Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona: RKI – Italia, Croazia, Polonia non sono più aree ad alto rischio

L’elenco delle aree a rischio si sta accorciando: lo ha annunciato venerdì il Robert Koch Institute (RKI). Altri 35 paesi e numerosi territori stranieri scompariranno dall’elenco delle aree ad alto rischio. – Non ne sono stati aggiunti di nuovi. Nel frattempo, solo 63 stati e territori d’oltremare sono elencati come aree ad alto rischio.

I vacanzieri dovrebbero essere particolarmente lieti che il livello di rischio per le destinazioni di viaggio popolari in Europa non sia più applicabile. Belgio, Bulgaria, Italia, Croazia, Polonia, Svezia e Ungheria non saranno aree ad alto rischio da lunedì. Ciò significa che i passeggeri e i bambini non vaccinati non devono essere isolati dopo il loro ritorno.

Anche destinazioni popolari come le Seychelles, Aruba, Bonaire e Curaோao sono state rimosse dall’elenco. Anche qui la regola 3G vale solo per l’ingresso nel futuro: chi non è stato vaccinato e chi non ha avuto bisogno di un test corona negativo per andare in Germania. La registrazione dell’ingresso digitale non è più necessaria.

Nuovo elenco RKI a colpo d’occhio

Aree che non sono più considerate aree ad alto rischio:

  • Albania
  • Antigua e Barbuda
  • Argentina
  • Australia
  • Bangladesh
  • Belgio
  • Belize
  • Stato Florinazionale della Bolivia
  • Bosnia Erzegovina
  • Bulgaria
  • Ecuador
  • Francia – Ministero degli Esteri francese della Guadalupa – enti locali di Saint Barthelemy e Saint Martin
  • Granata
  • Guyana
  • Iraq
  • Italia
  • Colombia
  • Kosovo
  • Croazia
  • Lussemburgo
  • Madagascar
  • Montenegro
  • Paesi Bassi – Aree d’oltremare del Regno dei Paesi Bassi Aruba, Bonaire, Curaோao, Sabah, Saint Eustatius e Saint Martin
  • Macedonia del Nord
  • Panama
  • Perù
  • Filippine
  • Polonia
  • Repubblica di Moldova
  • Santa Lucia
  • San Marino
  • Svezia
  • Serbia
  • Seychelles
  • Suriname
  • Ucraina
  • Ungheria

La classificazione o de-status dell’area ad alto rischio entrerà in vigore domenica 27 febbraio, a mezzanotte.

READ  Notizie - Notizie dalla tua zona

Non ci sono più aree ad alto rischio dal 4 marzo?

L’attuale gestione dei paesi da parte del Ministero Federale della Salute, del Ministero dell’Interno dell’Unione e del Ministero degli Esteri Federale nel classificare la corona come aree ad alto rischio potrebbe presto cambiare. Il governo federale vuole rendere più facile viaggiare all’estero durante l’era Corona.

Secondo una bozza di emendamento del ministro della Salute Carl Lauterback, quei paesi dovrebbero essere designati come aree ad alto rischio solo se hanno un ceppo corona con “proprietà patogenetiche superiori” rispetto alla variante omigran dominante nel paese. Tuttavia, il dibattito sulle nuove regole in Consiglio dei Ministri dell’Unione, previsto per mercoledì scorso, è stato rinviato per consultazioni interne con il governo. Il ministero della Salute ha affermato che le nuove regole dovrebbero entrare in vigore il 4 marzo, poco prima delle vacanze di Pasqua.

Attualmente, con oltre 100 nuove infezioni che si verificano ogni 100.000 cittadini in sette giorni, è più probabile che un paese o una regione classificata come area ad alto rischio riceva un avviso di viaggio dal Ministero degli Esteri federale. Possono essere presi in considerazione altri fattori, come il tasso di trasmissione, il tasso di ospedalizzazione e il tasso di positività ai test corona.

