Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Intervista a Guanyu Zhou: Rocky Road to F1

Come fa un ragazzo di Shanghai a diventare un pilota di Formula 1?


Guanyuzhou: Ho visto la Formula 1 in TV all’inizio. Ho praticamente iniziato con il mio primo Gran Premio di Cina nel 2004. All’epoca avevo cinque anni. Mi è piaciuto molto, mi è piaciuto particolarmente il suono. Ma poi ho impiegato fino a otto anni per iniziare a guidare i go-kart.


È troppo tardi per un pilota di Formula 1.


Guanyuzhou: Sì, ma per i cinesi è relativamente presto. Non abbiamo ancora le stesse tradizioni di sport motoristici dell’Europa. Ma l’ho amato fin dall’inizio e l’ho guidato il più spesso possibile. Poi ad un certo punto sono stato accettato in una squadra di professionisti.


Come si confronta in termini di livello? Il miglior talento là fuori potrebbe svilupparsi?


Guanyuzhou: Ovviamente non all’altezza dell’Europa. Ma devi sempre iniziare prima nel tuo paese d’origine. Ho anche corso lì solo per tre anni. Ho vinto tutto quello che c’è da vincere. Ma sapevo che dovevo lasciare il paese se volevo entrare in Formula 1.

Alfa Romeo

È stata una lunga strada dalla Cina al primo chilometro di Formula 1 con l’Alfa Romeo per Guanyu Zhou.

Poi è andata in Inghilterra nel 2012. Com’era in così giovane età?


Guanyuzhou: È stato davvero difficile. I paesi sono molto diversi. Non solo gareggi, vivi lì e vai a scuola. Il modo in cui le persone lavorano è molto diverso. Poi è apparsa la nuova lingua. Ho sacrificato molto per il mio sogno di correre in Formula 1. All’inizio non è stato facile neanche in pista. Ovviamente, come ragazzo cinese, ti distingui. Gli avversari si comportano in modo particolarmente aggressivo nei duelli. All’inizio guidavo principalmente nel campo centrale. Ma ho finito per vincere di nuovo i campionati prima di passare alle classi Junior Racing.


Nel 2016 ha completato un anno di Formula 3 con la scuderia tedesca Motopark. Cosa ricordi di quel periodo?


Guanyuzhou: cotoletta! E sidro di mele. (sorride). Il cibo è sempre stato molto importante per me, indipendentemente dal paese in cui sono stato. Mi piace particolarmente la carne. Quindi non ho avuto problemi con il cibo tedesco. Ma all’epoca vivevo ancora in Italia perché facevo parte della Ferrari Driver Academy. Ecco perché ho visto principalmente dalla Germania Oschersleben, dove c’è una base e un simulatore del Motopark.

READ  "Squeeze" ora con Red Bull


L’anno scorso sono arrivato terzo in Formula 2. Gli altri piloti non meritavano un posto in Formula 1?


Guanyuzhou: Oscar (Biastri) meritava sicuramente la promozione. Ma l’abitacolo dell’Alfa era fuori questione per lui perché fa ancora parte del programma Alpine. Non puoi cambiare come preferisci. Ho avuto la fortuna che il mio contratto fosse appena scaduto. Quindi le porte erano aperte a tutte le squadre. Credo fermamente di aver avuto questa opportunità in Formula 1. Ho raccolto abbastanza punti licenza eccellenti e l’anno scorso ho lottato a lungo per il titolo. Dovrebbe bastare. Quello che gli altri dicono di lui non è un mio problema.

Guanocho - Alfa Romeo - 2022

Alfa Romeo

Guanyu Zhou vuole dimostrare che non ha solo clienti da ringraziare per il suo posto di prima classe.

Senti di avere qualcosa da dimostrare?


Guanyuzhou: Lo vedo come un motivo. Ho sentito la pressione soprattutto negli ultimi anni perché volevo davvero realizzare il mio sogno in Formula 1. Adesso ha funzionato. Questo è stato il primo passo. Di solito, il mio obiettivo è vincere le gare. Ma come tutti sappiamo, non è facile in Formula 1. Ora si tratta di ottenere il meglio da ogni gara e fare un passo avanti con la squadra. È molto importante fare meglio dell’anno scorso. Ovviamente, ogni pilota di Formula 1 è sotto pressione da qualche parte. Ma per me l’attesa per la nuova stagione è proprio ora. La Formula 1 sta entrando in una nuova era. Chissà cosa potrebbe succedere lì.


Quanto sei stabile in Alpha?


Guanyuzhou: Mi sento già a casa. È come una grande famiglia. L’atmosfera è fantastica. Naturalmente, tutto ha ancora bisogno di un po’ di tempo. Non conosco ancora i nomi di tutti i dipendenti dei vari reparti. Ho visitato la fabbrica molte volte, ma ci sono molte persone. Attualmente vivo in Inghilterra ma cerco di essere lì almeno due volte a settimana. Quindi conosco molto bene Hinwil e Zurigo.

