Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona Stream: le mascherine devono diventare obbligatorie in macchina – Politica

In futuro sarà necessario portare con sé in macchina le mascherine. Il Dipartimento federale dei trasporti ha preso atto dell’inclusione delle maschere facciali nel progetto di modifica della norma DIN 13164, sostenuto dall’Associazione federale per la tecnologia medica, e ha accolto con favore la prevista attuazione della modifica della norma il prima possibile. Lo ha annunciato sabato una portavoce del Dipartimento federale dei trasporti nell’On-Demand Evangelical Press Service (EPD). Il Dipartimento federale dei trasporti intende quindi adottare la modifica degli standard con la prossima modifica delle normative sulle licenze stradali, ha affermato. All’inizio aveva Rheinische Post Ho parlato di lei.

Di conseguenza, ha scritto il giornale, le mascherine verranno aggiunte al contenuto specificato del kit di pronto soccorso in auto, camion e autobus. Chi non aggiungerà poi due mascherine al proprio kit di pronto soccorso dovrà affrontare una multa. Ad oggi, secondo il catalogo delle multe, si devono pagare cinque euro se la cassetta di pronto soccorso risulta incompleta. (25.09.2021)

Il danno scende a 60,6 – tasso di ospedalizzazione 1,58

Il Robert Koch Institute (RKI) ha riportato 7.211 nuovi test positivi. Sono 1.690 in meno rispetto a sabato una settimana fa, quando sono state segnalate 8.901 nuove infezioni. Il tasso di incidenza a sette giorni è sceso a 60,6 da 62,5 del giorno prima. Il valore indica il numero di persone ogni 100.000 abitanti che hanno contratto il coronavirus negli ultimi sette giorni. Altre 62 persone sono morte a causa del virus.

Il numero di pazienti con coronavirus ricoverati nelle cliniche per 100.000 residenti entro sette giorni è stato fissato da RKI venerdì a 1,58. Non è possibile effettuare un confronto settimanale o mensile a causa dell’elevato numero di iscrizioni tardive. Non è prevista una soglia nazionale, dal momento in cui la situazione può essere vista criticamente, al verificarsi di ospedalizzazioni, tra l’altro a causa di significative differenze regionali. Il massimo precedente era di circa 15,5 nel periodo natalizio. (25.09.2021)

Ad Amburgo club completi e ballare senza maschera è di nuovo possibile in 2G

Dopo lunghe restrizioni sull’epidemia di Corona, Amburgo toglie le mascherine: nei locali, bar, ristoranti, strutture culturali e sportive che partecipano al cosiddetto modello 2-G, dalla mezzanotte di sabato mattina non ci sono più restrizioni sul numero il visitatore o il partecipante all’evento.

READ  Carenza di vitamina D in inverno: cosa si può fare? | NDR.de - Guida

Quindi, dove possono entrare solo persone vaccinate e sane, si può fare festa, ballare, guardare film, teatro o unirsi all’emozione delle competizioni sportive senza spazi vuoti e senza mascherina fino all’ultimo posto. Tuttavia, è necessario raccogliere più dettagli di contatto e rispettare i concetti di igiene. Un’analoga legge sul contenimento è stata approvata venerdì dal Senato.

Inoltre, i venditori non sono tenuti a indossare una maschera nei mercati settimanali. Per i clienti, invece, la sua applicazione continua come nei supermercati. Inoltre, i certificati negativi del test dell’aura possono essere utilizzati solo dal datore di lavoro di persone che non sono vaccinate per scopi professionali, ad esempio per non andare più al cinema. In occasione di eventi sportivi, il flusso di visitatori in entrata e in uscita deve essere equilibrato. Se gli eventi si verificano al chiuso, dovrebbero essere disponibili sistemi di purificazione dell’aria. (25.09.2021)

Stiko raccomanda vaccinazioni parallele per corona e influenza

Le vaccinazioni contro la corona e l’influenza possono ora essere effettuate in un secondo momento sulla base della raccomandazione del Comitato permanente sulle vaccinazioni (Stiko). Consigliato da ottobre in poi. Il prerequisito è che il vaccino antinfluenzale sia un vaccino senza uscita. I vaccini inattivati ​​contengono virus o componenti virali inattivati. Secondo il Robert Koch Institute, i vaccini antinfluenzali approvati in Germania per bambini e adulti sono per lo più tali preparati.

Ha detto che le reazioni alla vaccinazione possono verificarsi più frequentemente con le vaccinazioni simultanee che con la somministrazione separata. Tuttavia, una vasta esperienza con i vaccini non Covid 19 ha dimostrato che la risposta immunitaria e gli effetti collaterali sono generalmente simili a quelli di una singola dose. Secondo Stiko, non ci sono risultati pubblicati per la Germania sull’uso simultaneo di vaccini corona approvati e altri vaccini senza uscita. Tuttavia, dati non pubblicati dal Regno Unito hanno mostrato un leggero aumento della reazione del corpo quando viene utilizzato contemporaneamente il vaccino contro l’influenza Covid-19.

