Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il successore di Zauli in FCS: questi sono i favoriti – League Two

Moreno Longo è uno dei candidati dell’FC Südtirol per succedere a Lamberto Zaoli. © ANSA / Matteo Bazi

Non una settimana prima dell’inizio della stagione in seconda divisione, l’FC Südtirol ha esonerato l’allenatore martedì. La ricerca di un successore è in pieno svolgimento. SportNews ha – finora – i candidati più promettenti.

Per quanto sorprendente sia stata questa notizia per tifosi e giornalisti, il direttore sportivo Paolo Bravo deve aver avuto molta fiducia in se stesso. Non licenziare un allenatore solo cinque giorni prima dell’inizio del torneo. Bravo ha sempre avuto alternative nella manica e ora deve filtrare il perfetto allenatore dell’FCS nei colloqui finali. Il capo dello sport non può permettersi un altro errore. L’aria è abbastanza rarefatta per un riminese dopo l’imbarazzo di Zaoli.

Pierpaolo Pesoli, Michele Marcolini, Francesco Modesto e Moreno Longo sono nella lista dei successori di Zaoli. Chi sono i quattro candidati che attualmente non hanno un club?

Pierpaolo Pesoli

Il 55enne emiliano-romagnolo è un esperto di seconda divisione e un allenatore di grande esperienza e altamente qualificato. Besoli è stato in panchina 259 volte nella seconda serie A più alta, oltre a 4 playoff e 2 partite. Ha vinto la Serie A con il Padova nel 2018. Ha partecipato anche con Cagliari (2010/11), Bologna (2011/12) e Cesena (2014/15/ha vinto la finale di Serie B l’anno precedente) in Serie A, ma è stato svincolato in anticipo ogni caso. Besoli è un uomo stagionato, l’anno scorso riuscendo a mantenere il Cosenza come pompiere durante le partite di seconda divisione. Dovrebbe essere il candidato più probabile per succedere a Zauli in Alto Adige. Ma: Besoli ha il suo prezzo. Anche dopo la partenza di Ivan Gavorcic, era un candidato – a quel tempo era molto costoso per l’FCS.

Michele Marcolini

Michelle Marcolini (46) ha molta meno esperienza nella serie B. Finora il ligure è stato in seconda divisione solo con il Chievo (2019/20 / svincolato dopo 26 partite). Ha vinto la Coppa di Serie C con l’Alessandria nel 2018, ma non è stato promosso in Serie B. Proprio come Zauli, il ds conosce bene l’allenatore Bravo: nel 2016/17 Bravo e Marcolini hanno lavorato insieme al Santarcangelo in terza divisione. Sii candidato se vuoi dare più responsabilità a Leandro Greco. Un assistente allenatore FCS molto convincente a Rungg. Si prevede che avrà un meraviglioso futuro da allenatore.

Francesco Modesto

Come calciatore professionista, Modesto (40) ha giocato sotto Gianpiro Gasperini a Genova. Il sud italiano ha adottato lo stile dell’attuale allenatore dell’Atalanta. Modesto preferisce il tre difensore (Besoli e Marcolini non sono contrari a questa formazione difensiva) e un calcio forte e fisico. Come allenatore, ha avuto un enorme successo con il perdente di Serie C Rende e ha raggiunto i playoff con il candidato alla retrocessione. Seguono incarichi a Cesena e Pro Vercelli. L’anno scorso era in seconda divisione con il club della sua città, il Crotone, ma è stato rilasciato dopo 31 partite al 19° posto. È il più strano tra i candidati.

Moreno Longo

Il 46enne torinese si è seduto su una panchina da allenatore in Serie B 122 volte. Longo, che ha lavorato a lungo a Torino da giovane, è considerato un difensore del sistema 3-5-2. Ha scritto una favola calcistica con il Frosinone nel 2018 quando ha portato il club in Serie A. Lì è stato rilasciato. Un anno dopo fu nominato a Torino come successore di Walter Mazzarri. Successivamente, Longo è passato all’Alessandria, che lo ha portato dalla Serie C alla Serie B (2021). L’anno scorso i piemontesi sono sbarcati sotto il suo comando. Longo è un allenatore che fa sempre un buon lavoro di sviluppo nei suoi club e può esibirsi anche in condizioni difficili. Se si adatta finanziariamente allo schema delle prede bianche e rosse è un’altra domanda.

Raccomandazioni

READ  US Open: fallisce Rafael Nadal - Casper Ruud e Carlos Alcaraz potrebbero diventare i primi nella classifica mondiale maschile