Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La radio di New York punisce Giuliani, vicino a Trump

La radio di New York punisce Giuliani, vicino a Trump

  1. Home page
  2. Politica

Insiste

La radio WABC di New York ha licenziato Giuliani, vicino a Trump. Si dice che abbia ripetutamente diffuso bugie sulle elezioni americane del 2020.

WASHINGTON – A Rudy Giuliani non è più consentito parlare alla stazione radio conservatrice WABC di New York. L’avvocato ed ex sindaco di New York, vicino a Donald Trump, ha più volte parlato di brogli nella vittoria di Joe Biden nelle elezioni americane del 2020. Non ci sono prove di ciò, dice John Catsimatidis, proprietario di WABC Radio, e trae le conclusioni .

Lo abbiamo avvertito una volta. Lo abbiamo avvertito due volte”. Il New York Times. Giuliani ha rifiutato di evitare il tema delle elezioni americane del 2020 e quindi non ha avuto altra scelta che sospenderlo. “Senti, mi piace quel ragazzo come persona, ma non puoi farlo.”

Giuliani sospetta la censura perché non gli è permesso parlare di brogli elettorali alla radio

Nel frattempo, Giuliani sente che la sua libertà di espressione è stata limitata, quindi ha sparso la voce sulle elezioni presidenziali americane del 2020. Ha anche invitato i suoi seguaci a contattare la stazione radio e chiedere se sostengono la libertà di espressione.

L’ex sindaco di New York Rudy Giuliani stringe la mano a Donald Trump nella clubhouse del Trump International Golf Club 2016. © Peter Foley/DPA

L’ex sindaco di New York Giuliani parla di frode elettorale nel 2020

Giuliani e altri sostenitori di Trump hanno parlato della censura dopo l’incidente. Il politico di destra e consigliere di Trump, Steve Bannon, ad esempio, ha accusato la stazione radio, che trasmette anche su Canale X, di aver pugnalato alle spalle l’intero programma MAGA (Make America Great Again). Per il capo della radio Catsimatidis, sembra che non si possa tornare indietro sulla sua decisione. Domanda per custodeQuando gli è stato chiesto se poteva immaginare di lavorare con Giuliani in futuro, ha detto di no.

READ  Conferenza ONU sul clima a Glasgow: i paesi poveri insistono sulla solidarietà

Giuliani è stato sindaco di New York dal gennaio 1994 alla fine di dicembre 2001 ed è stato uno dei candidati del Partito Repubblicano alla successione del presidente degli Stati Uniti George W. Bush. Dopo la sconfitta di Trump da parte di Biden alle elezioni americane del 2020, l’avvocato è diventato una figura centrale nei tentativi di Trump di ribaltare il risultato elettorale.

Giuliani ha ripetutamente difeso pubblicamente la teoria secondo cui le elezioni sarebbero state manomesse, e successivamente è stato condannato da un tribunale statunitense a pagare 148 milioni di dollari.