Finora, Stiko non ha sostenuto un vaccino di richiamo contro la corona per gli anziani, sebbene gli anziani possano già ottenerlo in Germania. Tuttavia, una dose di richiamo con un vaccino mRNA è raccomandata per le persone immunocompromesse. Stiko sta attualmente lavorando a un caso studio di vaccinazione di richiamo per altre popolazioni. Nelle prossime settimane bisognerà prendere una decisione. Stiko è più cauta nella sua raccomandazione rispetto alla Conferenza dei ministri della salute. All’inizio di agosto, ho deciso che una dose di richiamo poteva essere utilizzata dall’età di 60 anni – già sei mesi dopo la vaccinazione completa e dopo “considerazione individuale, consiglio medico e decisione”. (24.09.2021)

READ  Una sostanza messaggera che protegge dalla psoriasi | All'estero

La maggioranza è contraria alla revoca di tutte le misure Corona

Secondo un sondaggio online condotto da YouGov per conto dell’agenzia di stampa tedesca, la maggior parte dei tedeschi è contraria a una rapida fine di tutti i requisiti Corona. Il 61% degli intervistati si è espresso contro l’immediata revoca di tutte le restrizioni. D’altra parte, il 33 per cento sarebbe favorevole.

La domanda era: “In Germania, circa il 62 percento delle persone è stato recentemente completamente vaccinato”. Tutte le restrizioni dovrebbero essere revocate dalla pandemia di Corona in Germania ora? Il 33 percento lo ha rifiutato categoricamente, con il 28 percento che ha risposto “piuttosto no”. Il 19% ha sostenuto l’abolizione e il 14% ha votato “piuttosto sì”. La più forte opposizione alla cessazione immediata di tutte le restrizioni è stata riscontrata negli anziani.

Secondo il Ministero federale della sanità tedesco, quasi il 64% delle persone è ora completamente vaccinato contro il coronavirus. La Danimarca ha recentemente revocato tutte le restrizioni sul coronavirus con un tasso di vaccinazione dell’83%.

Il presidente dell’Associazione dei medici legali dell’assicurazione sanitaria, Andreas Jasin, ha chiesto la fine di tutte le restrizioni sul coronavirus entro il 30 ottobre. Il governo federale lo ha respinto. “La controversia sull’abbandono di tutte le misure ignora completamente le preoccupazioni delle popolazioni che non possono essere vaccinate, in particolare tutti i bambini di età inferiore ai dodici anni”, ha affermato l’amministratore delegato federale della Child Protection Association Daniel Greene dell’editoriale. Rete tedesca (RND). “In questa pandemia, le preoccupazioni dei bambini non sono state comunque sufficientemente ascoltate”. Il dibattito attuale si unisce a questo esperimento. Ha visto il “Giorno della Libertà” come troppo rischioso. “Le conseguenze a lungo termine della malattia di Covid – soprattutto nei bambini – non sono ancora note. Ecco perché è ironico che si voglia esporre i bambini a questo rischio in modo incontrollabile”. (24.09.2021)

READ  Sonda solare: la sonda fornisce i primi film di eruzioni solari

La Costa Azzurra non è più nella lista delle zone a rischio corona

Da domenica, ad eccezione di alcuni territori d’oltremare, la Francia non sarà elencata come zona ad alto rischio dal governo federale. Come ultima regione francese in Europa, la regione Provenza-Alpi-Costa Azzurra, popolare tra i turisti, sarà rimossa dall’elenco dei rischi, ha annunciato venerdì il Robert Koch Institute (RKI). Ciò significa che tutte le regole di quarantena per i viaggiatori di questa regione non sono più in vigore.

Il paese dell’UE, la Slovenia, è stato invece classificato come zona ad alto rischio. Chiunque non sia stato completamente vaccinato o guarito e viaggi da lì deve essere messo in quarantena per dieci giorni da domenica. L’esenzione è possibile solo dopo cinque giorni con un test negativo. La Slovenia detiene attualmente la presidenza del Consiglio dell’Unione europea e ospita all’inizio di ottobre il vertice sui Balcani occidentali, al quale parteciperà anche il cancelliere Angela Merkel (CDU). Da domenica il piccolo Paese balcanico sarà l’unico membro dell’Unione Europea classificato come area ad alto rischio.

Altre nuove regioni ad alto rischio sono l’Etiopia e il Burundi in Africa e Saint Vincent e Grenadine nei Caraibi. Anche il Giappone e l’Africa occidentale, il Senegal, sono stati rimossi dall’elenco dei rischi.

I paesi e le regioni ad alto rischio di infezione sono classificati come aree ad alto rischio. Ma non sono solo i numeri dei contagi a essere decisivi in ​​questa materia. Altri criteri sono la velocità di diffusione del virus, il carico sul sistema sanitario o la mancanza di dati sullo stato di Corona. (24.09.2021)