Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona test in Italia: la famiglia aspetta otto ore – nessuno si preoccupa della fine

  • DiStephanie Zipper

    Chiudere

Chi non è guarito o vaccinato dovrebbe mostrare un test negativo all’ingresso in Baviera. Per una famiglia olandese in vacanza in Italia, questo significa: stress.

Olandese / Bibion – La moglie di Stephen Roller, l’unica persona che giovedì scorso si è divertita a Bibion: le è stata fatta una doppia vaccinazione e ha passato tutto il giorno in spiaggia. Il marito e i tre figli (di 12, 13 e 15 anni) sono invece tornati alle 8 in cerca di ciò di cui avevano bisogno per il viaggio. Corona-Prova per testare. Una volta fatto ciò, non è una cosa facile da fare in Italia.

I vacanzieri olandesi devono andare al test Corona in Italia – la stazione di prova è completamente violata

Stephen Roller è già stato vaccinato due volte, ma il secondo vaccino non è tornato per 14 giorni. Il test è necessario per un 38enne e il suo bambino non vaccinato.

Di ritorno dalle vacanze: Melanie e Stephen Roller

. Privato

“Naturalmente, abbiamo ricevuto alcune informazioni in anticipo”, insiste il residente di Dachau. L’unica stazione di prova ufficialmente annunciata – Bibione Thermae – era al completo senza speranza; Inoltre il test, che costa 40 euro a persona, non è proprio economico.

Il tour operator chiama la stazione di prova Corona in Italia, che non c’è nemmeno

Il suo tour operator, l’Europa Tourist Group, gli ha detto che non c’erano altri posti di blocco: sebbene ci fosse in realtà una “Cardia Medica” in Via Maja 22, il vicino di vacanza di Roller di Transstein ha scoperto: “Questa struttura non esegue test”.

READ  Corona: L'Italia vuole riaprire ai turisti da metà maggio - a queste condizioni

Infine, dopo ulteriori accertamenti con gli organizzatori, i rulli sono stati inviati a un centro prove in Via Seppetti, in Portogallo, appena fuori Pibion. Il centro in realtà offriva gratuitamente anche i test corona, ma c’era un problema: la stazione di test era “purtroppo non progettata per il numero di turisti”.

Prima fila della stazione di prova Corona in Italia: otto ore di attesa per il test

Secondo Roller, è stato come fare la fila per “quasi 1200 persone”. “Eravamo al posto di blocco alle 8:20 del mattino e abbiamo visto la linea che raggiungeva già la strada, che ogni minuto era lunga diversi metri”. Il personale insiste che l’uomo del falegname è efficiente e cordiale.

Tuttavia, pochissimi membri del personale parlavano tedesco o inglese. Dopo un’attesa di quasi otto ore – fino alle 16:00! I quattro rulli hanno finalmente ottenuto i risultati dei test con il nome “Roblern”. Quindi, se questo è un punto interrogativo, “è accettabile anche se si verifica una restrizione” è l’opinione di Roller.

Corona test in Italia: nessuno vuole vedere la fine al confine

Guardando indietro, il 38enne ammira ancora quanto fosse tranquilla la folla nonostante l’attesa così lunga: “Abbiamo visto così tanti padri e madri addormentare i loro figli tra le loro braccia. Non c’era posto, niente acqua e solo un gabinetto. “

Alla fine, quando la famiglia è tornata in Germania dopo un viaggio di una settimana a sud, nessuno al confine ha chiesto loro del test della corona. Roller dice ancora: “Se avessi saputo che avrebbe funzionato così, non sarei mai andato”.

Non solo è divertente da guardare, i 38 anni vacanzieri in Italia sono in anticipo sul loro viaggio e, soprattutto, buoni nervi. Soprattutto da quando venerdì scorso sono entrate in vigore le nuove regole: da allora, solo le persone che sono state testate, vaccinate o guarite sono state ammesse all’interno, cioè nei negozi o nei ristoranti. Come far rispettare questa restrizione alla luce dell’esperienza di Rosler è un mistero: “Dove e come i turisti dovrebbero fare un test in questa situazione?” Cinque Rosler si stanno riprendendo dalle loro vacanze. Infine, il test corona è un test nervoso per tutti…

READ  Callus presenta Milano, un marchio di lusso made in Italy con standard di pona fides

Nostro Newsletter olandese Ti parla di tutti i progressi e i risultati della tua regione in vista delle imminenti elezioni federali e, naturalmente, di tutte le altre storie importanti della regione di Dachau.