Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Inizia la caccia all’Italia, record mondiale in pericolo

Le opere realizzate da Roberto Mancini meritano il massimo riconoscimento. Ma anche questo è il pericolo ora per la Nazionale italiana. Dopotutto, questa squadriglia asura è stata sotto sorveglianza speciale dalla notte magica a Wembley di recente, soprattutto in vista della Coppa del Mondo 2022 in Qatar.

Roberto Mancini ha fatto grandi cose, ora sta progettando uno stile libero per scelta: ha vinto il Mondiale 2022.
Immagini Imego / Zuma Wire

“Dovrebbe essere lo stesso per noi.” Il n. 1 della Germania Manuel Neuer ha recentemente scelto queste parole in relazione all’Italia, sottolineando cosa può aspettarsi il campione europeo in carica nei prossimi mesi.

In sintesi: ai Mondiali (invernali) del prossimo anno ogni avversario e ogni potenziale avversario cercherà di guardare dietro la vittoria del mostro, analizzare ancora meglio il gioco ed esplorare il lavoro del ct della nazionale Mancini. L’Italia soprattutto quest’estate ha vinto l’Europeo (3:2 iE contro l’Inghilterra allo stadio di Wembley) e ha avuto un grande impatto per tutto il torneo: grande spirito di squadra, tanto impegno, entusiasmo offensivo, divertimento.

Il brief di Coach Mancini

Mancini

Mancini Roberto

Italia – Dati Club

Italia

Data di installazione

01.01.1898

WMQ-Europe – Classifica – Girone C

PL. Comunità Punti
1
Italia
Italia
9
2
Svizzera
Svizzera
6
3
Irlanda del Nord
Irlanda del Nord
1

READ  ESC 2021: Meneskin compete per l'Italia - la rock band ha molto successo in patria

È ancora più difficile che la pressione sugli italiani aumenti dall’interno. Perché vincere il primo e il secondo titolo europeo dal 1968 aumenta le aspettative nel paese, nei tifosi, nell’associazione e nella squadra. Il potenziale record mondiale per la qualificazione ai Mondiali è in pericolo e Georgino, il calciatore europeo del 2021, fa parte della squadra – e la Coppa del Mondo sta già mostrando la sua ombra.

Il soprannome “Surprise Group” è una cosa del passato

In poche parole: quando giovedì iniziano le qualificazioni ai Mondiali contro la Bulgaria (ore 20.45, LIVE! Al Kicker), tutti stanno guardando lo squadrone Asura, che vuole giocarsi la Coppa d’Oro in Qatar nel 2022 – e quasi a suo piacimento

Giorgino

Attualmente la figura dell’Italia: Giorgino.
Immagini Imago / Fotografia di giochi fuori sede

“Ora sarà dura perché l’Italia non è più una squadra fantastica”, ha detto il centrocampista Giorgino, noto anche come “Il Professore” o “Radio Jorginho”, prima della sua quarta presenza nelle qualificazioni a Firenze. Sarebbe stata una partita speciale contro i bulgari, ma essendo una partita dopo la finale degli Europei contro l’Inghilterra, è stata vinta su rigore.

Inoltre, gli italiani possono creare qualcosa di storico: prima della storia, solo Spagna e Brasile (35 partite) non sono stati sconfitti più a lungo degli assiri. Il campione europeo può ora eguagliare le altre due grandi nazioni. Allo stesso tempo, si tratta di vincere il numero quattro nel turno di qualificazione perfetto finora. Con le prossime tre vittorie, Mancini potrebbe lentamente riprendere i voli per Doha.

L’Italia “non riduce la copertura”

Mancini ha già un piano per le prossime attività che devono controllare la pressione: “Ragazzi devo riprendere da dove avevano lasciato” – un’unità che è divertente. Sebbene Giorgino stia lentamente diventando un contendente per il titolo mondiale, la squadra dovrebbe essere la sua stella, cosa che sostiene anche Mancini. Ma in squadra il direttore è solo uno dei 25 campioni d’Europa nominati dal tecnico per le competizioni internazionali. Tra gli eroi dell’EM manca solo l’infortunato Leonardo Spinasola (Roma, lesione tendine d’Achille).

READ  Numeri / attuali del virus corona (14 maggio 2021): contagiati e deceduti in Germania, Austria, Italia, Spagna e Francia

Questa unità ora deve fare i conti con il più grande shock dell’Italia: la mancata Coppa del Mondo 2018 in Russia. “Non dobbiamo dimenticare che con il successo di Wembley alla fine del 2017 abbiamo mancato questo traguardo.

Questa esperienza decisiva quattro anni fa è stata la ragione principale delle carenze espresse da molti intorno alla squadra. Dopo la vittoria della Coppa del Mondo in Germania nel 2006, Azuri è stato espulso dall’élite mondiale per molti anni (nonostante l’EM dei medio-alti 2016 sotto Antonio Conte), e finalmente è tornato “dove siamo”, ma Giorgino insiste che anche lui sia “umile”. Nel momento in cui “coprite”, accadono “cose ​​brutte”. Non dovrebbe accadere anche se altre nazioni e nemici imminenti vogliono provocarlo e guardare bene.