Questo tipo di classificazione è ora considerato da molti paesi come aree ad alto rischio in cui l’incidenza è significativamente inferiore rispetto alla Germania.

Regole di ingresso in Germania

La regola 3G si applica generalmente quando si entra in Germania: i passeggeri devono portare con sé una prova di vaccinazione, guarigione o un test corona negativo. Regole rigorose si applicano all’ingresso da aree ad alto rischio e aree di variazione del virus:

READ  ளுக்கு L'Italia per le orecchie tra podcast e internet radio - L'ENIT vi invita in un viaggio sonoro...

Registrazione online: Rigorosamente a Domanda di immigrazione digitale Completare. Le persone che sono state testate, completamente vaccinate e guarite devono caricare il loro test, vaccino o certificato di guarigione.

Dovere isolato: Chiunque entri in Germania da una zona ad alto rischio deve essere isolato in Germania per un massimo di dieci giorni senza essere vaccinato o curato. Il test gratuito è possibile dal quinto giorno. Anche i bambini dovrebbero essere isolati, tuttavia, i bambini di età inferiore ai sei anni non devono sostenere il test gratuito e l’isolamento termina automaticamente dopo il quinto giorno. Chiunque entri nel Paese da un’area infetta da virus deve essere isolato per 14 giorni. Vaccinati, guariti o bambini non fanno eccezione.

Obbligo di esame corona: chiunque entri nel paese da un’area di variazione del virus, indipendentemente dallo stato del vaccino, deve presentare un test PCR negativo prima di salire a bordo di un aereo. Inoltre, il Ministero Federale della Salute ha affermato che anche all’arrivo, ulteriori test PCR possono essere ordinati dal Dipartimento della Salute in aeroporto o in un luogo appartato/appartato. Questa regola si applica a coloro che sono stati vaccinati e a coloro che sono guariti. La certificazione 3G (vaccino, recovery o corona test) è sufficiente quando si entra da una zona ad alto rischio. Un test antigenico rapido può richiedere più di 24 ore e un test PCR più di 72 ore. I bambini di età inferiore ai sei anni sono esentati dall’obbligo di fornire la prova.

Elenco attuale delle aree ad alto rischio

Valido da domenica 26 febbraio a mezzanotte:

  • Egitto
  • Armenia
  • Azerbaigian
  • Australia
  • Bahrein
  • Barbados
  • Bielorussia
  • Bhutan
  • Brasile
  • Chile
  • Costa Rica
  • Danimarca, comprese le Isole Faroe e la Groenlandia
  • Dominica
  • Estonia
  • Finlandia
  • Francia e seguenti dipartimenti e territori esteri: Martinica, Nuova Caledonia, Reunion
  • Georgia
  • Grecia
  • Guatemala
  • Haiti
  • Iran
  • Islanda
  • Israele
  • Giappone
  • Yemen
  • Giordania
  • Kuwait
  • Lettonia
  • Libano
  • Libia
  • Liechtenstein
  • Lituania
  • Maldive
  • Messico
  • Monaco
  • Mongolia
  • Olanda
  • Corea del nord
  • Norvegia
  • Oman
  • Austria ad eccezione delle comunità di Mittelberg e Jungholes e della Rhys Valley nella comunità di Womb e Eben am Asenci
  • territori palestinesi
  • Palau
  • Paraguay
  • Papua Nuova Guinea
  • Portogallo comprese le Azzorre e Madeira
  • Romania
  • Russia
  • Isole Salomone
  • Svizzera
  • Singapore
  • Slovacchia
  • Slovenia
  • Siria
  • Tagikistan
  • Trinidad e Tobago
  • Repubblica Ceca
  • tacchino
  • Turkmenistan
  • உருகுவே
  • Venezuela
  • Vietnam
  • Cipro
READ  Presidentwahl in italiano: Keine schnelle Entscheidung in Sicht