Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

I rapporti con la vicina Italia dovrebbero togliere la Svizzera dalla lista nera – Notizie

  • Il presidente federale Ignacio Casis ha chiesto all’Italia di rimuovere la Svizzera dalla sua lista nera per la tassazione delle persone fisiche.
  • La Svizzera è nella lista “senza motivo”, ha denunciato.

“Non è un bar, ma è brutto stare lì”, ha detto venerdì sera il Ticino all’inaugurazione della Casa della Svizzera a Milano. Interviene alla presenza del Ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo e del Ministro della Transizione Digitale Vittorio Colov.

Lista di Bloccati


Scatola aperta
Chiudi la scatola

1999 Blacklist prevede per i cittadini italiani residenti in Svizzera di “cambiare l’onere della prova” della residenza fiscale.

In risposta a diverse iniziative parlamentari degli ultimi anni, il Consiglio federale ha ritenuto che l’inclusione in questo elenco non avrà alcun impatto diretto sulle banche svizzere. Tuttavia, aumenta anche l’onere amministrativo per gli italiani che vogliono immigrare in Svizzera. L’immagine della Svizzera ha un “retrogusto negativo”.

Cassis, citato dall’Ansa, ha lamentato che la seconda polemica fiscale non è ancora stata risolta: la tassazione dei viaggiatori transfrontalieri. Lo accoglierà favorevolmente se il parlamento italiano lo deciderà prima della visita del presidente italiano Sergio Materella a Zurigo in autunno.

Il contratto lo prevede


Scatola aperta
Chiudi la scatola

In base all’accordo, la Confederazione tratterrà in futuro l’80 percento dell’imposta riscossa sul reddito dei viaggiatori d’oltremare che lavoreranno in Svizzera. I passeggeri che attraversano la “nuova” frontiera – ovvero quelli che giungono in Svizzera dopo l’entrata in vigore dell’accordo – sono soggetti alla normale tassazione in Italia, che dovrebbe eliminare la doppia imposizione.

READ  Serie A: televisione o live streaming in Germania

Una norma provvisoria si applicherà alle persone che lavorano o prestano servizio nelle province dei Grigioni, del Ticino o del Vallese dal 31 dicembre 2018, data in cui entrerà in vigore il nuovo accordo. I passeggeri che attraversano questo confine saranno tassati esclusivamente in Svizzera fino alla fine dell’anno fiscale 2033.

Dopo anni di trattative, Berna e Roma hanno firmato nel dicembre 2020 un accordo, che il Consiglio federale spera possa migliorare notevolmente il sistema del 1974. Nel marzo di quest’anno, il parlamento federale ha approvato l’accordo. In Italia l’approvazione è ancora in attesa.

Sostegno all’Italia nella campagna dell’Onu

Altro tema dell’incontro con il ministro degli Esteri italiano de Mayo è stata la guerra in Ucraina. De Mayo ha anche incoraggiato la Svizzera a candidarsi per un seggio temporaneo nel Consiglio di sicurezza dell’ONU. “Non solo li sosteniamo, ma congratulazioni a tutti loro”, ha detto il ministro degli Esteri italiano.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite deve essere rafforzato in questo momento. Al contrario, la debolezza del pluralismo si manifesta purtroppo “quando il nucleare rappresentato dal Consiglio prende la decisione emotiva di invadere un altro Paese”. De Mayo ha preso di mira la Russia, che da fine febbraio conduce una guerra di aggressione contro l’Ucraina.