Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Continua la mobilitazione: il piano di morte di Putin per le sue reclute | Politica

Putin sta mentendo sul fatto di essere stato reclutato come soldato.

Il signore della guerra ha detto nei giorni scorsi che voleva radunare 300.000 soldati, ma alla fine il numero era 318.000 perché molti volontari si erano offerti volontari. Ma soprattutto metterlo in A proposito di imballaggio: “Sì, è finita. Il punto finale è stato raggiunto”.

Ma questo non è vero. In effetti, pone le basi per una maggiore mobilità e furtività. “Dobbiamo prima considerare qualsiasi dichiarazione pubblica fatta da Putin come un tentativo di mentire a noi stessi”, spiega l’esperto russo Sergei Somlini.

Dice a BILD: “Il termine mobilitazione parziale è stato fuorviante fin dall’inizio. Non è mai stato possibile mobilitare tutti gli uomini in età lavorativa. Ogni mobilitazione è mobilitazione parziale”. Sumlini presume che la mobilitazione sia ancora in corso e sarà molto più ampia di prima Russia affermazioni.

La ricerca dei data scientist, secondo Sommlini, indica che il numero dei matrimoni è aumentato notevolmente. “Negli ultimi tre mesi, ci sono stati altri 500.000 matrimoni in Russia. Se i soldati muoiono in guerra, le mogli sopravvissute ottengono un risarcimento”, spiega l’esperto.

Ciò indica che negli ultimi mesi sono stati reclutati più di 500.000 russi. Perché: non tutte le reclute si sposano e alcune sono già sposate.

“Putin manda i soldati dritti alla morte”

Una cosa è chiara: Putin non ha firmato un decreto per porre fine alla mobilitazione. Secondo il suo portavoce Dimitri Pesko, ciò non era necessario. Ma: Putin ha firmato discretamente decreti per estenderlo in modo da poter reclutare più uomini.

READ  NATO: Svezia e Finlandia chiedono formalmente l'adesione

► Secondo un’analisi dell’American Research Center “Institute for the Study of War” (ISW), ciò include l’ampliamento della posizione del soldato per includere uomini che prestano servizio in formazioni di volontari – e allo stesso tempo coloro che creano incentivi per il servizio di volontariato, ad esempio attraverso eccezioni al servizio di front service. W: Putin ha firmato un decreto che consente ai funzionari russi di mobilitare i criminali condannati per reati gravi.

I resoconti di soldati caduti nei media locali russi suggeriscono che l’aspettativa di vita di quelli arruolati è di una o due settimane. I giornali locali scrivono una bozza della data e della data della morte nei loro rapporti sui soldati. Poi c’è la z. B. Tenuto il: 20 settembre, rilasciato il: 1 ottobre, dice Sumlenny. Ci sono molti casi simili.

All’esperto è chiaro che: “Putin sta cercando di guadagnare tempo. Ha pagato per questo tempo nella vita dei suoi sudditi. Se è l’attacco Ucraina Non rallentando con migliaia di cadaveri, perse il fianco meridionale. Putin manda i soldati arruolati direttamente alla morte”.

Smelny: “Tuttavia, molti russi lo ignorano. Sono persino felici di essere chiamati. La propaganda russa ha molto successo con queste persone.

“Putin dovrà ancora mobilitarsi”

A quanto pare, Putin vuole anche ridurre le tensioni sociali sul fronte interno fingendo la fine della mobilitazione. Perché è crollato da quando la mobilitazione è stata annunciata a fine settembre.

Secondo i dati ucraini, la Russia perde circa 600-800 soldati al giorno. Anche questo non sorprende, dal momento che i soldati vengono inviati al fronte senza alcun addestramento, spiega Somlini.

READ  News ticker sulla guerra in Ucraina di martedì (3 maggio): quanto è sano Putin? L'operazione per il cancro potrebbe essere successiva al D-Day.

La sua conclusione: “Putin dovrà ancora mobilitarsi. La Russia ha perso più di 70.000 soldati. Per fare un confronto: 10 anni in Afghanistan sono costati all’Unione Sovietica, molto più grande, 15.000 soldati”.

Voci di una seconda mobilitazione ufficiale

Ora i media russi dell’opposizione indicano che le autorità e le aziende potrebbero prepararsi per una seconda ondata di mobilitazione dopo l’imminente convocazione annuale, che è stata posticipata di un mese. I governanti di Rostov, Kursk e Voronezh Oblast ne hanno già parlato.

In ogni caso, ISW ha scritto: se Putin si mobiliterà segretamente o a un certo punto scatenerà una seconda ondata di reclutamento, gli sforzi del Cremlino per trovare abbastanza uomini per la guerra sono chiari.

È anche chiaro che, oltre alla mancanza di esperienza di combattimento, anche l’esercito russo è scarsamente attrezzato. Si dice che manchino sacchi a pelo e vestiti per l’inverno e le reclute debbano pagare di tasca propria i giubbotti antiproiettile.

I russi continuano a ritirarsi

Il ritiro russo continua, scrive Ipi, nella regione di Luhansk (Liman, Svatovo e Kremina) e intorno alla grande città di Kherson. Le nuove reclute, con il loro scarso addestramento, non potevano fare altro che rallentare gli attacchi ucraini. Nemmeno nella città faticosamente uccisa di Bakhmut, dove la situazione a volte sembrava più favorevole ai russi, non stanno facendo progressi tangibili.

Il filmato mostra l’esercito russo che commette continuamente gli stessi errori, come non essere completamente coordinato e Combattono senza alcuna copertura di fanteria.