Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Gli altri paesi devono aspettare: gli Stati Uniti dirottano le spedizioni di armi verso l’Ucraina

Gli altri paesi devono aspettare: gli Stati Uniti dirottano le spedizioni di armi verso l’Ucraina

Gli altri paesi dovranno aspettare
Gli Stati Uniti dirottano le spedizioni di armi verso l’Ucraina

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Oltre alle munizioni per l’artiglieria, in Ucraina mancano anche le munizioni per il sistema antiaereo Patriot. Anche altri paesi hanno ordinato missili agli Stati Uniti, ma dovranno aspettare. Washington sta inizialmente reindirizzando le consegne a Kiev.

Il governo degli Stati Uniti vuole rinviare la consegna di alcune attrezzature militari ad altri paesi per rafforzare innanzitutto la difesa aerea dell’Ucraina. John Kirby, direttore delle comunicazioni del Consiglio di sicurezza nazionale, ha affermato che, dati i bisogni urgenti di Kiev, il governo degli Stati Uniti ha preso la decisione “difficile ma necessaria” di sospendere alcune vendite di armi pianificate ad altri paesi, in particolare i missili Patriot e i sistemi di difesa aerea NASAMS.

Invece, questi aiuti dovrebbero andare inizialmente all’Ucraina, le cui forze armate necessitano urgentemente di ulteriori capacità di difesa aerea. I paesi interessati sono stati informati. Kirby non ha nominato i paesi coinvolti. Tutti hanno ottenuto ciò che avevano chiesto, un po’ più tardi del previsto. alto “Il New York Times” Israele e Taiwan non sono interessati dal ritardo nella consegna.

Kirby ha detto che questo passo include il trasferimento di centinaia di missili antiaerei in Ucraina. Non è andato più nello specifico. Si prevede che Kiev riceverà i primi pagamenti nelle prossime settimane. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden aveva già annunciato piani simili pochi giorni fa in una conferenza stampa congiunta con il presidente ucraino Volodymyr Selensky a margine del vertice del G7 in Italia.

Zelenskyj ringrazia gli Stati Uniti

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha accolto con favore la decisione americana. Ha scritto sul sito web X: “Sono molto grato per la priorità data all’Ucraina. Queste ulteriori capacità antiaeree proteggeranno le città e i civili ucraini”.

Ovviamente, un paese che per il momento dovrà fare a meno dei missili Patriot è la Svizzera. Questo è ciò che menziona “Scenario” Citato da diverse fonti anonime. Secondo il rapporto la vicina Germania ha firmato in autunno un contratto d’acquisto con gli Stati Uniti del valore di 300 milioni di franchi. Ciò includeva la consegna di missili guidati PAC-3 per il sistema Patriot.

Secondo il rapporto, il contratto prevede che gli Stati Uniti possano discostarsi dai termini di consegna concordati se sussistono motivi insoliti o impellenti per farlo e se vengono toccate le preoccupazioni per la sicurezza nazionale americana.

READ  Hadera, Israele: due morti in un attacco armato