Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Il Congresso degli Stati Uniti raggiunge un accordo sulla controversia sul debito – entro dicembre

Ore di trattative alle spalle degli interessati: negli Stati Uniti c’è stato un accordo su una vertenza sul debito. I democratici hanno concordato una soluzione temporanea. Tuttavia, ciò non impedisce il problema.

Dopo giorni di lotta, ha Congresso degli Stati Uniti Evita il fallimento della più grande economia del mondo in questo momento. Il Senato degli Stati Uniti ha approvato giovedì sera (ora locale) l’aumento del tetto del debito di 480 miliardi di dollari entro dicembre. Il voto sulla convenzione è stato un voto stretto da 50 a 48 lungo linee partigiane: nessun repubblicano si è unito ai democratici. Tuttavia, l’aumento può essere messo ai voti in anticipo solo con l’aiuto dei repubblicani. Anche il Parlamento deve approvare.

La proposta è stata presentata dal leader conservatore della minoranza al Senato, Mitch McConnell. “Ho una buona notizia: abbiamo raggiunto un accordo sull’estensione del tetto del debito fino a dicembre”, ha detto Schumer prima del voto del Senato.

Evita la stagnazione

Questo è stato preceduto da violenti litigi tra Democratici e Repubblicani – si incolpano a vicenda per il gravissimo conflitto. Ministro delle Finanze Janet Yellen Ha avvertito di una possibile crisi finanziaria e di una possibile recessione se il governo degli Stati Uniti non dovesse onorare il proprio debito per la prima volta.

Secondo il suo dipartimento, gli Stati Uniti avrebbero potuto finire i soldi il 18 ottobre, in meno di due settimane. Yellen ha affermato che se gli Stati Uniti falliscono, è probabile una recessione. A causa del ruolo guida degli Stati Uniti, c’era anche una minaccia di turbolenze economiche globali.

READ  Il processo di George Floyd: cosa significa l'accusa di Derek Chauvin per gli Stati Uniti?

L’accordo raggiunto giovedì, infatti, sposta ora il dibattito parlamentare a fine novembre. Oltre al tetto del debito, il Congresso deve anche approvare un nuovo bilancio entro l’inizio di dicembre se vuole evitare la paralisi delle istituzioni federali, la cosiddetta “chiusura”.

I repubblicani stanno spingendo su un percorso separato

Mentre il tetto del debito è stato sospeso o aumentato dozzine di volte sotto una presidenza bipartisan negli ultimi decenni, i repubblicani ora si trovano nella direzione opposta. Con una minoranza di disabili al Senato, il partito impedisce la sospensione del tetto del debito attraverso i normali canali legali.

Con l’accordo provvisorio, McConnell sta spingendo i Democratici ad adottare un percorso speciale noto come “riconciliazione” verso una soluzione permanente. I Democratici volevano evitarlo. Hanno trovato questa procedura lunga e rischiosa. Inoltre, non vogliono assolvere i repubblicani dalla responsabilità di gestire congiuntamente l’onere del debito del paese, soprattutto perché il debito risale anche all’era Trump.

Il Democratici Accusa i repubblicani di ostacolare l’agenda politica di Biden e di voler creare il caos prima delle elezioni congressuali del prossimo anno. Biden ha accusato i repubblicani di “giocare alla roulette russa con l’economia americana”. Dalla presidenza democratica di Barack Obama, i repubblicani hanno usato il tetto del debito come mezzo di pressione politica.