Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Due società hanno aperto negozi online a Bocholter

Due società hanno aperto negozi online a Bocholter

Nel settembre 2018, Leon Wilmers e Jens Niehaus di Bocholt hanno fondato la loro startup MyKraut all’età di 18 anni, con la quale vendono miscele di erbe tramite un negozio online. Quasi tre anni dopo, sabato 18 settembre, i giovani imprenditori di Bocholt apriranno il loro primo negozio a lungo termine in Osterstrasse 4-6 (ex Alltours). Superficie di vendita di 40 mq.

“Stiamo aprendo nuovi orizzonti con il commercio off-line e, soprattutto, vogliamo far conoscere meglio il nostro marchio”, ha detto Wilmers in un’intervista al nostro giornale. Lui e il suo partner hanno avuto le loro prime esperienze nella vendita al dettaglio di forniture per ufficio più o meno nello stesso luogo in Osterstraße 32. All’epoca, hanno vinto un concorso di marketing cittadino e sono stati autorizzati a utilizzare il negozio vuoto come negozio temporaneo per tre mesi da ottobre a dicembre 2019 gratuitamente.

L’origine dell’azienda risiede a Bocholt

Un anno dopo, MyKraut ha aperto di nuovo il negozio lì per tre mesi. “Ma ora la fine è aperta. Il negozio dovrebbe essere il nostro flagship store, perché Bocholt è la nostra casa”, afferma il ventunenne. È qui che si trovano le origini dell’azienda, perché il nonno di Jens Niehaus, Heinz Niehaus, ha gestito per molti anni un orto. Tuttavia, l’azienda ora ha il suo ufficio e magazzino a Colonia. Oltre alle particolari ragioni del trasloco, hanno avuto un ruolo anche migliori opportunità di rete per avviare un’attività in una grande città come Colonia.

Wilmers dice che molti dei clienti di MyKraut provengono da Bocholt. “Ecco perché vogliamo offrire loro un punto di contatto permanente MyKraut su Osterstrasse in modo che possano provare i nostri prodotti in loco.” L’attività nel suo complesso è fiorente. MyKraut ora vende le sue miscele di condimenti dall’aspetto elegante nei paesi di lingua tedesca, vale a dire in Germania, Austria e Svizzera. “Ma siamo anche rappresentati in Edeka e Rewe ei nostri prodotti sono elencati in oltre 60 negozi di gastronomia”, afferma Wilmers.

READ  Aldi e Lidl: il marchio di detersivi può volare fuori portata

Il numero dei dipendenti è passato da 2 a 12 quest’anno. Aumenterà di più attraverso la vendita al dettaglio fissa. Perché MyKraut aprirà un altro negozio il 2 ottobre ad Essen. Un terzo punto vendita è previsto a Colonia. “Ma nessuna data è stata ancora fissata”, dice Wilmers.

Schmatzepuffer apre un negozio nella galleria

Schmatzepuffer, con sede a Bocholt, che in precedenza vendeva articoli per neonati e bambini online, ha aperto il suo primo negozio di cartoleria il 1° ottobre. “E ovviamente ne stiamo aprendo uno a Bocholt, perché siamo Bocholt e sosteniamo questa città e il sito”, afferma il presidente della società Frank Tenbrook in un’intervista al nostro giornale.

L’azienda, che è stata fondata dalla moglie Nadine a Welch nel 2011 come “mostra personale” e oggi impiega 56 persone, affitta un negozio di oltre 250 metri quadrati nella galleria commerciale. “Il negozio si trova accanto alla Müller Drogerie al piano terra e utilizza parte dello spazio precedentemente utilizzato per la decorazione. Il negozio è attualmente in fase di ristrutturazione di conseguenza”, riferisce Heiko Wagner, direttore di Shopping-Arkaden.

“Abbiamo affittato il negozio a lungo termine”, dice Tenbrook. C’è un certo rischio qui, perché c’è ancora il rischio che ci possa essere un’altra chiusura, che riguarderà in particolare i negozi fermi. Schmatzepuffer ha già avuto brutte esperienze a questo proposito. Perché all’inizio di febbraio dello scorso anno hanno aperto un pop-up store in Osterstraße, che Bocholt City Marketing ha messo a loro disposizione con l’aiuto del programma di finanziamento NRW. “L’abbiamo chiuso poco meno di quattro settimane prima della chiusura di Corona, per proteggere anche i nostri dipendenti”, afferma Tenbrook.

READ  Ricorda in Edeka e Rewe: Pericolo da un prodotto trovato in casa

Fai un’esperienza importante

Tuttavia, durante questo periodo ha maturato una significativa esperienza dall’online al retail. Cita come esempio il sistema di cassa, che doveva essere coordinato, e processi aziendali più personalizzati. “In termini di posizione e vendite, non è stato eccezionale.” Sebbene il negozio fosse ben frequentato, il tempismo non è stato dei migliori. Né Pasqua né Natale erano dietro l’angolo.

Gallerie commerciali ora in una posizione privilegiata. “Ci sono molti clienti che verranno a trovarci. Potrebbero fermarsi due volte. Il cosiddetto concept store ora raggiungerà anche coloro che non sono esperti di Internet o che generalmente preferiscono fare acquisti nei negozi tradizionali”, afferma Tenbrook. “Non vediamo l’ora di aprire”, ha detto il giovane adulto, 47 anni di Bocholt.