Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Chi ha dormito peggio stanotte: Valtteri Bottas

Valtteri Bottas non è riuscito a fare un gran colpo nei suoi cinque anni alla guida della Mercedes

Ingrandisci

Cari lettori,

Valtteri Bottas ha avuto esattamente un lavoro al Gran Premio d’Olanda a Zandvoort: fare “blockas” e fermare Max Verstappen così Lewis Hamilton si presenta da dietro al DRS e forse c’è una possibilità dopo tutto, una vittoria vittoriosa in casa e grande per bloccare il buff partito.

Ora, ovviamente, si potrebbe obiettare che il pacchetto Verstappen e Red Bull nella gara di ieri era semplicemente più veloce del pacchetto Hamilton e Mercedes, motivo per cui Verstappen ha vinto e riconquistato il comando del campionato. Anche questo è vero.

Ma Bottas ha fallito nel suo unico lavoro davvero importante in questa gara.

Era il giro 29 quando Verstappen si presentò a casa sua. Bottas Soft ha percorso 29 giri, Verstappen con una media di appena otto giri. Un vantaggio per l’eroe locale, ovviamente.

Ma a Zandvoort, come hanno dimostrato le gare di telaio e i primi 28 giri, non ci sono praticamente divieti di sorpasso. Se la persona di fronte a te non è così goffa, semplicemente non puoi superarla. Bisogna crederci.

In che modo Bottas ha fallito nella sua missione?

29° round del Gran Premio. Bottas guida in modo pulito e regolare attraverso la curva tre, banca con cui la Mercedes ha lottato nel fine settimana. È chiaro che Verstappen potrebbe essere molto più veloce, ma è un puzzle dove c’è la possibilità di sorpasso. Hamilton si sta avvicinando da dietro. Finora tutto è secondo i piani.

Verstappen è stato prima invitato a superare rapidamente Bottas; Questo è “critico” per la sua razza. Poco dopo sente: “Se si presenta l’opportunità, puoi premere il pulsante di esclusione”. Per rilasciare un po’ di potenza in più quando è necessario.

Ma questo non è affatto necessario. Bottas assiste attivamente, esce dalla linea alla curva 11 e in qualche modo riesce a superare la curva 12. Alla 13a curva, curva alta del bersaglio, Verstappen è così vicino nella scia che una manovra di sorpasso sembra inevitabile.

All’inizio e alla fine, molto prima della fine del cosiddetto ultracorto, il fantasma è finito: Verstappen sta guidando, “Blockas” non ha fatto il suo lavoro. I ricordi di Le Castellet si sono svegliati. Lì era molto simile.

READ  Dopo la Federcalcio tedesca, quale dei giocatori nazionali potrebbe dimettersi adesso?

Ora puoi ovviamente discutere di quanto sia stato difficile per Bottas difendere il vantaggio in questo momento. E se Hamilton ha avuto l’opportunità di attaccare Verstappen anche se la missione “Blockas” ha avuto successo.

Ciò che vale per Bottas-Verstappen vale anche per Verstappen-Hamilton: il sorpasso a Zandvoort è difficile. E ancora di più, se l’auto più veloce sta andando avanti.

Inoltre, le gomme di Bottas avevano 21 giri in più rispetto a quelle di Verstappen. Ma non era l’unico in campo con 29 giri di vecchi giochi di luce. Le Ferrari, entrambe Alpine, Daniel Ricciardo e Yuki Tsunoda erano ancora con le gomme rosse di partenza in quel momento.

Uno sguardo ai tempi di settore mostra quanto Botta si fosse sbagliato: nel solo terzo settore, era più lento di 0,740 secondi al giro 30 rispetto al giro 29. Quindi, con tutto il rispetto: un pilota attento non dovrebbe fare colazione così.

Sembra che le previsioni sul decorso della malattia a Baku si stiano avverando

È la seconda volta che faccio dormire male Bottas nel 2021. A Baku è riuscito a perdere quattro posizioni in un giro dopo l’inizio del secondo tempo. La mia previsione quindi, il 7 giugno: “Russell è il futuro della Mercedes e Bottas è il passato”. Come scopriremo ufficialmente presto, questo è stato un enorme successo.

Così, prima di passare all’Alfa Romeo, Bottas si unisce alla lista dei piloti che hanno già una carriera impressionante davanti a sé, ma che in qualche modo non hanno fatto molti progressi.


Bottas ha aiutato Verstappen a vincere?

Max-Hoss al Gran Premio d’Olanda: così la Mercedes si è negata la possibilità di vincere. In più: perché Masepin è nel mirino della critica. Altri video di Formula 1

Mi vengono in mente Giancarlo Fisichella e Jarno Trulli, i grandi talenti italiani della fine degli anni ’90 e dei primi anni 2000, entrambi falliti per colpa di Fernando Alonso. Rubens Barrichello, sicuramente un potenziale campione del mondo in termini di talento, ma sempre nel ruolo di n.2 della Ferrari al fianco di Michael Schumacher.

