellì.


Mustafa Murad Ayhan, 48 anni, ha fatto una confessioneFoto: https://twitter.com/DayanismaMor/status/1422159410420408329/photo/1

Lo studente è scomparso da mercoledì scorso. Verso mezzanotte, sua sorella la chiamò, dopo di che non fu più raggiungibile. Le sue parti del corpo non sono state trovate fino a lunedì.

Dopo che si è saputo, i gruppi per i diritti delle donne hanno chiesto una manifestazione e hanno criticato: “È lo stato patriarcale e le sue politiche anti-donne e la magistratura che protegge i colpevoli e non conduce indagini efficaci”.

Contesto: la Turchia si è ritirata dal cosiddetto accordo di Istanbul a marzo. L’accordo impegna gli Stati a vietare la violenza fisica e psicologica contro le donne e anche ad agire contro le mutilazioni genitali femminili, i matrimoni forzati e la sterilizzazione forzata.

Nel caso specifico, le attiviste per i diritti delle donne accusano gli inquirenti di aver localizzato troppo tardi il cellulare della studentessa.

Secondo l’organizzazione We Will Stop Femicide, 300 donne sono state uccise da uomini vicini solo nell’ultimo anno e dall’inizio dell’anno l’organizzazione ha contato più di 140 atti.

READ  Gli Stati Uniti confermano la rinuncia alle sanzioni imposte agli operatori del Nord Stream 2 | NDR.de - notizie