Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Italia, Grecia P.M.

Postato su:

Tripoli (AFP)

UN I primi ministri di Italia e Grecia si sono uniti a numerosi leader stranieri che martedì visiteranno la Libia per porre fine a un decennio di caos post-rivoluzionario nell’ambito di un processo di pace finanziato.

Il primo ministro italiano Mario Draghi, ex potenza coloniale nello stato nordafricano, ha tenuto colloqui nella capitale, Tripoli, e ha fatto il suo primo viaggio all’estero da quando è entrato in carica a metà febbraio.

“Questo è un momento unico per la Libia”, ha detto Draghi in una conferenza stampa con un nuovo governo di unità nazionale, a cui si è unito il primo ministro ad interim Abdul Hamid Deepa.

“È ora di ricostruire una vecchia amicizia e un’intimità che non è mai stata interrotta”, ha detto Drake.

L’ambasciata italiana è stata salutata come l’unica missione diplomatica occidentale aperta al “conflitto di lunga data” che ha rovesciato il dittatore Moammar Gheddafi dopo la rivoluzione del 2011 in Libia.

Takhi ha espresso “soddisfazione” per il lavoro svolto nei mari libici per soccorrere i migranti che tentano di raggiungere l’Italia, a circa 300 chilometri (190 miglia) a nord del Mediterraneo.

L’Italia è un partner commerciale chiave per la Libia ricca di petrolio, dove la sua compagnia energetica Eni gioca un ruolo chiave.

“Abbiamo una serie di interessi comuni”, ha detto il suo inviato libico, Thiba, che ha invitato l’Italia a riaprire il proprio spazio aereo agli aerei libici.

Nessuna compagnia aerea straniera attualmente vola in Libia per motivi di sicurezza.

I voli internazionali – verso Tunisia, Turchia ed Egitto – sono operati da compagnie libiche che non hanno accesso allo spazio aereo europeo.

READ  Puchman continua con una possibilità di tappa dopo una dura fase zero

Il Consiglio di sicurezza dell’ONU chiede alla Libia di sospendere l’arricchimento dell’uranio Dibiba è stata selezionata per il compito di fornire finanziamenti. Il mese scorso, il parlamento ha confermato il nuovo governo ad interim di Thiba.

Seguendo le orme di Francia e Malta, il primo ministro greco Krikos Mitsotakis arriverà a Tripoli martedì più tardi per riaprire la sua ambasciata.

Durante il conflitto in Libia, Atene ha sostenuto l’uomo forte orientale Khalifa Habtar, l’ONU. Il governo ha firmato un controverso accordo marittimo con la Turchia nel 2019.

Atene si oppone con veemenza a un accordo con Ankara, che rivendica gran parte del Mediterraneo, per l’esplorazione energetica che è in conflitto con le rivendicazioni rivali di Grecia e Cipro.