Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La Grecia difende l’uso di armi soniche contro i migranti

JReichenland ha difeso l’uso di pistole soniche contro i rifugiati al confine con la Turchia. “Quello che fa la polizia, deve farlo a modo suo”, ha detto mercoledì il ministro dell’immigrazione Notis Mitarashi durante una visita a Bruxelles. In una conferenza stampa congiunta, il commissario Ue agli Interni Ylva Johansson ha descritto l’uso di fastidiosi cannoni come “uno strano modo per proteggere i propri confini”.

La Commissione UE ha chiesto chiarimenti ad Atene all’inizio di questo mese dopo che il governo greco ha annunciato i suoi piani. I cannoni sono montati su due camion per bombardare i migranti con forti onde sonore e impedire l’attraversamento del fiume Evros al confine con la Turchia. Raggiunge 162 decibel, che è un terzo più forte del rombo di un motore a reazione.

“Questo non è qualcosa che la Commissione europea finanzia”, ​​ha affermato il commissario per gli Interni Johansson, la cui agenzia supporta la Grecia nella messa in sicurezza del confine. “E spero che questo sia in linea con i diritti fondamentali”. Questo deve essere chiarito ora.

Leggi anche

I gruppi per i diritti umani hanno denunciato questi dispositivi come pericolosi. L’Organizzazione euromediterranea per i diritti umani con sede in Svizzera ha spiegato che le sue “forti onde sonore possono causare dolore e shock significativi nel corpo umano”. Le conseguenze del loro uso possono variare da “gravi problemi di salute e forti dolori all’intorpidimento”.

READ  Stati Uniti d'America: le autorità confiscano quasi 70 felini dal "Tiger King Park"