Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I ricercatori avvertono di mutazioni nel virus Zika

14 aprile 2022 – 16:30 ora

di Ingo Jacobs

Gli scienziati hanno avvertito che il mondo potrebbe essere sull’orlo di uno scoppio del nuovo virus Zika. Il virus ha fatto notizia in tutto il mondo nel 2016. Migliaia di bambini sono nati con danni cerebrali dopo che le loro madri sono state infettate durante la gravidanza. Secondo i ricercatori americani, una mutazione è sufficiente per causare una diffusione esplosiva. Rapporti della BBC. Le specie di zanzare invasive sono una minaccia per noi in tempi di cambiamento climatico?

L’infezione da virus Zika durante la gravidanza porta alla microcefalia

Se la madre viene infettata dal virus Zika durante la gravidanza, può danneggiare lo sviluppo del bambino e portare alla microcefalia, con danni ai tessuti cerebrali. Zika è trasmessa dalle punture di zanzare Aedes aegypti infette.

Uno studio di laboratorio del La Jolla Institute of Immunology in California, ora pubblicato sulla rivista Cell Reports, afferma che il virus Zika può mutare facilmente e rapidamente e creare nuove varianti. Avranno quindi più successo nel trasferimento. E questo è anche nei paesi che hanno ottenuto l’immunità dopo precedenti focolai di Zika, secondo il team di ricerca.

Consiglio di lettura: La prima trasmissione del virus Zika nel 2019 in Europa

Anomalie del cranio nel neonato dovute all’infezione da Zika durante la gravidanza.

© DPA

I test di laboratorio mostrano solo l’ovvio

Dice l’esperto medico Dr. Cristoforo Specht. “Ma questo non è sorprendente, questo vale per quasi tutti i virus”. Quindi non ci sarebbe motivo di seria preoccupazione per l’individuo in Europa e in Germania, perché la specie di zanzara comune Aedes aegypti si trova principalmente in Asia e nel continente americano.

READ  La navicella spaziale della NASA fa una scoperta emozionante su Marte: "Risolto uno dei più grandi misteri"

Inoltre, solo il 20% di tutte le persone infette sviluppa sintomi dopo l’infezione e il decorso della malattia di Zika è innocuo, secondo l’esperto. In questo paese, solo le persone che vogliono viaggiare nelle aree colpite del mondo e intendono avere una prole dovrebbero preoccuparsi.

Le autorità sanitarie monitorano le specie di zanzare invasive

Tuttavia, le autorità sanitarie tedesche come il Robert Koch Institute tengono d’occhio le zanzare e quindi i virus e i parassiti che circolano in Europa e in Germania. Perché dal 2015 sono aumentate le osservazioni che alcune specie si stanno insediando sempre più qui.

“In linea di principio, il famoso vecchio pneumatico pieno d’acqua su una nave è sufficiente per fornire alle zanzare un terreno fertile”, afferma Specht, che ha goduto di parte della sua formazione presso la Liverpool School of Tropical Medicine. In questo modo, le specie precedentemente non autoctone vengono portate in Europa.

Consiglio di lettura: Le nostre zanzare stanno diventando sempre più pericolose: malattie gravi sono possibili dopo le punture di zanzara

Video: Sterilizzare le zanzare per salvare vite (Archivi, 2019)

La malaria non fu sconfitta in Europa fino alla fine degli anni ’60

Ad esempio, dopo decenni di assenza, la zanzara Aedes aegypti è riapparsa nel 2020 sulla costa del Mar Nero della Russia meridionale e della Georgia, oltre che in Turchia. Inoltre, la specie è stata responsabile dell’epidemia di dengue nel 2012-2013 con circa 2.000 casi registrati a Madeira e nel 2017 è stata rilevata a Fuerteventura.

In effetti, non molto tempo fa la malaria, ad esempio, era un problema in Europa, specialmente in Italia, anche se, per fortuna, la variante più dannosa era il Plasmodium vivax. Solo alla fine degli anni ’60 è stato possibile debellare le zanzare e, di conseguenza, i parassiti patogeni in Europa.

READ  Le misure della corona prevengono 200.000 feriti nelle cliniche e nelle case di cura

Un ciclo tra umani, animali e insetti

Affinché le zanzare trasmettano malattie, le condizioni climatiche qui devono cambiare. Perché il ciclo di sviluppo delle zanzare – e quindi virus e parassiti – è più veloce a temperature più elevate e una migliore disponibilità di cibo. “Questo è il classico caso del Reno-Graben”, afferma Specht.

Virus, batteri e parassiti possono svilupparsi anche nelle giuste condizioni climatiche. Prima che malattie come la dengue, la Zika, la febbre del Nilo occidentale e la malaria possano diffondersi di nuovo, è necessario anche un ciclo stabile di infezione negli esseri umani, negli animali e negli insetti.

Consiglio di lettura: L’OMS avverte: la malaria potrebbe diffondersi di nuovo in Europa

Anche per noi il cambiamento climatico è diventato un problema

“È un problema in arrivo, devi assolutamente tenerlo sul tuo radar”, ci dice il medico della prevenzione. Tuttavia, al momento, non sembra essere una seria minaccia – Ma accadrà se il cambiamento climatico continua ad evolversi. Specht afferma: “Il monitoraggio, cioè il monitoraggio da parte delle autorità, è necessario per riconoscere prima: ‘Dove cosa?’ Ma non è facile”.

In ulteriori passi si tenterà, ad esempio nel caso dei canali del Reno, di eliminare le popolazioni di zanzare mediante pesticidi biologici o sterilizzazione maschile.