Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La medicina tropicale consiglia: dovresti prestare attenzione a 3 cose prima di un lungo viaggio

A più di due anni dall’inizio della pandemia, il desiderio di viaggiare è più forte che mai. Anche se l’ingresso in molti paesi è di nuovo possibile senza problemi grazie all’abolizione delle restrizioni di Corona, i vacanzieri non dovrebbero ignorare i rischi per la salute locale.

Pertanto, i medici raccomandano di sottoporsi a un consulto medico di viaggio e a un controllo delle vaccinazioni con il proprio medico di famiglia almeno otto o quattro settimane prima del viaggio all’estero.

Perché importanti informazioni standard sulla vaccinazione sono state trascurate durante il periodo Corona, quindi spesso c’erano lacune nella vaccinazione.

Puoi trovare maggiori informazioni su will-to-travel.de

  1. “Prima del prossimo viaggio dovrebbe essere obbligatoria una visita di vaccinazione individuale presso l’ufficio del medico di famiglia, perché il nostro sistema immunitario è stato a lungo esposto a pochi agenti patogeni a causa delle restrizioni di contatto. Quindi l’influenza non è comune tra i viaggiatori”, ha afferma in un comunicato stampa GSK. . Pertanto, le vaccinazioni standard devono essere aggiornate prima delle vacanze.
  2. “Controllare lo stato di vaccinazione non è utile solo nei lunghi viaggi esotici, ma anche i viaggiatori dovrebbero essere vaccinati contro l’epatite, ad esempio, durante i viaggi nel Mediterraneo e nell’Europa orientale.
  3. La maggior parte delle persone è stata ora vaccinata contro Corona. Spesso è passato un po’ di tempo dalle vaccinazioni, quindi è possibile che la protezione sia diminuita. Quindi le opzioni di attivazione dovrebbero essere discusse in anticipo nell’ufficio del medico di famiglia”, consiglia Herbinger.

Stiko raccomanda queste vaccinazioni ai vacanzieri

Quindi, se stai iniziando la tua vacanza, non dovresti mettere in valigia solo crema solare e repellente per insetti oltre alla mini visiera Kit di pronto soccorso con rimedi per diarrea, febbre e dolore, ma informarsi sulle normative di vaccinazione nei singoli paesi all’arrivo.

READ  Si dice che la NASA voglia inviare ricercatori "altamente specializzati" sulla Stazione Spaziale Internazionale

Perché più esotica è la destinazione del viaggio, maggiore è il rischio di malattie gravi ioNon si verifica affatto in Europa.

I rischi per la salute non sono determinati solo dalla destinazione del viaggio, ma dipendono anche da fattori individuali come l’età e possibili malattie pregresse. Ecco perché il Robert Koch Institute consiglia di consultare un medico prima di mettersi in viaggio e valutare i benefici e i rischi della vaccinazione.

Perché molti vaccini di viaggio a volte sono accompagnati da reazioni innocue ma spiacevoli. Pertanto il consiglio medico sulla vaccinazione è essenziale.

Le seguenti vaccinazioni appartengono ad alta voce Stecco Le vaccinazioni standard e guida più importanti che tutti dovrebbero ricevere, indipendentemente dal paese di viaggio:

  • tetano Il rischio di sviluppare il tetano aumenta nei paesi con standard sanitari scadenti, soprattutto con le infezioni. L’infezione provoca convulsioni e sintomi di paralisi ed è spesso fatale se non vaccinato.
  • difterite: È diffuso in molti paesi tropicali. I casi avvenuti in Germania erano per lo più di ritorno da viaggi.
  • Pertosse: Sebbene il rischio di contrarre la pertosse durante il viaggio sia basso, la vaccinazione è una pratica standard.
  • poliomielite: E una delle vaccinazioni standard che tutti dovrebbero avere, come la poliomielite, esiste ancora in alcuni paesi.
  • Morbillo: Il rischio di infezione è presente in quasi tutti i paesi del mondo.
  • Epatite A: L’infezione da epatite virale è comune al di fuori dei paesi industrializzati (ai tropici così come nella regione mediterranea e nell’Europa orientale), che può essere trasmessa attraverso il cibo, l’acqua potabile, gli oggetti e le mani. Pertanto è raccomandato come immunizzazione di viaggio.
  • Epatite B: Infezione virale globale che può portare a cirrosi e cancro al fegato e si trasmette attraverso sangue e fluidi corporei (ad es. durante i rapporti sessuali). La vaccinazione è raccomandata per gli adulti che soggiornano più a lungo.
  • COVID-19: Stiko raccomanda una protezione vaccinale completa composta da tre vaccini.
READ  Corona test: il campione di saliva è più accurato dei tamponi nasali

