Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

La doppia filarmonica per un nuovo inizio nella cultura in Italia – Südtirol News

Dopo più di sei mesi a teatro, l’Italia ha celebrato la ripresa della sua cultura con un doppio concerto dell’Orchestra Filarmonica di Vienna guidata da Ricardo Mutis nella città del poeta nazionale italiano Dante Alighieri a Ravenna. Un totale di 500 spettatori hanno assistito ai due concerti della domenica sera, il primo di un tour di tre giorni della Filarmonica d’Italia con altre tappe a Firenze e Milano.

A cinque mesi dal concerto di Capodanno al Wiener Musikverein, Mutti e l’orchestra di nuovo insieme, da tutte le sedi di Ravenna, patria adottata per il direttore, che quest’anno festeggia i cinquant’anni dal suo debutto con l’orchestra di Salisburgo. Questo è stato il primo concerto della Filarmonica di Vienna quest’anno con un pubblico. Al Teatro Alighieri sono state prese severe precauzioni per garantire la distanza legata al Coronavirus.

In entrambe le feste è stata eseguita la canzone di Mendelssohn “Meeresstille und Glückige Fahrt”. Nel primo concerto, Mutati ha eseguito la 4a Sinfonia di Schumann, nella seconda Sinfonia di Brahms la seconda. Entrambe le apparizioni si sono concluse con il “Kaiserwalzer” di Strauss, che ha portato l’atmosfera viennese nella città adriatica ed è stato accolto con entusiasmo dal pubblico. “Abbiamo deciso di organizzare due feste una sera per dare la possibilità a più persone di partecipare”, ha detto Antonio de Rosa, direttore del Ravenna Festival.

“Il rapporto tra l’Orchestra Filarmonica di Vienna e Mottie è più stretto che mai, e questi due concerti ne sono un chiaro esempio. Dopo una lunga pausa nei teatri italiani, questa è una serata di speranza per noi”. Non avremmo potuto iniziare bene la nuova stagione. L’Orchestra Filarmonica di Vienna si è esibita per l’undicesima volta al Ravenna Festival, che quest’anno si tiene per la 32a volta.

READ  Payton Ramola deve lasciare il "Grande Fratello Celebrità"

Grazie allo stretto legame con Muti, la Filarmonica di Vienna è l’orchestra straniera che si è esibita frequentemente al Ravenna Festival. L’Orchestra Filarmonica di Vienna ha partecipato per la prima volta all’evento estivo nel 1992. L’edizione di quest’anno del Ravenna Festival ruota attorno al poeta nazionale italiano Dante Alighieri (1265-1321) in occasione del 700 ° anniversario della sua morte. Dante, detto il “padre” della lingua italiana, morì a Ravenna e qui si trova anche la sua tomba.

Il Ravenna Festival, che si protrarrà fino al 31 luglio, ha realizzato composizioni ispirate al capolavoro di Dante “La Divina Commedia”. Un concerto per “Muti” è previsto per il 4 luglio, quando sarà proiettato il film “Purgatorio” del compositore armeno Tigran Mansurian. L’opera è basata sulla seconda parte della “Divina Commedia”. È stata richiesta anche altra letteratura, basata sull ‘”Inferno” e sul “Paradiso” di Dante, e altre parti della “Divina Commedia”.

Dopo i due concerti a Ravenna, lunedì sera al Maggio Musical Fiorentino di Firenze si esibiranno l’Orchestra Filarmonica di Vienna e Moti. Il teatro è diretto dal direttore artistico Alexandre Pereira. Martedì sera al Teatro Dominique Mayer al Teatro Alla Scala di Milano è possibile ascoltare il Mutiator e l’Orchestra Filarmonica.

(Servizio – www.ravennafestival.org/en/; www.wienerphilharmoniker.at/de/)

Da: apa