Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il vaccino contro l’HIV delude lo studio | aponet.de

Un’analisi preliminare dei risultati del cosiddetto studio Imbukudu ha mostrato che il candidato vaccino contro l’HIV di Janssen, la divisione farmaceutica di Johnson & Johnson, è stato ben tollerato, ma non ha fornito un’adeguata protezione contro la temuta infezione virale che causa l’AIDS. Lo ha affermato l’autorità sanitaria statunitense NIH, che ha sponsorizzato lo studio.

Lo studio, iniziato a novembre 2017, ha arruolato 2.637 donne di età compresa tra 18 e 35 anni provenienti da cinque paesi sub-sahariani con un alto tasso di infezione da HIV. Lo studio ha studiato quante donne vaccinate, rispetto alle donne non vaccinate nel gruppo di controllo, hanno contratto l’HIV per un periodo di circa 1,5 anni. Secondo l’analisi dei dati, 63 partecipanti al gruppo di controllo e 51 partecipanti al gruppo vaccinato sono stati infettati durante il periodo menzionato. Ciò corrisponde a un effetto protettivo del 25,2 per cento, secondo un annuncio del National Institutes of Health. Non sono stati osservati eventi avversi gravi.

Sebbene questo non sia il risultato dello studio desiderato, si dovrebbe cercare di imparare dallo studio Imbokodo e continuare gli sforzi per trovare un vaccino efficace per l’HIV, afferma il capo della massima agenzia di controllo delle infezioni degli Stati Uniti (NIAID), il dott. Anthony Fauci, secondo un annuncio del National Institutes of Health.

quelli: Avviso del National Institutes of Health

READ  Il COVID-19 è una possibile causa del morbo di Alzheimer? Pratica di guarigione