Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La grande censura di Twitter è appena iniziata – RT DE

4 dicembre 2021 21:10

Jack Dorsey, l’ex CEO della piattaforma di social network Twitter, che ha contribuito a “promuovere” le elezioni presidenziali statunitensi nel 2020 e ha anche bandito un presidente degli Stati Uniti in carica dalla sua piattaforma, in passato potrebbe sembrare un sostenitore della libertà di parola. A giudicare dal suo successore.

Commento di Nebojsa Malec

Uno dei fondatori di Twitter, Jack Dorsey, Si è dimesso da amministratore delegato lunedì Ha annunciato che lascerà il consiglio di amministrazione della società il prossimo maggio. Parag Agrawal, che è stato chief technology officer di Twitter dall’ottobre 2018, è stato nominato suo successore.

I critici della censura di Twitter amano citare cinicamente l’azienda come “l’ala della libertà di parola del Free Speech Party”. Questa citazione è di un dirigente tecnologico e imprenditore con sede nel Regno Unito di nome Tony Wang e risale al 2012, quattro anni dopo che Dorsey è stato licenziato come CEO di Twitter. Nel 2015, è tornato trionfalmente sul podio, giusto in tempo per svolgere un ruolo importante nella politica americana quando Donald Trump ha twittato la sua strada verso la Casa Bianca.

Tra una serie di accuse di presunta “disinformazione russa” da parte dei democratici – con cui Dorsey simpatizza pubblicamente – è stato responsabile di una serie di epurazioni sulla piattaforma precedentemente aperta dopo le elezioni del 2016, a cominciare dal divieto della società di media russa. RT, Per inserire annunci, culmina con la “sospensione permanente” di un account utente di Donald Trump l’8 gennaio 2021, che all’epoca era ancora presidente degli Stati Uniti. “L’interferenza russa nelle elezioni statunitensi” era reale quanto il “complotto Trump-Cremlino” – per niente. Ma non importava, poiché entrambi fornivano una scusa gradita per censurare gli utenti della piattaforma le cui opinioni non piacevano a un particolare partito politico.

READ  Controversia sulla contrattazione collettiva al dettaglio: l'iniziativa del datore di lavoro causa problemi

Twitter ha anche censurato le società di media. Ad ottobre 2020, ad esempio, la piattaforma ha bannato l’account utente di New York Poste dopo la loro storia Informazioni sul laptop di Hunter Biden come “disinformazione” basata su “informazioni violateTwitter ha quindi provveduto a fornire a ogni post critico del processo elettorale una “nota” su quanto sia “sicuro e protetto” il voto postale. Lo hanno pubblicato le stesse persone che stavano dietro lo “straordinario sforzo in secondo piano per ‘consolidare’ le elezioni così come sono famose”. articolo di rivista tempo Da febbraio 2021.

Fine privacy: Facebook "metaverso" Darà un colpo fatale alla logica e alla ragione

Quando Dorsey ha annunciato la sua partenza, tutti coloro che hanno criticato la precedente censura di Twitter hanno espresso la preoccupazione che il suo successore potesse essere peggiore di Dorsey come CEO. “È difficile non vedere questa come una cattiva notizia”, Libri giornalistici Glenn Greenwald, difensore di lunga data della libertà di parola, ha aggiunto che Dorsey era “molto meglio della maggior parte dei suoi predecessori e più aperto alle critiche”.

Diversi utenti di Twitter hanno notato i tweet del successore di Agrawal, Dorsey, sulla piattaforma, ipotizzando come sarebbe stato Twitter con il nuovo CEO. Specialmente Uno dei suoi tweet Nell’ottobre 2010 ha fatto il giro in cui Agrawal citava qualcuno che diceva: “Se non vuoi distinguere tra musulmani ed estremisti, perché dovrei distinguere tra bianchi e razzisti?”

Il giornalista progressista Li Fang ha definito il tweet una “politica dell’identità basata sulla vendetta”.

Un altro Twitter-Nutzer wies darauf hin, dass Agrawal die Übernahme von Fabula durch Twitter in Jahr 2019 Verantwortete, einem in London ansässigen Start-up, das Künstliche Intelligenz (KI) entwickelt, miterkan deren “Fakes News” Dovrebbe. Il cofondatore dell’azienda e professore all’Imperial College di Londra, Michael Bronstein, Ha detto il contrario prendi crunch Nel febbraio 2019, la sua intelligenza artificiale ha deciso di giudicare le notizie false non dal contenuto ma dal modo in cui si diffondono e ha anche affermato che si trattava di uno schema. Ha spiegato che l’algoritmo sottostante è costruito su etichette di “fact-checker” esterni come Snopes e PolitiFact, accusati di pedanteria al servizio di pregiudizi politici.

Lo spazio dell'informazione sta diventando sempre più un campo di battaglia centrale nella competizione tra grandi potenze

READ  DAX vicino a 15400: prevalgono gli ottimisti

Da allora, Twitter ha avuto persone a causa di “Minare la fiducia nella NATObandito dalla sua piattaforma, era in Nigeria Vietato a causa della censura presidenziale e con le agenzie di stampa AP e Reuters cooperazione Sono stati inseriti per “promuovere informazioni affidabili” – in altre parole, per agire come un editore piuttosto che una piattaforma aperta. Questi dettagli sono rilevanti perché, secondo la legge statunitense, le piattaforme di social media sono esenti da qualsiasi responsabilità per i contenuti che distribuiscono, ma non gli editori.

Il che ci riporta ad Agrawal. Poco dopo le elezioni del 2020, Revisione della tecnologia del MIT Colloquio, in cui ha spiegato la censura di Twitter con l’accento sul “danno potenziale”.

disse Agrawal, prima di aggiungere la parte famigerata della risposta.

Facebook è desideroso di censurare i contenuti non conformi alle sue idee liberali

“Il nostro ruolo non è quello di impegnarsi per il Primo Emendamento (libertà di parola e libertà di stampa). Il nostro ruolo è quello di servire un discorso pubblico sano, e i nostri passi riflettono ciò che crediamo diventerà più sano. Fai un discorso pubblico. Le cose che concentrati meno sul pensare alla libertà di parola e più su come siamo cambiati i tempi”.

Agrawal ha affermato che il ruolo di Twitter si sta “spostando sempre più verso come consigliare i contenuti”, probabilmente riferendosi al famigerato team editoriale nella sezione “Trends” di Twitter.

Mentre sarebbe teoricamente possibile per Agrawal girare una nuova pagina nel libro di Twitter come CEO e non intraprendere il percorso ben tracciato della censura e della gestione narrativa, ciò sembra altamente improbabile.

RT DE si sforza di ottenere un’ampia gamma di opinioni. I contributi degli ospiti e gli articoli di opinione non devono riflettere le opinioni del team editoriale.

Altro su questo argomentoProtesta contro la “tirannia” della grande tecnologia: Donald Trump annuncia il proprio social network

READ  Aziende sopravvalutate: il vicepresidente del Berkshire Charlie Munger lancia l'allarme: "Questo mercato è più pazzo di quanto non fosse durante la bolla delle dotcom" | newsletter

tradotto da inglese.

Nibuisa Malech È un giornalista, blogger e traduttore serbo-americano che ha scritto una rubrica regolare per Antiwar.com dal 2000 al 2015 ed è ora uno scrittore senior per RT. Puoi scaricarlo su Telegram Tweet incorporato E su Twitter Tweet incorporato seguire su.