Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Finanziamento record per la società di biotecnologie ITM

Finanziamento record per la società di biotecnologie ITM

Il laboratorio di ITM

L’azienda di Monaco è riuscita a raccogliere oltre 200 milioni di euro dagli investitori.

(Immagine: ITM)

Francoforte In uno dei più grandi round di investimento privato dell’industria biotecnologica, ITM SE raccoglie 255 milioni di euro. Lo ha annunciato lunedì l’azienda biotecnologica di Garching, vicino a Monaco. Gestito da Temasek Holdings da Singapore, anche gli investitori Biontech Thomas e Andreas Strüngmann stanno investendo nella società per la prima volta attraverso la loro società di investimento Athos.

Il round di finanziamento è una buona notizia non solo per ITM, ma per l’intera industria biotecnologica tedesca. Perché la ricerca di nuovi capitali è ancora difficile per il settore dopo il boom della pandemia di Corona.

Il nome della società ITM sta per Isotope Technologies Munich. Fondata nel 2004, l’azienda sviluppa e produce terapie antitumorali di precisione in cui i radioisotopi sono combinati con le cosiddette molecole bersaglio specifiche del tumore, nonché la diagnostica appropriata.

La terapia mirata con radionuclidi è una nuova forma di trattamento del cancro. Gli isotopi riconoscono cellule tumorali definite con precisione e si legano alle strutture delle cellule tumorali, provocandone la dissociazione. L’obiettivo del trattamento è irradiare direttamente il tumore riducendo al minimo l’esposizione alle radiazioni del tessuto normale.

ITM ha attualmente diversi prodotti candidati nel suo portafoglio, che sono anche in fase di studio contro malattie difficili da trattare come tumori al cervello, cancro ai polmoni o alle ovaie e i cosiddetti tumori neuroendocrini, che derivano da cellule produttrici di ormoni.

Speculazioni sulla possibilità che ITM venga quotata al NASDAQ

D’altra parte, ITM vuole investire i soldi del round di investimento nell’ulteriore sviluppo di questo portafoglio. Il fiore all’occhiello dell’oncologia è un prodotto candidato chiamato ITM 11, che è attualmente in fase di valutazione in due studi clinici in fase avanzata nelle neoplasie del tratto gastrointestinale.

Inoltre, il denaro dovrebbe confluire nell’espansione della produzione. ITM produce radioisotopi per aziende farmaceutiche di tutto il mondo sin dalla fondazione dell’azienda e sta per completare un secondo impianto di produzione, che dovrebbe essere ufficialmente aperto alla fine di questo mese.

Secondo l’azienda, è il sito di produzione più grande al mondo per l’elemento radioattivo lutezio-177, che viene utilizzato nel trattamento del cancro. Vi saranno impiegati circa 200 dipendenti. In totale, ITM ha circa 500 dipendenti.

All’inizio dello scorso anno, la società ha fatto notizia su una possibile quotazione alla borsa tecnologica statunitense Nasdaq. Secondo una ricerca di Handelsblatt, all’epoca la società biotecnologica avrebbe potuto valere fino a 1,5 miliardi di dollari. Quando è stato chiesto da Handelsblatt, ITM non ha voluto commentare potenziali piani di mercato azionario o la valutazione della società.

Tuttavia, la società prevede di aprire una sede statunitense a Princeton, nel New Jersey. Oltre a Temasek e Athos, gli investitori nell’attuale round ITM includono Blackrock Alternatives, Qatar Investment Authority (QIA), Nextech e Carbyne. Il round consisteva principalmente in azioni primarie più una transazione di minoranza in azioni secondarie.

ITM ha già completato una serie di round di finanziamento più ampi negli ultimi anni. Nel 2021, ad esempio, sono stati raccolti circa 115 milioni di euro in due tornate. Uno dei primi investitori coinvolti poco dopo la fondazione dell’azienda è stato l’imprenditore Udo Johannes Vetter dell’omonimo fornitore di farmaci con sede a Ravensburg. Vetter è il Presidente del Consiglio di Sorveglianza di ITM.

Di più: Reperire capitali per le aziende biotecnologiche rimane difficile

READ  Brevità tardiva - aziende e mercati