Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Italia / Goldiretti sottolinea il portale Fruch per il rilevamento delle importazioni di nocciole

28 aprile 2021

Durante l’anno governativo, il consumo di frutta secca da parte degli italiani è aumentato del 9%. Ma c’è un avvertimento di un’invasione di nocciole sgusciate dalla Turchia, 2/3 degli snack totali e La caramella viene utilizzata nonostante gli avvertimenti sugli alti livelli di aflatossine cancerogene.

Fonte immagine: Shutterstock.com Nocciola
Fonte immagine: Shutterstock.com

Lo emerge dall’analisi della Coldretti, che si basa sui dati di ischemia, dalla quale emerge che nonostante le restrizioni imposte al commercio internazionale a causa dell’epidemia, il flusso di prodotti esteri che si spacciano italiani è pronto da mangiare frutta secca non si è fermato.

Ad esempio, possono essere trovati nei gelati e nei dessert industriali in quanto non vi è alcun obbligo di etichettare l’aspetto della frutta lavorata.

Questa situazione, con l’aumento delle importazioni e l’aumento della coltivazione in Italia, è dovuta al mancato obbligo di rintracciabilità delle nocciole utilizzate nei prodotti ottenuti, vengono generalmente sostituiti i rischi di dare un falso quadro della qualità delle nocciole nazionali. da miscelato, miscelato o importato. Pertanto, è necessario portare sul mercato un valore aggiunto di trasparenza, con l’obbligo di etichettare l’aspetto di quegli alimenti che sono ancora anonimi, ha concluso Goldretty.

Negli ultimi dieci anni (+ 98%) le importazioni dall’estero sono quasi raddoppiate e dei 61 milioni di chilogrammi che hanno attraversato i confini nazionali nell’anno Kovit, circa 40 milioni di chilogrammi di origine turca, la Turchia è anche il più grande produttore mondiale. La terra ottomana è stata anche accusata di sfruttamento del lavoro minorile sulla base di un elenco stilato dal Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti. L’Italia è al secondo posto, con la superficie coltivata a noccioleto che è passata da circa 71.000 ettari a 88.747 ettari negli ultimi dieci anni, secondo i dati di Goldirett Estad. Il terzo produttore più grande sono gli Stati Uniti, piuttosto che la Georgia.

READ  Corona in Italia: programma di apertura estiva - Arriva il "Green Pass" per viaggiare in una zona pericolosa

Sono: Goldiretti

Data di rilascio: 28/04/2021