READ  Michel Aebischer wechselt in Serie A zu Bologna


Come sono andati i test a Barcellona e Bahrain?


Guanyuzhou: Ovviamente all’inizio è stato tutto molto eccitante per me. In Formula 1, il feedback dei piloti è molto importante per sviluppare ulteriormente la vettura. Ho ancora molto da imparare. Il mio ultimo giorno a Barcellona, ​​purtroppo, ho fatto un piccolo tour. Poi si è verificata una perdita idraulica. Ma in Bahrain abbiamo fatto un’ottima sessione alla fine. Abbiamo fatto un altro passo avanti con la macchina. È bello vedere che la squadra è in costante miglioramento. Ho potuto esercitarmi in tutte le procedure che dovevo fare nel weekend di gara. La squadra mi ha dato l’opportunità di provare davvero tutto. Mi sento ben preparato per iniziare la stagione.

Valtteri Bottas e Juanio Zoo - Alfa Romeo - F1 - 2022

Alfa Romeo

Con Valtteri Bottas, Zhou ha al suo fianco un compagno di squadra esperto.

I vertici della Formula Uno vi augurano ogni successo nella conquista del mercato cinese. Ti senti davvero come se qualcosa si stesse muovendo in Cina?


Guanyuzhou: Si potrebbe dire di più sulla Formula 1 ora. L’interesse sta crescendo, anche da parte di persone che in precedenza non avevano nulla a che fare con il motorsport. È sempre molto importante per i cinesi quando i primi di noi entrano nello sport. Questo rende l’intero paese orgoglioso. Sono sicuro che molti seguiranno l’inizio della stagione e il mio sviluppo.


Può anche fare rumore, come 20 anni fa con Yao Ming nella NBA?


Guanyuzhou: Questo è l’obiettivo. Naturalmente, anche i risultati sono importanti. L’NBA e la Formula 1 sono completamente impareggiabili. Nel basket ce l’hai tra le mani. Ci sono molti altri fattori che giocano un ruolo nella Formula 1. Non tutti i piloti sono uguali qui. Ovviamente voglio mostrare quello che so fare. Voglio raccogliere i primi punti e poi salire passo dopo passo. Sono già sicuro che avrò molto supporto quando il Gran Premio di Cina tornerà in calendario il prossimo anno.

READ  Dopo una diagnosi di cancro: il messaggio emotivo di Haller ai fan degli eSport di BVB


È un vantaggio per te che tutti i conducenti inizino da zero con auto nuove?


Guanyuzhou: Iniziare ora è decisamente meglio dell’anno scorso. Nuove auto per tutti. Ma i piloti esperti hanno ancora un enorme vantaggio. Conoscono le regole e come gestire l’intera faccenda. Muoversi è più facile per loro. Devo abituarmi a tutto.

Guanyuzhou - Alpi - 2021

xpb

In Formula 2, Cho è ancora in gara da esordiente sulle Alpi. Ha concluso la stagione 2021 al terzo posto nella classifica piloti.

Dopotutto, conosci già i pneumatici Pirelli da 18 pollici.


Guanyuzhou: Sì, questo è corretto. Ma non avevamo il servosterzo in Formula 2. Questo rende le gomme molto diverse. Sfortunatamente, questo non può davvero essere paragonato.


Ti sei prefissato obiettivi specifici per il primo anno?


Guanyuzhou: Ora si tratta di familiarizzare con tutti i processi il più rapidamente possibile ed essere aggiornati. Ovviamente sarebbe fantastico se potessi raccogliere punti nel primo anno.


Ci sono amici tra gli altri piloti?


Guanyuzhou: Sono sicuro di conoscere già metà del dominio. Ho fatto molte gare contro Lando (Norris) quando ero in kart e in Formula 4. E poi ovviamente conosco molto bene i piloti alpini, come Fernando (Alonso) ed Esteban (Ocon). Ma ci sono anche alcuni ex idoli. Non vedo l’ora che arrivi Lewis (Hamilton) di più. Ha ottenuto molto e resiste sempre alla pressione. Questo non è facile. Lo trovo molto impressionante

Guanyu Zhou - Alfa Romeo - Formula Uno - Test - Barcellona - 25 febbraio 2022

Stefano Baldov

Le cose non andavano bene per Cho durante i test di Barcellona.

Ci sono strade che non vedi l’ora in particolare?


Guanyuzhou: Soprattutto i nuovi corsi per me, come Miami o Singapore. Anche Melbourne, ovviamente. Non c’ero mai stato.


Quale macchina c’è nel tuo garage?


Guanyuzhou: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio. Ha 510 CV. Sta andando bene.


Quindi devi venire di nuovo in Germania sull’autostrada.


Guanyuzhou: hai ragione. Sfortunatamente, il traffico non è così piacevole nel centro di Londra.