Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Dopo l’incidente in barca in Italia: le vittime sono state evacuate in Germania

Stato: 09.03.2023 20:35

Alcuni dei rifugiati annegati vicino a Crotone, in Italia, alla fine di febbraio, hanno parenti in Germania. Otto corpi devono essere spostati venerdì. Nel frattempo, l’Italia ha annunciato sanzioni più severe per i trafficanti di esseri umani.

I corpi di otto persone saranno trasportati in Germania venerdì dopo un incidente in barca al largo delle coste dell’Italia meridionale che ha ucciso almeno 72 persone. Lo rende noto la circoscrizione amministrativa della città di Crotone. Le bare dei defunti sono ancora conservate presso il locale palazzetto dello sport.

Una persona è già morta in Germania

Diversi altri, compresi quelli provenienti dalla Germania, sono stati identificati dai parenti nei giorni scorsi. Il corpo di una vittima afghana era già stato portato in Germania a metà settimana.

Inoltre, il distretto amministrativo ha annunciato che un’impresa di pompe funebri tedesca avrebbe organizzato il trasporto di 16 corpi in Afghanistan attraverso la Turchia.

File di bare fiancheggiano la palestra di Crotone.

Immagine: AP

Polemica sulla sepoltura

Mercoledì il Viminale italiano ha voluto portare tutte le bare delle vittime al cimitero musulmano di Bologna. Protestando contro questo, la gente ha protestato bloccando la strada davanti al palazzetto dello sport.

In una discussione, si è convenuto che il parente più prossimo potesse decidere dove portare i corpi. L’Italia vuole pagare per i trasferimenti in altri paesi, ha detto.

Altre barche sono in viaggio verso l’Europa

Nonostante il naufragio della barca, molti hanno sfidato la pericolosa traversata del Mediterraneo. Secondo l’agenzia di stampa italiana Ansa, in sole 24 ore circa 1.350 persone sono arrivate in barca dal Nord Africa solo sull’isola di Lampedusa.

READ  Serie A: Trasmissione in TV e live streaming in Germania

La gente ha raggiunto la piccola isola in molte barche. Tra loro c’erano bambini. Persone provenienti da Siria, Yemen e vari paesi africani hanno iniziato nella città costiera tunisina di Sfax.

Due barche sono state coinvolte in un incidente mercoledì. Le navi della Guardia Costiera sono arrivate in soccorso. Dopo aver tratto in salvo dall’acqua 58 persone, le forze dell’ordine hanno recuperato anche il corpo di una giovane donna.

Morto in un incidente in barca in Tunisia

Secondo quanto riferito, anche una barca è affondata giovedì, questa volta al largo della costa tunisina, ha detto la Guardia nazionale tunisina. Si dice che almeno 14 persone siano morte, mentre 54 passeggeri sono stati salvati. Secondo la Guardia Nazionale, l’incidente è avvenuto di notte nella città costiera di Sfax, secondo la Guardia Nazionale Housamedin Zababli.

L’Italia ha annunciato sanzioni più severe per i trafficanti di esseri umani

Nel frattempo, il primo ministro italiano Giorgia Meloni ha annunciato pene detentive più severe per i trafficanti di esseri umani nel Mediterraneo dopo una riunione di gabinetto. In futuro, trafficanti di esseri umani e sostenitori dovranno affrontare fino a 30 anni di carcere per incidenti che comportano vittime durante attraversamenti irregolari. Maloney convocò il suo gabinetto nella città di Kutrow, sulle cui coste si verificò l’incidente.

“Volevamo lanciare un segnale simbolico e concreto”, ha detto Meloni a proposito del mandato penale più severo. “Voglio combattere e sconfiggere queste persone”, ha continuato il capo del governo. Il nuovo elenco di sanzioni non riguarderà solo i trafficanti di esseri umani e gli scafisti sorpresi sul territorio italiano o nelle acque italiane, ma in tutto il mondo.

READ  L'Italia sta investendo in un sistema ferroviario sul mare Adriatico