  • Vaccino contro la febbre gialla: La febbre gialla è una malattia infettiva pericolosa per la vita trasmessa dalle zanzare che si trovano nelle regioni tropicali dell’Africa e del Sud America. Alcuni paesi richiedono la vaccinazione contro la febbre gialla all’ingresso, ma spesso solo ai viaggiatori provenienti da aree ad alto rischio. La vaccinazione contro la febbre gialla è ora raccomandata in Brasile, per esempio.
  • colera: È un’infezione intestinale che può essere trasmessa attraverso l’acqua potabile contaminata e causare diarrea e vomito gravi. Tuttavia, l’immunizzazione è consigliata solo per i soggiorni nelle aree endemiche del colera in Africa e in Asia, perché altrimenti il ​​rischio per i turisti è basso se si osservano le norme igieniche.
  • Encefalite giapponese: Questa malattia è trasmessa dalle zanzare. È prevalente nelle regioni tropicali del sud-est asiatico e provoca sintomi simil-influenzali e neurologici. La vaccinazione è raccomandata solo per i soggiorni in aree di focolai attuali come parti dell’India, del Giappone e della Cina, in particolare per soggiorni prolungati.
  • meningococchi: Questi batteri sono trasmessi dall’infezione da goccioline e possono causare meningite o setticemia potenzialmente letali. I focolai della malattia sono più comuni nella regione del Sahel in Africa. La vaccinazione è raccomandata per la residenza a lungo termine e lo stretto contatto con le popolazioni nelle aree colpite.
  • Terabyte: La cosiddetta encefalite da zecche è trasmessa dalle zecche e si verifica in Germania, nell’Europa centrale, settentrionale e orientale, nonché nell’Asia centrale e settentrionale. I virus causano sintomi simil-influenzali e, nei casi peggiori, gravi infiammazioni del tessuto cerebrale. La vaccinazione è raccomandata per i viaggiatori che viaggiano nelle aree di distribuzione e ad alto rischio (trekking, mountain bike, campeggio) rimanendo nella natura.
  • rabbia: È una malattia zoonotica che viene trasmessa dagli animali all’uomo attraverso i morsi. La malattia si trova in quasi tutti i continenti e provoca l’encefalite, che di solito porta alla morte. Tuttavia, la vaccinazione è consigliata solo quando si viaggia in paesi ad alto rischio di rabbia nei cani e quando vi è un aumentato rischio di esposizione (gite in bicicletta, corse). Soprattutto se non ci sono cure mediche sufficienti. Dopo un morso di animale, la vaccinazione deve essere somministrata immediatamente affinché la persona infetta sopravviva.
  • Tifo / Paratifo: È una malattia diarroica con febbre alta causata da batteri (Salmonella typhi). La trasmissione avviene attraverso acqua e cibo contaminati. Il tifo si verifica principalmente nei paesi poveri con cattive condizioni igienico-sanitarie come Pakistan, India, Nepal, Bangladesh e Africa. La vaccinazione è consigliata quando si viaggia in aree endemiche, soprattutto in viaggi avventurosi, trekking e backpacking. Anche l’infezione paratiroidea è causata da batteri della famiglia Salmonella, ma richiede un decorso molto più lieve.
READ  Contesto statistico: il commercio di carne fa ammalare i consumatori