Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il mercato del lavoro - molte aziende sono ostacolate dalla carenza di lavoratori qualificati - l'economia

Il mercato del lavoro – molte aziende sono ostacolate dalla carenza di lavoratori qualificati – l’economia

Norimberga/Francoforte (Dpa) – La carenza di lavoratori qualificati sta erodendo sempre più l’economia tedesca come un ostacolo. L’attività commerciale si è indebolita in quasi la metà di tutte le aziende tedesche nel quarto trimestre perché non c’erano abbastanza dipendenti disponibili. Questo è stato il risultato della scala dei lavoratori qualificati dell’Istituto Ifo di Monaco e del gruppo bancario statale KfW. “La Germania sta affrontando un cambiamento strutturale demografico di proporzioni storiche”, ha affermato Frizi Köhler Gebe, capo economista della Banca tedesca per lo sviluppo.

I posti vacanti sono ora vacanti per una media di cinque mesi. Allo stesso tempo, la produttività per dipendente non è aumentata. Conclusione: può verificarsi una stagnazione permanente a causa della carenza di personale. “Se continua così, e il numero di occupati diminuisce per motivi demografici, potrebbe verificarsi una fase di contrazione permanente del PIL entro tre o quattro anni”, afferma lo studio di Ifo e KfW.

Il settore dei servizi è particolarmente colpito

La carenza di lavoratori qualificati è particolarmente evidente nel settore dei servizi. All’inizio di ottobre, oltre il 48% delle aziende si è lamentato di non riuscire a trovare abbastanza dipendenti. Nel caso dei consulenti fiscali e aziendali, sono interessati anche più dei due terzi degli studi legali. In generale, le grandi aziende hanno sofferto più delle piccole e medie imprese. L’industria chimica ei produttori di carta e cartone soffrono ancora dei problemi minori.

Gli esperti vedono lo sviluppo demografico come la ragione principale. Se il saldo dell’immigrazione fosse pari a zero, il numero di residenti in età lavorativa in Germania diminuirebbe di 9,3 milioni entro il 2040, mentre il numero di residenti in età pensionabile aumenterebbe di 4,7 milioni, hanno calcolato i ricercatori. Solo nei prossimi tre anni, il numero di lavoratori domestici dovrebbe diminuire di 1,5 milioni. “La carenza di lavoratori qualificati continuerà ad aumentare senza contromisure tempestive e adeguate”.

READ  Le soluzioni cloud più popolari per le aziende

Come contromisure, le donne, gli anziani ei disoccupati dovrebbero essere maggiormente coinvolti nel processo lavorativo. Inoltre, dovrebbe esserci una maggiore immigrazione di lavoratori stranieri. “Il cambiamento demografico è così profondo che diverse leve devono essere applicate contemporaneamente per garantire la prosperità e allo stesso tempo affrontare le principali sfide, soprattutto la transizione verso un’economia verde e digitale”, ha affermato KfW Chief Economist.

La misura KfW Ifo dei lavoratori qualificati si basa sulle valutazioni dei sondaggi IFO aziendali, dai quali, tra l’altro, viene calcolato l’IFO Business Climate Index. Una volta al trimestre, vengono censite circa 9.000 aziende dei settori manifatturiero, edile, commerciale e dei servizi per una misura della manodopera qualificata, di cui circa 7.500 medie imprese.

© dpa-infocom, dpa: 221224-99-11112/2