Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Festival del Cinema di Venezia: Roberto Benigni è agghiacciante a Venezia – Intrattenimento

Roberto Benigni ha ricevuto il Premio alla Carriera alla Mostra del Cinema di Venezia Foto: GIACOMO MORINI / Shutterstock


Al Festival del Cinema di Venezia, l’attore e vincitore del premio onorario Roberto Benigni ha impressionato sul palco con un discorso speciale: una dichiarazione d’amore per sua moglie.

I giochi sono in corso e i tuoi primi occhi sono già pieni di lacrime. Roberto Benigni, 68 anni, mercoledì ha colpito profondamente il pubblico e i partecipanti alla Mostra del Cinema di Venezia con un discorso commovente.

L’attore e regista di Life is beautiful ha ricevuto il Leone d’Oro per il suo lavoro professionale. Nel tributo, la regista Jane Campion, 67 anni, ha paragonato la “gioia indomabile” dell’italiano a “una bottiglia di Prosecco traboccante”. Poi è arrivato Benny.

“Merito un gatto, non un leone!”

In un primo momento ha ringraziato le tante persone con cui ha potuto lavorare o grazie a loro – dal presidente italiano Sergio Mattarella (80) al direttore artistico del festival e attore Alberto Barbera (51), prima di balbettare amorevolmente i nomi di tutti i registi. che ha avuto il permesso di lavorare con loro e li ha anche ringraziati.

Guardando il leone d’oro nella sua mano, ha mostrato umiltà: “Merito un gatto, un gatto. Non un leone!”

Ma il ringraziamento più grande lo ha rivolto alla moglie, musa, compagna di lavoro e creativa: l’attrice e produttrice Nicoletta Brasci (61), conosciuta anche da “La vita è bella”: “Non posso dedicarti questo premio, perché questo premio appartiene già a tu ”, iniziò a dichiarare pubblicamente Benigni sull’amore. “Abbiamo fatto tutto insieme per 40 anni”. Nel misurare il suo tempo ci sarebbe stato solo tempo e tempo senza Brashi.

READ  Emily in Paris Star: Lily Collins ha detto di sì - gente



“Le ali sono tue”

Alla fine ha suggerito: “Possiamo condividerlo: prendo la coda e il resto è tuo. Le ali sono tue. Se qualcosa che hai fatto ha avuto successo, ti ringrazio, il tuo talento come rappresentante del tuo femminilità, la luce che irradi.”