Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Dubai sta manipolando il tempo: “vaccinazione contro le nuvole” nella lotta contro il caldo

  • NSPatrick Friwahi

    Chiudere

Il caldo, la siccità e l’enorme quantità di acqua utilizzata danno fastidio a Dubai. Nello stato desertico, la pioggia viene generata artificialmente, il che ora sembra portare a piogge torrenziali.

Dubai/Reading – Gli Emirati Arabi Uniti devono fare i conti con un caldo soffocante e un’umidità immensa, soprattutto nei mesi estivi: le temperature tra i 40 ei 50 gradi sono la norma. Un altro problema con la popolare attrazione turistica di Dubai è l’elevato consumo di acqua: più di tre milioni di persone, molti vacanzieri, piscine di hotel e altri componenti dell’infrastruttura devono essere forniti di acqua potabile.

Dubai non può far fronte a questo carico di lavoro con mezzi naturali sotto forma di precipitazioni: il livello delle acque sotterranee dell’intero emirato è in costante calo e minaccia la prosperità delle persone. A Dubai piove a una velocità di 70 litri per metro quadrato, statisticamente circa un decimo della quantità specificata in Germania. Ma nel deserto non mancano le nuvole, anzi il caldo intenso fa sì che le gocce di pioggia evaporino prima che siano a terra.

Meteo Dubai: pioggia artificiale con droni e scosse elettriche

Da diversi anni, gli Emirati Arabi Uniti stanno cercando di trovare soluzioni alla situazione climatica stressante e si affidano anche all’esperienza di famosi istituti di ricerca all’estero. Il progetto di formazione della pioggia nasce da un progetto di finanziamento per l’Università di Reading in Gran Bretagna: utilizzare una scossa elettrica per generare artificialmente la pioggia.

La tecnologia “Cloud seeding” è stata utilizzata a Dubai, la più grande città degli Emirati Arabi Uniti, dal 2017. Nel corso di questo, sostanze chimiche come lo ioduro d’argento vengono rilasciate nelle nuvole dagli aerei, costringendo la formazione di gocce di pioggia più grandi (” condensazione delle nuvole”) – In modo che si verifichino più precipitazioni. Ma ora – e questo è l’ultimo sviluppo – le nuvole sopra Dubai vengono elettrificate.

Nubi pericolose sul Golfo Persico al largo di Dubai. Ma finora negli Emirati piove raramente.

© Frank Sorge / Imago-Immagini

Come il professor Martin H.P. Ambaum dell’Università di Reading immagine Ha spiegato che il lavoro era “esaminare il ruolo delle cariche elettriche nelle formazioni di pioggia”. Nello specifico, la siccità a Dubai viene combattuta con droni e scariche elettriche: le gocce d’acqua nelle nuvole vengono caricate di scariche elettriche, che dovrebbero farle fondere. Quindi gocce di pioggia più grandi e più pesanti cadono facilmente dal cielo e portano pioggia e acqua potabile alle persone a terra.

READ  Efficacia della vaccinazione Corona: età, sesso e peso corporeo (BMI) influenzano la protezione della vaccinazione

Dubai: manipolare il tempo ha un effetto — e l’equilibrio naturale?

Questa profezia si è avverata in modo impressionante pochi giorni fa: la regione desertica di Dubai e dintorni è stata colpita da piogge torrenziali apparentemente causate da piogge torrenziali. Secondo i rapporti, si trattava in realtà di “pioggia finta”:

come tale Golfo oggi Descrive, nell’ambito dei test meteorologici, 126 voli senza equipaggio con l’obiettivo di inseminare le nuvole dall’inizio dell’anno. Prima che le piogge torrenziali colpissero Dubai, c’erano 14 voli in cui i droni avrebbero potuto erogare la pioggia con una scossa elettrica. Anche le temperature nel frattempo si sono notevolmente abbassate. Il servizio meteorologico regionale ha pubblicato impressioni sui social network:

Quando il “cloud seeding” interferisce in questo modo con gli sviluppi meteorologici, sorge la questione degli effetti minacciosi dell’equilibrio naturale. La tecnologia moderna crea anche un pericolo? Il professor Ambaum dell’Università di Reading spiega: “Non puoi rispondere a queste domande con un sì o un no. È un problema complesso con molti punti di vista sfumati, ma non sono un esperto in materia”.

Il secondo paese più freddo della Terra ha recentemente registrato un caldo record. Con temperature superiori a 46 gradi, brillava “come nel deserto”. (NS)

Elenco delle liste di valutazione: © Frank Sorge / Imago-Images