Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Con le case a un euro contro l’esodo rurale

Con le case a un euro contro l’esodo rurale


Rapporto

Al: 31 marzo 2024 9:36

Una casa a un euro: con questa offerta sempre più comuni italiani lottano contro lo sfratto rurale. Il modello ha avuto successo in un villaggio della Toscana.

Verina Schalter, ARD Studio Roma

La strada serpeggia stretta su per la collina. Una volta in cima, ti aspetta una vista mozzafiato sul paesaggio montano della Garfagnana in Toscana. Qui c'è un piccolo borgo chiamato Vergemoli parzialmente scavato nella nuda roccia. Fa parte del comune di Vergemoli di Fabbriche. Chi cerca la natura e la pace qui la troverà.

Ma il sindaco Michele Giannini teme che qui la situazione resterà troppo tranquilla per molto tempo. “La mia comunità ha 700 residenti, ma 50 anni fa erano più di 3.000”, dice Gianni. Poiché così tante persone se ne sono andate, molte case sono rimaste vuote e fatiscenti. Il sindaco spiega che sono un segno dell'esodo rurale: “Le case vuote significano che qui vivono poche persone. Se sono poche persone, sempre meno bambini vanno a scuola, le scuole chiudono”.

Le case a un euro sono spesso più forti Requisito di allineamento

Per fermare questa tendenza, circa dieci anni fa hanno avuto un'idea: la comunità ha acquistato case sfitte da proprietari che se ne erano andati o non avevano soldi per ristrutturare gli edifici. Poi hanno messo di nuovo in vendita queste case al prezzo simbolico di un euro, proprio come la vecchia casa di pietra dove ora si trova il sindaco Giannini.

La vecchia porta di legno è troppo marcia per essere aperta. Giannani, che prima di diventare sindaco lavorava a tempo pieno nella Guardia di finanza, si affretta a buttare giù la porta. “Stai attento”, dice prima di entrare. All'interno la casa somiglia a un rudere, un residuo di un'altra epoca. Di fronte alla porta d'ingresso si trova una nicchia nel muro, nella quale si trova la figura di Sant'Antonio, e alla sua destra è appeso il ritratto scolpito di un giovane soldato – a giudicare dall'uniforme, risale all'inizio del XX secolo.

READ  ESC martello! Di tutte le persone che vuole gareggiare in Italia nel 2022

Il ritratto di Sant'Antonio e del Soldato appare quasi intatto in questa casa: “Come potete vedere, il tetto è crollato. Se la casa resta vuota per altri otto o dieci anni, crolleranno anche i muri”. Nel borgo medievale le case in pietra venivano costruite una dopo l'altra, il che era molto pericoloso. Vendere una casa per un euro va bene, ma chi vuole comprare qualcosa del genere?

Prezzi dei terreni Alta in Toscana

Il piccolo paese di Fabbriche di Vallico è a circa mezz'ora di macchina. Anche lui appartiene alla comunità del sindaco Giannini. Paolo Giusti ha comprato una casa qui per un euro. Indica una lastra di pietra eretta davanti alla casa. “Questa casa risale al 1731, quindi ha quasi 300 anni”, dice Giusti.

Ma la casa ora sembra più fatiscente di una casa da sogno toscana. Giusti ha grandi progetti: vuole trasformarlo in un piccolo albergo, e ha già avviato i lavori di ristrutturazione. “Quando l'ho comprato rischiava di crollare, quindi la prima cosa che abbiamo fatto è stata sostituire il tetto.” Vuole finire al più tardi entro il 2025 e deve investire almeno 100.000 euro. Per lui è comunque un buon affare, visto che in Toscana solo i terreni edificabili sono molto costosi.

Sono già state vendute circa 100 case

Anche il sindaco è contento: Giannini dice che tutto è meglio delle case vuote e fatiscenti. Hanno già venduto un centinaio di case, circa la metà a un euro. Altre case sono decisamente più costose: a seconda del loro stato, le case possono essere vendute tra i cinque ei ventimila euro.

READ  Italia: Medici Senza Frontiere & ResQ salva 200 rifugiati nel Mediterraneo

La community aiuta gli acquirenti con la burocrazia e li aiuta a trovare architetti e imprese di costruzione. Unico requisito: le facciate delle case devono essere preservate nel rispetto dell'aspetto storico del luogo.

Un euro case in tutta Italia

Il sindaco Giannini afferma che qui sono stati aggrediti anche stranieri, tra cui un inglese, una famiglia danese e un brasiliano. Avranno realizzato il loro sogno di possedere una casa per le vacanze.

Ma ce ne sono altri che vogliono essere permanenti. “Qui si sono già stabilite più di 50 persone, comprese famiglie con bambini”, dice Giannini. Dopotutto, l’iniziativa dell’euro ha stimolato l’economia, perché una casa come questa ha bisogno di essere rinnovata e mantenuta.

In tutto il Paese negli ultimi anni sempre più comunità hanno aderito all'iniziativa: attualmente le case sono in vendita in circa 70 comunità a prezzi a partire da un euro. A Vergemoli di Fabbriche l'iniziativa ha portato nuova speranza al paese. Qui è nato un bambino per la prima volta negli ultimi 10 anni.

Verena Schälter, ARD Roma, tagesschau, 25 marzo 2024 11:13