Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Einst Showrivalen, jetzt Krisenmanager ihres eigenen Firmenreichs: Georg Kofler und Ralf Dümmel.

Il turbolento impero del leone: Kofler e Dümmel ricostruiscono la catena sociale

Un anno fa, gli ex concorrenti dello spettacolo sognavano una joint venture multimiliardaria. Georg Koffler e Ralph Dummel sono stati ora promossi a Crisis Managers presso Social Chain AG.

Offri ai concorrenti una volta, ora gestori di crisi della propria azienda: George Koffler e Ralph Dommel.
dpa

Dovrebbe essere il grande successo. Poco più di un anno fa, George Koffler e Ralph Dummel hanno annunciato il “matrimonio del leone”, la fusione delle loro due società. Vedi i due giudici del programma televisivo “The Lion’s Den”? Ambizione: una “società da miliardi di dollari” doveva emergere dal conglomerato di e-commerce di Kofler Social Chain e dalla società di beni di consumo Dümmel’s DS, Come spiegarono entrambi in un’intervista a Gründerszene all’epoca. Una perfetta simbiosi di commercio online e offline, per così dire.

Gli investitori di Social Chain AG hanno inizialmente festeggiato l’accordo. La quota è aumentata di un terzo in poche settimane e ha raggiunto un nuovo massimo di € 54 nel novembre 2021. Per il leone della TV e boss del DS Ralph Dummel, tutto sembrava un’impresa abbagliante. La maggior parte dei 220 milioni di euro che l’avversario Kofler ha pagato per la sua società commerciale è stata per lo più regolata in azioni della Social Chain AG. La capitalizzazione di mercato del gruppo era all’epoca di 620 milioni di euro, al miliardo non mancava molto.

Leggi anche

Di quel giorno non rimane quasi nulla. Al contrario: Ralph Dummel in particolare, che ha iniziato come assistente alle vendite presso DS Produkte negli anni ’70 e successivamente è diventato azionista e amministratore delegato della società, potrebbe chiedersi se potrebbe sfruttare l’accordo per celebrare la sua vita. L’attività e quella del suo defunto padre e fondatore di DS, Dieter Schwarz, sono in pericolo.

Le perdite esplodono

In ogni caso, la situazione finanziaria di Social Chain AG sembra minacciosa. A seguito dell’acquisizione del Gruppo DS, le vendite nella prima metà del 2022 sono raddoppiate a 224 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ma le perdite sono esplose, da 8,7 milioni di euro a 51,6 milioni di euro.

Il gruppo stesso incolpa l’inflazione legata alla guerra, le interruzioni delle catene di approvvigionamento e l’aumento dei prezzi delle materie prime di base. per me Diario del regista Secondo l’euforia iniziale nella catena sociale “delusione e caos” è svanita. Il prezzo delle azioni è sceso di circa il 90% da novembre 2021. Attualmente è scambiato a poco meno di 6,30 euro. Il valore di mercato dei titoli del gruppo? 92 milioni di euro di distanza dal miliardo che sogni.

Il programma di austerità radicale, che il gruppo sta portando avanti da alcune settimane, è ora destinato alla trasformazione. i costi devono essere ridotti del 30%; “Attraverso sinergie, risparmi e una regolamentazione più efficiente”, afferma il gruppo in un recente comunicato stampa. Il presidente della DS Ralph Dummel ha dichiarato pochi giorni fa: Ha tagliato 30 posti di lavoro su un totale di circa 500Hamburger Appendblatt è stato menzionato per la prima volta. I dipendenti delle aree vendite, marketing, logistica e acquisti sono stati colpiti. Negli ambienti industriali si dice che ci si debbano aspettare altre esenzioni.

Secondo i resoconti dei media, anche la catena sociale vuole ripulire le sue proprietà. Il conglomerato di e-commerce guadagna regolarmente acquisendo aziende i cui prodotti vengono poi commercializzati attraverso i social media, come Instagram. Il portafoglio di Social Chain AG comprende il marchio di barbecue Landmann, il negozio di tessuti Urbanara e il marchio di alimenti biologici Clasen Bio. Il gruppo prevede di vendere quest’ultima e altre cinque partecipazioni, tra cui Ravensburger Matratzen e DEF Media, una società di produzione video con sede a Berlino, secondo il rapporto semestrale. La catena sociale ha già venduto la sua quota di maggioranza nel negozio di noccioline online di Koro in primavera.

Rovesciare il CEO della catena sociale

Ma questo non dovrebbe bastare. In termini di personale, le conseguenze dello scarso sviluppo economico raggiungono i vertici aziendali. Come annunciato mercoledì dal gruppo, George Koffler, ex presidente e maggiore azionista, assumerà la prima posizione nella catena sociale il 1° gennaio 2023.

L’ex CEO, Wanja S. Oberhof, in futuro si occuperà a sua volta delle attività del gruppo negli Stati Uniti. Oberhoff avrebbe affermato nella dichiarazione di “aver capito che solo un’attenzione esclusiva all’internazionalizzazione può portare al successo, cosa che non è possibile per me nel mio ruolo di CEO”. Una buona parafrasi per minare l’empowerment di un amministratore delegato recentemente fallito.

Leggi anche

George Kofler, che gestiva i canali Premiere TV e successivamente ProSieben, ora sembra pensare di poter fare di meglio. Nella sua carriera “ha spesso sperimentato e dimostrato che nuove opportunità imprenditoriali nascono proprio sotto la pressione delle crisi”, afferma Koffler. In futuro formerà il consiglio di amministrazione di Social Chain AG insieme ad Andreas Schneider, CFO. Anche l’ex presidente Oberhof ha lasciato il consiglio con il suo trasferimento. A tal fine il gruppo si è assicurato ulteriori impegni di finanziamento da banche per un importo di 125 milioni di euro.

E Ralph Damel? Anche lui sta perdendo terreno nell’ambito delle misure di austerità. Dommel lascia la sua posizione nel consiglio di amministrazione di Social Chain AG dopo solo un anno e in futuro gestirà solo l’attività del suo gruppo DS, lì da solo. Assad sembra essere in grado di conviverci, nel vero senso della parola: “Mi rimbocco le maniche, ricerco prodotti, guido l’innovazione, organizzo le vendite su tutti i canali: questa è la mia vita”, dice.

Questo sembra essere il caso, almeno per gli investitori. Dopo che i cambiamenti sono diventati noti, le azioni di Social Chain AG sono aumentate di un buon cinque percento.

Leggi anche

READ  Ricorda il disgusto: caramelle contaminate da muffa disgustosa