Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Governo italiano: finalmente un compromesso sulla riforma giudiziaria

Stato: 30/07/2021 13:23.

Dopo decenni di dibattito, la magistratura in Italia ha davvero bisogno di essere riformata. Il suo scopo è quello di accelerare i procedimenti giudiziari, che spesso richiedono molti anni. Questo accordo riguarda un sacco di soldi.

Scritto da Elizabeth Bongrats, ART-Studio Roma

Il ministro della Giustizia italiano, Marta Cordobia, davanti alla stampa appare rilassato: tutti i soggetti coinvolti nella coalizione hanno approvato la riforma, che è stata accolta all’unanimità. “I partiti della coalizione hanno promesso di ritirare i loro emendamenti alla legge, il che significa che il lavoro in parlamento può andare avanti rapidamente e che questo capitolo molto importante può essere completato prima della pausa estiva della prossima settimana”.

L’Italia è impegnata da decenni nella riforma della magistratura. Il male più grande: l’azione legale viene trascinata. In linea di principio, ogni procedura può superare tre casi, conclude il tribunale di Roma. Nel secondo caso le procedure di appello richiedono tempi molto lunghi; Le differenze nelle singole regioni sono significative. La durata dei procedimenti civili e penali è molte volte superiore alla media europea. Questo è dannoso per l’economia indossando i cittadini perché le aziende o gli investitori non possono fidarsi di una magistratura credibile.

La pressione era troppa

I singoli partiti volevano spingere fino in fondo le loro opinioni e persino il Partito Cinque Stelle, la forza più forte in parlamento, ha presentato dozzine di emendamenti. Ma la pressione è stata così grande che l’ex presidente del Consiglio e recentemente presidente dei Cinque Stelle Giuseppe Conte ha dichiarato: “Questa non è la nostra riforma, ma abbiamo lavorato in modo creativo per migliorarla e i processi terroristici non possono cedere”.

READ  Inizia la caccia all'Italia, record mondiale in pericolo

I giudici possono richiedere una proroga per la criminalità organizzata, come la mafia, la violenza sessuale o il terrorismo. In caso contrario, i processi dovrebbero richiedere un massimo di tre anni e un terzo anno e mezzo nel secondo evento. Dopo questi periodi limite, le attività cesseranno. Non ci sono restrizioni all’ergastolo, come l’omicidio.

Minacce dell’UE

Anche la Lega di destra sotto Matteo Salvini ha espresso il desiderio di scendere a compromessi poco prima che si raggiungesse l’accordo: “Spero che tutti capiscano che l’Italia ha bisogno di riforme”. Ovviamente avete accesso l’uno all’altro. “A volte siamo d’accordo su progetti che non sono condivisi al cento per cento. D’altra parte, siamo in emergenza e dobbiamo agire di conseguenza”.

La pressione per una soluzione è enorme. L’Unione Europea (UE) ha chiesto che i processi civili siano ridotti di almeno il 40% e quelli penali del 25%. Ha minacciato di trattenere miliardi di dollari dal progetto di ricostruzione altrimenti. Questo sarebbe un disastro per l’Italia considerando il forte calo a causa dell’epidemia di corona e dei problemi strutturali cronici.

Il presidente del Consiglio Mario Tragi in particolare ha spinto il ritmo, portando la questione della fiducia nel dibattito, che era in una camera di recessione nella coalizione di governo. Ora il processo giudiziario ha bisogno di più personale per ridurre i licenziamenti più velocemente. E deve diventare più moderno, cioè più digitale.