Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

George Kofler riorganizza Social Chain AG come presidente

George Kofler riorganizza Social Chain AG come presidente

Düsseldorf Dopo “Il matrimonio dei leoni” c’è molto trambusto nella compagnia mista un anno dopo. Nell’ottobre 2021, DS Produkte è stata completamente acquisita da Georg Koffler e Social Chain AG. Ralph Dummel era uno dei due soci amministratori lì. I due investitori si sono incontrati come giurati nel programma dei fondatori di Vox “The Lion’s Den”.
Ma si scopre che il loro più grande accordo congiunto si è rivelato peggiore di quanto sperato. Grandi perdite spingono la Social Chain AG a ristrutturarsi. Ora ci sono conseguenze personali sorprendenti: George Koffler, ex presidente e maggiore azionista, diventerà amministratore delegato il 1° gennaio. Lo ha annunciato la società in un comunicato dedicato martedì sera.

Il 65enne sta prendendo in mano il processo di ristrutturazione. Koffler sostituisce Wanja Oberhof, che, come co-fondatrice, è una confidente di lunga data e in futuro guiderà attività di fusioni e acquisizioni negli Stati Uniti.

Ralph Dommel, 55 anni, lascia la carica di Direttore Prodotti, Vendite e Acquisti di Social Chain AG e si concentra ancora una volta sul Gruppo DS, come amministratore delegato unico. “I miei punti di forza risiedono nell’attività esecutiva diretta: rimboccarmi le maniche, trovare prodotti, guidare le innovazioni, organizzare le vendite su tutti i canali: questa è la mia vita”, afferma una dichiarazione disponibile esclusivamente per Handelsblatt.

Allo stesso tempo, Social Chain AG sta tagliando in modo significativo i costi e riducendo l’indebitamento a breve termine. Attraverso sinergie, un’organizzazione più efficiente e “risparmi significativi nei costi del personale”, i costi saranno ridotti del 30 percento nell’anno fiscale 2023. Una portavoce ha sottolineato in un rapporto di Hamburger Abendblatt che nel solo gruppo DS, circa 30 su 500 andrebbero persi Funzione .

READ  EnBW vuole risparmiare circa 180 milioni di euro entro il 2025

I migliori lavori oggi

Trova i migliori lavori ora e
Sarai avvisato via e-mail.

Recentemente, Social Chain AG ha impiegato quasi 1.000 persone. Con queste misure di risparmio, l’azienda sta reagendo al “contesto di mercato in forte cambiamento”. Koffler ha promesso agli azionisti che avrebbe guidato Social Chain AG verso un “futuro redditizio e sostenibile”.

Condividi Social Chain AG: il prezzo è sceso di quasi il 90% in un anno

La fusione delle due società è stata annunciata dai “leoni della TV” come perfetta: DS Products di Stapelfeld, vicino ad Amburgo, sviluppa e vende offerte speciali tramite sconti dal 1973. Fondata nel 2014, Social Chain AG vende diversi prodotti da materassi a noci e cosmetici tramite social media, influencer e negozi online. Anche gli esperti del settore hanno ritenuto la fusione strategicamente plausibile. “Il marketing diretto al consumatore tramite i social media sta diventando sempre più importante”, ha affermato l’esperto di business Gerrit Heinemann, professore alla Niederhein University of Applied Sciences.

>> Leggi qui: “Costa sangue, sudore e lacrime” – solo una startup tedesca su cinque è fondata da donne

Koflers Social Chain AG ha pagato più di 220 milioni di euro per i prodotti DS, 100 milioni in contanti e il resto in azioni. Kofler possiede attualmente la maggioranza delle azioni, con circa il 36%. Il “Nozze dei leoni” inizialmente ha entusiasmato gli investitori e ha fatto aumentare di un terzo la partecipazione di Social Chain AG. Quando è stato inserito nel Frankfurt Prime Standard un anno fa, il prezzo era di 54 euro. Il valore della società era di 620 milioni di euro.

READ  Allocazione del prezzo del gas: il Senato vuole risparmiare i clienti aziendali municipali

L’ex direttore dei media Koffler, che aveva già elencato ProSieben e Premiere, aveva grandi progetti: “Il passo per diventare un unicorno non è lontano”, disse all’epoca a Handelsblatt. Già nel 2023 le vendite dovrebbero passare dai 620 milioni di euro del 2021 a oltre 1 miliardo di euro. “Nei prossimi anni vogliamo lavorare fino a MDax”, ha detto.

Ma da allora, il prezzo dell’azienda e il mercato azionario sono diminuiti. Social Chain AG ha recentemente avuto una capitalizzazione di mercato di soli 92 milioni di euro. Il titolo ha perso quasi il 90 percento del suo valore nel giro di un anno. Il prezzo è recentemente sceso a meno di sei euro.

Perché la società risultante dalla fusione ha subito enormi perdite. Nella prima metà dell’anno, le vendite sono raddoppiate a 224 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a seguito dell’acquisizione del Gruppo DS. La perdita complessiva è invece passata da 8,7 a 51,6 milioni di euro.

La vendita di affiliati è inevitabile

Social Chain AG ha tentato di ristrutturarsi vendendo filiali. La società ha annunciato ad agosto che i materassi Ravensberger, la società di produzione DEF Media, lo specialista di marketing su Internet Bytepark e la società di produzione a marchio del distributore Walnut Clasen sarebbero stati venduti. Social Chain AG ha già venduto la sua quota di maggioranza nel rivenditore online Koro in primavera.

Le elevate passività ora rendevano necessaria anche la ristrutturazione del debito. Lo stesso Kofler rilancia le azioni di 36 milioni di euro. Complessivamente le passività finanziarie in essere sono state ridotte da 197 milioni di euro a 35 milioni di euro attraverso una linea di credito del Gruppo DS. Le passività a lungo termine sono ora di 233 milioni di euro.

READ  Nasdaq e S&P 500 massimi di tutti i tempi: Wall Street impollinata per i record

L’aumento dei prezzi delle materie prime, le interruzioni della catena di approvvigionamento e l’inflazione complicano l’attività di Social Chain AG. I consumatori tengono insieme i loro soldi. Gli articoli promozionali spesso rimangono sugli scaffali, cosa molto diversa dalla situazione durante una pandemia. I commercianti sono seduti in interi campi.

Social Chain AG aveva già rivisto le sue previsioni di vendita per il 2022 a 415 milioni di euro ad agosto. Il Chief Financial Officer Andreas Schneider ha annunciato all’epoca che la società sarebbe stata nuovamente redditizia nel quarto trimestre.

Non è chiaro se i due leoni appariranno di nuovo insieme nella prossima stagione dello show televisivo Founder. A differenza di Dummel, secondo un articolo del quotidiano “Bild”, Köfler non dovrebbe essere un giurato. Come capo della Social Chain AG, avrà molto da fare anche in futuro.

Di più: The Lion’s Den: molte startup sono già in bancarotta nonostante l’accordo