Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Circa 76mila nuovi feriti: la Germania denuncia la morte di 100mila a Corona

Quasi 76.000 nuove infezioni
La Germania denuncia 100.000 morti per Corona

La Germania ha ora ufficialmente più di 100.000 morti a causa della corona. La vaccinazione ha rallentato la morte, ma non c’è fine in vista. Al momento, ogni giorno si aggiungono più di cento morti in più. Nel frattempo, anche il numero di nuovi contagi ha raggiunto un nuovo livello.

Il numero di persone morte a causa oa causa di Corona in Germania ha ufficialmente superato la soglia dei 100.000. Le autorità sanitarie hanno segnalato 351 morti in più per RKI, il totale dall’inizio della pandemia è ora di 100.119.

Secondo l’RKI, la maggior parte dei decessi per corona si è verificata lo scorso inverno con oltre 1.000 casi segnalati ogni giorno. Al momento il tasso di mortalità è molto più basso, anche se ci sono più contagi. Il tasso di infezione a sette giorni ha raggiunto un nuovo massimo di 419,7 giovedì e per la prima volta più di 70.000 nuove infezioni sono state trasferite a RKI. Ci sono stati 75.961 casi in 24 ore.

Il fatto che ora muoiono meno persone infette è dovuto principalmente al fatto che gran parte della popolazione viene vaccinata, specialmente tra gli anziani, che hanno maggiori probabilità di contrarre malattie gravi. Reinhard Posey dell’Università tecnica di Berlino ha recentemente spiegato che la percentuale di pazienti infetti trattati in terapia intensiva è scesa dal 6% nella prima ondata allo 0,8%. Una volta che sei in terapia intensiva, spesso è troppo tardi per te. Secondo Stefan Kluge, direttore della Clinica di medicina di terapia intensiva presso il Centro medico universitario Hamburg-Eppendorf, il tasso di mortalità varia dal 30 al 50 percento.

Per mantenere costantemente basso il numero di decessi per corona, molte più persone in Germania devono essere vaccinate. Se non ci sono progressi e senza misure più rigorose, la Germania deve prepararsi ad almeno 100.000 morti in più a causa della corona “prima che la strada giusta si calmi”, Lo ha detto all’inizio di novembre il virologo berlinese Christian Drosten. “Questa è una stima prudente”. La cifra è stata ricavata confrontandola con la Gran Bretagna.

Secondo l’RKI, le statistiche includono i decessi per i quali vi sono prove di corona confermata in laboratorio e coloro che sono morti in relazione a questa infezione. Di conseguenza, vengono registrate le persone decedute direttamente dalla malattia e quelle con malattie pregresse per le quali non è stato possibile determinare in modo definitivo la causa della morte.

Altri paesi industrializzati sono stati più colpiti

Rispetto ad altre nazioni industrializzate, la Germania fa ancora relativamente bene, come mostrano i dati della Johns Hopkins University (JHU) di Baltimora. Ci sono significativamente più morti ogni 100.000 abitanti in Gran Bretagna, Francia, Spagna, Gran Bretagna e Italia.

Gli Stati Uniti hanno quasi il doppio del numero di morti per corona per 100.000 abitanti della Germania e la Bulgaria più di tre volte. Al contrario, la Danimarca ha finora meno della metà del numero di decessi per corona per 100.000 abitanti rispetto alla Germania. Tuttavia, va notato che i numeri consentono di effettuare confronti solo in misura limitata a causa dei diversi sistemi di segnalazione.

E il numero totale di morti in Germania? A metà ottobre 2020, secondo l’Ufficio federale di statistica, la differenza nel numero di decessi è aumentata rispetto al valore medio degli anni precedenti, parallelamente all’aumento del numero di casi di Covid-19 confermati in laboratorio. A dicembre, il numero dei decessi è stato del 32% superiore alla media degli anni precedenti. All’inizio del 2021, sono tornati lentamente. Da settembre il numero dei decessi è nuovamente aumentato.

Nella prima metà di novembre 2021, il numero di decessi è stato stimato tra il 16 e il 17% al di sopra della media. “Il bilancio delle vittime di Covid-19 spiega solo in parte questo sviluppo”, ma gli statistici lo limitano. Fondamentalmente, il numero di decessi oscilla fortemente, ad esempio, una forte influenza o ondate di calore estivo possono avere un impatto significativo sugli eventi.

Secondo le statistiche del Max Planck Institute for Demographic Research di Rostock, nell’ultima settimana di ottobre di quest’anno sono morte circa 20mila persone, circa 3000 in più rispetto alla media tra il 2010 e il 2019. Nell’ultima settimana di dicembre 2020, la differenza è stata uguale. Più di 8.000. Il ricercatore MPI Dmitriy Zhdanov ha stimato che il numero totale di persone registrate in eccesso di mortalità nel 2020 rispetto al 2010 al 2019 è di 77.000. Per fare un confronto: secondo l’RKI, il numero di morti per corona era di circa 33.000 alla fine del 2020.

Nota: i numeri RKI di solito differiscono leggermente dai dati di stato che ntv.de fornisce ogni giorno la sera. Il team di dati di ntv.de ha accesso diretto ai numeri di registrazione degli stati federali, pubblicati dai ministeri e dagli enti locali. D’altra parte, RKI aderisce ai canali di segnalazione prescritti dalla legge, che possono portare a ritardi.

Inoltre, i relativi valori giornalieri definiscono diversi periodi di registrazione: l’assessment ntv raccoglie le informazioni sul paese che vengono pubblicate entro la sera e le utilizza per calcolare lo stato giornaliero del numero di casi segnalati, che di solito viene pubblicato dalle 20:00 in poi . D’altra parte, il sistema di punteggio RKI tiene conto delle segnalazioni ricevute fino a mezzanotte, con lo stato dei dati attuali annunciato la mattina successiva.

READ  Burkina Faso: Antonio Guterres condanna l'attentato che ha ucciso più di 130 persone