READ  Campionato tedesco di calcio: sconfitta allo Schalke 04 - L'Eintracht Francoforte potrebbe aver scommesso sulla UEFA Champions League

Infine, ovviamente, Pierre Gasly e Alexander Albon, certamente non cattivi piloti, ma loro, insieme a Max Verstappen alla Red Bull, sembravano essere passati direttamente dal campionato regionale alla massima serie.

Bottas ha avuto la sfortuna di essere nelle migliori vetture di F1 di quegli anni in cui il pilota migliore e di maggior successo statisticamente era all’apice della sua carriera: Lewis Hamilton.

Dopo cinque anni in cui il suo contratto è stato esteso solo per una stagione e non gli è stata data fiducia a lungo termine, Bottas ha portato con sé nove vittorie di Gran Premi come souvenir. Per fare un confronto: Hamilton ha vinto non meno di 46 gare nello stesso periodo. Non era così chiaro tra Hamilton e Nico Rosberg.

Bottas e Berger: Ci sono somiglianze!

Bottas mi ricorda un po’ il mio connazionale Gerhard Berger, che nei suoi bei tempi aveva anche il talento imbattibile di tutti (compresi i signori Senna e soci). Mostrami chi può sconfiggere Bottas al meglio nel suo percorso personale a Sochi!

Ogni anno nel 1990, 1991 e 1992 Berger si convinse di poter lavorare questa volta con il titolo mondiale. Ma la linea di fondo è che non c’era terreno contro la classe di Ayrton Senna.

Berger, che si è ritirato alla fine del 1997 con 10 vittorie di Gran Premi, ha descritto così il confronto con Senna: Lui stesso ha guidato il 105% in alcune curve, ma solo il 90 in altre. Cena, d’altra parte, ha fatto tutta la sua guida e tutto in modo così elaborato che è riuscito costantemente a chiamare il 99 percento. Ripetutamente. Questo alla fine ha fatto la differenza.

George Russell avrà un aspetto migliore alla Mercedes di quanto non abbia gestito Bottas negli ultimi cinque anni. Perché Hamilton ha cinque anni in più, e forse l’apice della sua abilità suprema non è più davanti a lui, ma proprio dietro di lui. D’ora in poi non sarà più difficile battere il sette volte campione del mondo, sarà ancora più facile.

E per Bottas potrebbe anche avere qualcosa di liberatorio scivolare in un chiaro ruolo di leadership in Alfa Romeo come pilota affermato per la prima volta nella sua carriera in F1 e sicuramente prenderà il suo posto, indipendentemente da chi alla fine diventerà suo compagno di squadra. E farà un buon lavoro.

READ  FC Bayern: Kingsley Coman - Transfer Poker Numeri folli

Uno dei sette migliori piloti della Formula 1

Nonostante tutte le critiche, considero ancora il 32enne uno dei primi sette piloti in Formula 1. Fredrik Wasser sarà stupito dalla differenza nella classe Bottas rispetto a Kimi Raikkonen o Antonio Giovinazzi. E il fatto che abbia assorbito la conoscenza e l’esperienza come una spugna nella migliore squadra della Formula 1 per cinque anni lo rende ancora più prezioso.


2022: Ecco le ultime notizie sul mercato!

Dopo le dimissioni di Kimi Raikkonen, restano solo tre cabine di pilotaggio. Abbiamo riassunto ciò che sappiamo in questo video. Altri video di Formula 1

Fisichella ha vissuto una seconda primavera in Force India quando una volta ha scaricato Alonso. Trolley anche in Toyota. Barrichello è quasi diventato campione del mondo alla Brown nel 2009. Quando Berger è tornato alla Ferrari dopo tre anni con la McLaren con Senna, ha guidato con successo la Scuderia nell’era che sarebbe poi culminata in Michael Schumacher.

La carriera di Bottas non è ancora finita. Lo dice in modo assolutamente corretto: ci sono ancora alcuni anni buoni in lui. Ma si tratta di vincere e il sogno di vincere un titolo mondiale è finito per ora.

A proposito: la sua gara, la confusione sul giro più veloce al traguardo e altri temi caldi come l’escalation della faida tra Nikita Maspin e Mick Schumacher e la proposta di Ralf Schumacher di sostituire Sergio Perez alla Red Bull con Albon Found su YouTube – canale di Formel1 .de (Iscriviti ora gratuitamente!) analizzati in dettaglio domenica sera. Guarda il video ora (54:50 minuti)!

Siete

Christian Niemervol

Notevole: È nella natura delle cose che questa colonna rifletta la mia percezione di sé. Se non sei d’accordo, puoi discuterne con me Sulla mia pagina Facebook “Formula 1 dentro con Christian Nimmervoll”. Non ci sono “ultime notizie” principalmente dal circo del Grand Prix, ma ci sono classifiche degli sviluppi più importanti dietro le quinte.