Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Corona allo stremo?: dove sembra finita l’epidemia e dove no

Corona allo stremo?
Dove l’epidemia sembra essere finita – e dove no

di Kai Stubel

Il terzo anno di Corona in autunno. Ma quando finirà effettivamente l’epidemia? Negli Stati Uniti, il presidente Biden ne ha già annunciato la fine, nonostante il numero crescente di morti. Tuttavia, in altre regioni del mondo, ci sono già indicazioni che quest’ultima possa essere iniziata.

La pandemia di coronavirus è finita negli Stati Uniti, almeno se credi al presidente degli Stati Uniti Joe Biden. “L’epidemia è finita”, annunciare Pochi giorni fa in un’intervista televisiva. Questa potrebbe essere una scoperta sorprendente per gli stranieri, dato che gli Stati Uniti continuano a segnalare decine di migliaia di nuovi casi ogni giorno. Secondo il CDC, quasi 400 persone muoiono ancora lì ogni giorno a causa del Covid-19.

Lì, secondo lo storico della medicina Jörg Vogel Due possibili finali per la pandemiaEpidemiologico, quando un patogeno non è più un problema nei sistemi sanitari. O un incontro sociale, quando le persone non vogliono più sentirne parlare. Quest’ultimo sembra molto probabile nel mondo occidentale al momento. La guerra in Ucraina domina molto le notizie. Il Covid-19 viene segnalato raramente. Nell’ultima riunione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, l’epidemia – a differenza dell’anno precedente – ha giocato solo un ruolo minore. Ma la fine dell’epidemia è davvero vicina?

Il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus: “Non siamo mai stati in una posizione migliore per porre fine alla pandemia”.

(Foto: imago / Immagini SNA)

Corona è in declino in tutto il mondo, almeno secondo rapporto recente Organizzazione Mondiale della Sanità OMS. In tutte le regioni del mondo, il numero di casi segnalati è in calo o almeno stagnante. Il capo dell’Organizzazione mondiale della sanità, Tedros Adhanom Ghebreyesus, era fiducioso qualche giorno fa: “Non siamo mai stati in una posizione migliore per porre fine all’epidemia”, ha affermato.

Un gran numero di casi in Asia orientale

Ci sono sempre grandi differenze a seconda della regione del mondo. Più di un milione di nuovi casi sono stati ancora registrati in Europa nella settimana dal 12 al 18 settembre. In Asia orientale ce n’erano più di 1,4 milioni. Il Giappone in particolare ha avuto un impatto enorme con oltre 600.000 nuove infezioni. La Corea del Sud, che è stata a lungo considerata un paese modello nell’affrontare l’epidemia, ha registrato quasi 400.000 casi nella suddetta settimana. Sembra ancora molto, ma anche il trend è in calo.

In Africa, invece, Corona non è più un problema. Il continente di oltre un miliardo di persone non ha nemmeno segnalato 7.000 nuove infezioni nella stessa settimana, su ciò che l’Austria ha riportato l’ultimo giorno. Allo stesso tempo, il calo per l’Africa è stato di oltre un terzo rispetto alla settimana precedente. Il Sudafrica, che ha attraversato più ondate durante la pandemia, ha recentemente riportato alcune centinaia di nuovi casi al giorno.

Tuttavia, in Africa, ci sono meno test per motivi strutturali, quindi gli esperti presumono che ci sia un gran numero di casi di corona non rilevati. Tuttavia, qual è l’indicazione che l’epidemia si sta già allontanando nel continente: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il numero di decessi segnalati relativi al Covid-19 è il più basso dall’inizio dell’epidemia. Quasi 40 decessi per corona sono stati registrati in una settimana. Durante le grandi ondate del 2020 e del 2021, ci sono state più di cento volte quel numero.

Negli Stati Uniti, il desiderio domina

Negli Stati Uniti, invece, la fine dell’epidemia sembra essere stata finora di natura sociale. L’epidemiologo statunitense Michael Osterholm ha detto alla rivista sanitaria online che le persone sono “sopra l’epidemia” statistica. “Vuoi mettertelo alle spalle.” A suo avviso, questo è anche il modo in cui dovrebbe essere intesa l’affermazione del presidente Biden secondo cui la pandemia è “finita”. Tuttavia, in termini epidemiologici, l’epidemia negli Stati Uniti è ancora in pieno svolgimento: negli ultimi tempi il numero dei decessi è nuovamente leggermente aumentato e il Covid-19 è ancora la quarta causa di morte negli Stati Uniti.

E la Germania? Il tasso di infezione in questo paese rimane a un livello elevato. Tuttavia, il numero di pazienti in terapia intensiva è la metà del numero di pazienti nello stesso periodo dell’anno scorso. Ogni giorno si registrano circa 100 decessi. Fino ad ora Quasi il doppio delle persone sono morte per Covid-19 quest’anno rispetto all’intero anno precedente. Il Robert Koch Institute non vuole ancora dare tutto chiaro: nonostante il numero di casi attualmente stabile, la pressione dell’infezione nella popolazione generale rimane elevata in tutte le fasce d’età, secondo l’attuale rapporto settimanale RKI. Ma nel dibattito pubblico anche il Covid è attualmente marginale.

Quando finirà la pandemia di Corona nel mondo? Può essere difficile determinare la data esatta. Perché gli esperti presumono che Sars-CoV-2 non andrà più via, ma diventerà endemico. Da quando si è verificato esattamente questo momento – difficile da dire. Tuttavia, l’Organizzazione Mondiale della Sanità potrebbe almeno dichiarare la fine dell’epidemia ad un certo punto. Dichiarando la fine dell'”emergenza sanitaria internazionale” in vigore da gennaio 2020.

‘Fine incombente’

“Non siamo ancora lontani, ma la fine è vicina”, ha detto pochi giorni fa il capo dell’Oms Tedros. “Una maratoneta non si ferma quando il traguardo è in vista. Corre con più determinazione, con tutta l’energia che le resta. Dobbiamo fare lo stesso”. Altrimenti, c’è il rischio di nuove varianti virali, più morti e maggiore incertezza, secondo Tedros. L’Organizzazione Mondiale della Sanità invita quindi tutti i Paesi a continuare i test e, soprattutto, le vaccinazioni. Gli anziani e gli operatori sanitari in particolare dovrebbero essere vaccinati al 100%. In generale, ogni paese dovrebbe mirare a vaccinare il 70% della sua popolazione.

Forse un segno di speranza: il ministro federale della Sanità Karl Lauterbach, infatti uno dei maggiori avvertitori e pessimisti in merito al Sars-CoV-2, ha recentemente espresso la sua fiducia su Twitter: “Molti si chiedono: il Corona non finisce mai? Quando arriveranno gli endemici ??” ha scritto a Lauterbach non è questo autunno – non funzionerà senza efficaci misure preventive. Ma: “A lungo termine arriveranno vaccini che proteggono da molte varianti e infezioni. Suppongo che sia la fine”.

READ  Turchia: otto morti in incendi boschivi - salvataggio con barche