Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I ricercatori di Harvard hanno sviluppato una maschera che testa la respirazione per Covid-19

Wyss Institute presso l’Università di Harvard

I ricercatori di Harvard e del MIT hanno aperto la strada allo sviluppo di un biosensore in grado di testare il Covid-19 con la stessa affidabilità di un test PCR.

Il sensore è così piccolo che può essere integrato in una maschera respiratoria e fornisce risultati entro 90 minuti.

Questa tecnologia può essere facilmente ampliata e quindi può essere utilizzata per testare altri agenti patogeni nella prossima pandemia.

Due appelli importanti durante Pandemia corona Erano: Indossa una maschera intorno ad altre persone e fai il test se ti senti male. Un team di ricercatori di Harvard e del MIT ha combinato entrambe le strategie con la loro nuova invenzione. Il tuo biosensore portatile può svolgere l’intero lavoro di laboratorio pur essendo abbastanza piccolo da poter essere fissato a una maschera facciale. I ricercatori hanno svolto un lavoro pionieristico con questo e potrebbe aiutare a fermare la diffusione delle malattie respiratorie.

È molto facile da usare: chi lo indossa respira le maschere per 15-30 minuti, quindi preme un pulsante sul sensore e in altri 90 minuti riceve i risultati del test corona. Simile a un test di gravidanza, viene visualizzato sopra la barra di lettura. L’invenzione è descritta più dettagliatamente nella rivista specializzata “biotecnologia della natura“Descritto. “Per tutti coloro che hanno una maschera facciale diagnostica, non solo previeni la diffusione del virus, ma determini anche in tempi relativamente brevi se hanno o meno il virus”, afferma il co-primo autore Peter Nguyen, ricercatore presso la Harvard Wess.

La tecnologia può essere applicata a qualsiasi agente patogeno

Il sensore si basa su ricerche precedenti della facoltà di Wyss e dell’autore senior Jim Collins. Per realizzare il sensore, il team ha estratto e liofilizzato le macchine molecolari utilizzate dalle cellule per identificare materiale genetico come DNA e RNA. Queste informazioni servono come “impronta digitale” per il sensore per identificare il virus, ha affermato il co-primo autore Louis Swinksen del Wyss Institute.

Il sensore si attiva premendo un pulsante, dopodiché viene rilasciata un po’ d’acqua per reidratare gli ingredienti liofilizzati. La stessa tecnologia può essere utilizzata per identificare altri agenti patogeni, come B. influenza, può essere utilizzata. La scoperta è così sottile – fino ai singoli elementi costitutivi del DNA – che potrebbe essere una via di mezzo Le diverse varianti del Corona virus può distinguere. Inoltre, il sistema diagnostico può essere integrato direttamente nel tessuto per bypassare completamente il sensore. Soenksen afferma che la tecnologia può essere utilizzata in una miriade di modi. Sarebbe possibile rilevare sostanze chimiche dannose nelle tute militari o agenti patogeni multiresistenti sui camici da laboratorio.

Leggi anche

La maschera respiratoria futuristica può prepararci alla prossima epidemia

Lo sviluppo di un dispositivo diagnostico all’interno di una maschera facciale potrebbe rimuovere molte barriere ai test in tempo reale. Secondo i ricercatori, la sensibilità del test è paragonabile ai test RT-PCR, che sono considerati il ​​gold standard. E si scopre che i risultati ci sono in tempi relativamente brevi. Il dispositivo è anche poco costoso: senza imballaggio, un prototipo costa cinque dollari e il prodotto finito può essere realizzato con meno.

Il team è attualmente alla ricerca di partner commerciali che aiutino a produrre il sensore, quindi non aspettarti di trovarlo sugli scaffali dei supermercati domani. Ma anche se le maschere con sensori di virus integrati non sono disponibili durante questa pandemia, possono aiutare a fermare la fase successiva, a condizione che sappiamo quali agenti patogeni stiamo cercando. “Portando il laboratorio alla persona, puoi ottenere una precisione molto più elevata di quanto velocemente le persone vengono infettate”, ha detto Nguyen.

Leggi anche

Questo articolo è stato tradotto dalla lingua inglese da Steffen Bosse. Puoi trovare l’originale Qui.

READ  Clima: i ricercatori discutono su cosa significhi rimuovere l'anidride carbonica dall'atmosfera