Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Dopo il glorioso 2021: l’Italia “superpotenza” minaccia imbarazzo nel 2022

Poco prima di Natale, l’Italia ha celebrato di nuovo l’anno sportivo 2021. Hanno vinto campionati europei di calcio, tra cui due medaglie d’oro velocista alle Olimpiadi e titoli di Coppa del Mondo e Campionati Europei.

Gli Azzurri non hanno mai regalato ai loro Diffusi un’annata così ricca. In un recente evento al Comitato Olimpico Nazionale (NOC), il primo ministro Mario Drago ha elogiato: “Hai fatto la storia, hai spazzato via l’intero paese”.

Già pensando ai giochi invernali in Cina a febbraio, la festa verde-bianco-rossa dovrebbe continuare tra neve e ghiaccio. L’estasi dell’Italia per il 2022 si mescola alla paura, perché un mese dopo la cerimonia di chiusura a Pechino, il Paese è minacciato da una grande occasione divertente: i calciatori orgogliosi e appassionati di EM potrebbero essere in una battaglia di qualificazione. Ha saltato il Mondiale per la seconda volta consecutiva.

“Che sogno”

“Che sogno” titolava “Cassette dello Sport” dopo la distruzione della qualificazione in diretta del Ct della nazionale Roberto Mancini ai Mondiali in Qatar a novembre. “Che sfortuna”, scriveva lo stesso quotidiano dopo il sorteggio dei playoff: a marzo l’Italia affronterà in casa la rivale più facile, la Macedonia del Nord. Tuttavia, nella possibile finale, Portogallo o Turchia aspettano all’estero.

“Spero che il 2022 sia migliore del 2021”, ha supplicato Mister Mancini, ben sapendo cosa significhi la mancata qualificazione. È un peccato che la cospirazione dei mercati emergenti del 2021 venga presto dimenticata.

Che grande estate calcistica è stata! Grazie al calcio d’attacco rinfrescante, gli assiri hanno deliziato i loro fan e l’intero continente. Con sette vittorie in sette partite, la squadra intorno al capitano Giorgio Sillini ha vinto il trofeo d’argento, che ha vinto dopo un’infrazione contro l’Inghilterra allo stadio di Wembley.

READ  Nations League: Italia ancora forte avversaria DFB: "Conoscenza delle proprie qualità"

Tanti momenti preziosi

Più di 40 medaglie italiane alle Olimpiadi di Tokyo, dopo la vittoria dei calciatori. Gli italiani non ne hanno mai abbastanza dei momenti d’oro: la trama dei 100 metri di Marcel Jacobs è caduta nelle mani del suo connazionale e campione di salto in alto Gianmarco Tampere mentre è uscito; Nella seconda vittoria in volata con una staffetta 4×100 metri; Nella medaglia d’oro a quattro dopo una rimonta mozzafiato nella finale contro la Danimarca; Altri successi nella camminata, nella vela, nel karate o nella canoa.

“Diffusi e io ci siamo messi dentro e ricordo tutte queste vittorie”, ha detto il primo ministro Drake. Poco dopo, la squadra paralimpica italiana ha conquistato 69 medaglie a Tokyo. Anche il presidente del CIO Thomas Bach si è congratulato con l’Italia per le recenti vittorie degli atleti, poiché Connie lo ha citato come “il più grande della storia”.

Altrove festeggiamenti biancoverdi: il tennista professionista Matteo Bertini è arrivato in finale a Wimbledon, dove è stato sconfitto da Novak Djokovic. Nella pallavolo, sia le donne che gli uomini hanno vinto il campionato europeo. Il ciclista professionista Sonny Golfrelli ha vinto la classica Parigi-Roupox dopo un’epica gara di pioggia ed è crollato con lacrime di gioia coperte di fango.

“Diventa una superpotenza nel gioco”

“Siamo diventati una superpotenza in gioco”, ha detto a un certo punto il quotidiano romano La Repubblica. “La competizione? È l’Italia? Ebbene, la vittoria è nostra”.

Al momento di questo commento, i calciatori erano ancora sulla buona strada per la qualificazione ai Mondiali. Ma poi si sono messi nei guai con quattro piste negli ultimi cinque turni di qualificazione e il Qatar ha perso il biglietto diretto per la Svizzera.

READ  Incidente in funivia in Italia: quanto sono sicure le ferrovie della Baviera? Visione di Tekernci

Se l’Italia sarà una potenza sportiva si vedrà per la prima volta alle Olimpiadi in Cina, ad esempio, con la portabandiera e sciatrice Sofia Gogia che diventerà la star dei Giochi. Ma la nuova immagine di sé della qualificazione calcistica è in grave pericolo dopo un po’.

© dpa-infocom, dpa: 211225-99-502157 / 2