Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona virus: il percorso armonioso dell’Italia attraverso il contagio

Stato: 02/11/2022 05:28

Alti tassi di vaccinazione, una certa resistenza, grande coesione sociale: l’Italia è stata finora sorprendentemente adattabile all’epidemia. Uno dei migliori sociologi del paese dice che ci sono ragioni per questo.

Di Jörg Seisselberg, ARD Studio Roma

Oggi la maschera cade all’aria aperta e le persone nel Paese la aspettano da giorni. Sarah, 42 anni, che gestisce un negozio di abbigliamento nel quartiere Trieste di Roma, ha dichiarato: “Sono felice di credere che questa sia la peggiore situazione del Paese in questo momento.

Jork Seiselberg
Studio ARD Roma

La richiesta della maschera, che l’Italia ha introdotto come primo Paese in Europa nell’aprile 2020, è stata interrotta solo per pochi mesi nel mezzo. Le autorità in Italia stanno esortando le persone a continuare a prendere sul serio il rischio del corona virus, nonostante l’attuale rilassamento.

Le restrizioni furono adottate senza molta resistenza

La fine odierna dell’obbligo della mascherina è un punto di svolta in Italia – Paese in cui la maggioranza della popolazione ha adottato restrizioni anti-governative senza grandi proteste. Una delle sociologi più famose d’Italia, Carmen Lecardi dell’Università Pico di Milano, afferma che la società italiana e come affronta le epidemie:

Abbiamo alzato le braccia. Ci siamo detti: supereremo insieme questa sfida, altrimenti non usciremo da questa difficile situazione.

Nonostante alcuni drammatici problemi sanitari ed economici, l’Italia ha superato la crisi in modo più armonioso di qualsiasi altro Paese. Questo è molto sorprendente perché la Roma ha preso un corso duro nella lotta contro il governo, fino al rilassamento appena iniziato. Il primo è stato il lockdown obbligatorio in Europa e la necessità di indossare le mascherine all’esterno, da ultimo la vaccinazione obbligatoria per molti gruppi professionali e per tutti coloro che hanno più di 50 anni.

READ  Mario Draghi abbatte le "riforme" dei populisti.

L’Italia è rimasta unita

Ma l’opposizione era sempre bassa. Ci sono ragioni per questa somiglianza nelle epidemie in Italia, afferma Lecari, ex presidente dell’Associazione sociologica europea: “È importante guardare all’inizio quando l’Italia è davvero sotto shock”.

A quel tempo, nella prima ondata della primavera 2020, il paese è stato colpito in modo più drammatico di qualsiasi altro paese in Europa. “In questa catastrofe, dovresti chiamarla così”, dice Lacardi. Una somiglianza, dice il sociologo, è che esiste ancora oggi.

Gli italiani sono prontissimi per essere vaccinati

Questo perché le regole indesiderabili come indossare una maschera all’esterno erano relativamente disciplinate. Secondo Lecardi, gli italiani hanno maggiori probabilità di essere vaccinati rispetto ad altri paesi europei:

È importante capire che le persone sono a rischio di un’epidemia. In questo caso: sopravvivere, non morire.

Se il vaccino si dimostra convincente che aumenta la sopravvivenza, “le persone sono pronte ad andare in quella direzione”.

Nuova fiducia nelle aziende

In termini di tasso di vaccinazione, l’Italia sta grattando il 90 per cento della popolazione di età superiore ai 12 anni in questi giorni. Questo, come dice Lacardi, ha qualcosa a che fare con la politica: «Soprattutto si è rinnovata la fiducia nelle istituzioni». La strategia antigovernativa del governo Tragi continua a ricevere buoni voti dal popolo e l’organizzazione del commissario straordinario del governo Figliulo sta ottenendo ampi consensi.

Lo shock della prima ondata drammatica, il senso di solidarietà tra persone e istituzioni, secondo molti, ha funzionato: I motivi per cui l’Italia è stata così buona durante le epidemie sono stati: Lacardi dice: “Sono stupito, come italiano e sociologo, che questa risposta del popolo italiano è stata molto forte durante la crisi”.