Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

G7 deriso: questa vignetta cinese offende l’Occidente

SSebbene il G7 e la NATO abbiano concordato nei loro recenti incontri, reagiranno in modo più coerente e unanime all’emergere di una Cina sempre più aggressiva nel mondo. Pechino ha già risposto minacciando le aziende straniere con un club permanente di sanzioni.

Ma il regime si arma anche di propaganda. Ora sta rispondendo alle recenti decisioni del G-7 con una cruda vignetta che prende in giro il G-7, l’Australia e l’India nel peggior modo possibile, ritratta sull’orlo della volgarità.

È stato pubblicato per la prima volta da un fumettista di nome Bantonglaoatang su Weibo, una versione cinese di Twitter. ma il Tempi globali, un giornale di propaganda del governo, lo ha ripreso e distribuito con ampie spiegazioni su cosa e come comprendere nella foto. Quindi si può presumere che rifletta l’opinione del governo.

Leggi anche

Trascurare enormi alleanze

L’immagine simula l'”Ultima Cena” di Leonardo da Vinci. Tuttavia, intorno al tavolo ci sono animali che dovrebbero rappresentare i rispettivi paesi. Il confronto tra animali da solo risveglia ricordi spiacevoli negli spettatori occidentali: nel corso della storia, gli stereotipi razziali sono stati trasmessi più e più volte, quindi qualcosa di simile ora è tabù. Almeno in Occidente.

Tuttavia, i sostenitori della Cina sono indolori. Per gli Stati Uniti, dovrebbe esserci un’aquila al centro dell’immagine originariamente dipinta da Gesù. C’è un gancio di ferro sotto il tavolo ai suoi piedi. Sul tavolo a destra e a sinistra ci sono due batuffoli di cotone macchiati di sangue. Ciò dovrebbe dimostrare che l’accumulazione di capitale negli Stati Uniti si basava sull’oppressione razziale, come spiega il Global Times.

READ  Israele: Biden esorta Netanyahu a "placare intenzionalmente" immediatamente

Davanti all’aquila c’è una stampante, la carta igienica è inserita su uno dei suoi lati. Dall’altro lato, sono mostrate banconote da un dollaro e accanto ad esse c’è una banconota. Questo, ovviamente, si riferisce al superamento della crisi con l’aiuto della stampa.

Leggi anche

(190112) - PECHINO, 12 gennaio 2019 (Xinhua) Una foto scattata il 20 dicembre 2018 mostra la prima fase del progetto della centrale nucleare di Taishan a Taishan, nella provincia cinese del Guangdong.  (Xinhua / Deng Hua)

Visto dall’osservatore, immediatamente a sinistra dell’aquila, dove sedeva Giovanni, il discepolo prediletto di Gesù, era posto un lupo con un cappello tricolore – questo dovrebbe rappresentare l’Italia. Tuttavia, il lupo distolse il viso dall’aquila e fece un gesto di difesa con la mano. Secondo il Global Times, questo dovrebbe dimostrare che il Paese non approva le iniziative statunitensi contro la Cina.

Dall’altra parte dell’aquila siedono un leone e un topo muschiato, che presumibilmente rappresentano la Gran Bretagna e il Canada. Musk indossa un cappotto rosso con un motivo a pianta di cannabis – un riferimento alla libera vendita di marijuana – e tiene in mano una piccola bambola. Secondo il “Global Times”, questo mostra presumibilmente Ming Wanzhou, chief financial officer di Huawei, che è stato arrestato in Canada con l’accusa di frode. La Cina ritiene che questa detenzione sia illegale.

Il gallo gallico può essere visto accanto a lui, ma è seduto relativamente non coinvolto e fa solo poche osservazioni. Alla sua destra, un elefante è seduto per terra, dove al buio si possono vedere siringhe e bombole di ossigeno, e di fronte a lui c’è una ciotola di riso con scritto “Aiutami” – questo prende in giro l’India e la sua battaglia fallita contro la pandemia di corona.

Taiwan è soggetta agli Stati Uniti

L’India non appartiene al G7, ma è chiaro che va denunciata – e questo viene fatto in modo particolarmente vile. Non è solo che l’epidemia che affligge l’India ha avuto origine in Cina. L’immagine prende in giro anche la povertà delle persone.

READ  Corona: un calcolatore britannico che mostra il rischio di vaccinazione per le persone infette – salute

Anche l’Australia non fa parte del G7, ma è stata immortalata anche nella caricatura, ovviamente sotto forma di canguro. Tiene i dollari sul tavolo in una mano, ma nell’altra tiene un sacchetto di monete cinesi. Secondo il “Global Times”, questo dovrebbe esprimere la “doppia faccia” degli australiani che vogliono trattare con la Cina, ma allo stesso tempo sostengono gli Stati Uniti nel loro atteggiamento nei confronti di Pechino.

Una rana in piedi su una tartaruga davanti al tavolo e che cerca di rubare qualche dollaro fa riferimento anche a un paese che non è tra i paesi del G7: Taiwan. Nel linguaggio propagandistico del Global Times, questo è il “potere separatista dell’isola di Taiwan, sempre soggetto agli Stati Uniti”.

Leggi anche

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer parla del più grande investimento

Nella metà sinistra dell’immagine c’è un cane Akita, un riferimento al Giappone. Versa il brodo verde agli altri nelle loro tazze – un simbolo delle acque radioattive del disastro di Fukushima, che il Giappone sta attualmente riversando in mare.

Solo tre animali rifiutano questa bevanda: il gallo francese, il lupo italiano e l’aquila, che è all’estrema sinistra, indossa un tailleur pantalone blu e appoggia le braccia sul tavolo: questo dovrebbe rappresentare Angela Merkel e quindi la Germania.

Questa posa si riferisce a un’immagine iconica del vertice del G7 del 2018, con Trump seduto su una sedia e tutti gli altri capi di governo in piedi intorno a lui. Merkel ha parlato con una giacca blu e ha appoggiato le braccia sul tavolo davanti a Trump, appoggiandosi direttamente a lei.

Leggi anche

Dipende dal mercato cinese: la nuova legge anti-sanzioni colpirà duramente l'industria automobilistica tedesca

Economia tedesca sconvolta

La Germania sembra assente e più preoccupata dei suoi problemi europei, commenta il Global Times sullo spettacolo.

READ  Afghanistan: il corteggiamento di Erdogan ai talebani

Il motto “Con questo possiamo governare il mondo” sta sopra l’intera scena – in questo modo possiamo ancora governare il mondo. Al contrario, sulle due pareti sullo sfondo, “Portiamo pace e ordine” e “Portiamo libertà e democrazia”. Questo dovrebbe mostrare la contraddizione tra l’affermazione e la realtà.

Tuttavia, mostra anche inavvertitamente la differenza per la Cina: il regime non rivendica nemmeno pace e ordine, libertà e democrazia.

Qui puoi ascoltare i nostri podcast WELT

Stiamo utilizzando il lettore del fornitore di podcast Podigee WELT. Abbiamo bisogno del tuo consenso per poter visualizzare il riproduttore di podcast e interagire con o visualizzare i contenuti di Podigee e di altri social network.

“Tutto in magazzino” è uno screenshot giornaliero del mercato azionario del WELT Business Editorial Team. Tutte le mattine dalle 7 con i giornalisti finanziari WELT. Per esperti di borsa e nuovi arrivati.Iscriviti al podcast suspotifyE ilPodcast di meleE ilmusica amazonE ilDeezer. o direttamente tramiteRSS Feed.