Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Centrale nucleare di Zaporizhia: secondo come, la Russia prevede di disconnettersi dalla rete ucraina

all’estero L’Ucraina avverte

Questo è ciò che la Russia intende fare con la centrale nucleare di Zaporizhia

Le forze russe hanno schierato armi pesanti lì.

Dopo i ripetuti bombardamenti della centrale nucleare di Zaporizhia, le forze di occupazione russe hanno posizionato sistemi di difesa aerea intorno alla centrale. La centrale nucleare funziona normalmente, ma gli attacchi possono causare gravi danni, afferma il giornalista del WELT Stephen Schwarzkopf.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49, paragrafo 1, lettera a), del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Dopo giorni di incertezza, è diventato chiaro cosa intende fare la Russia con la centrale nucleare di Zaporizhia, in Ucraina. Secondo l’autorità nucleare ucraina, la centrale nucleare sarà collegata alla rete elettrica russa e fornirà energia nucleare alla Crimea. Tuttavia, il processo presenta grandi rischi.

DottCapo dell’agenzia nucleare ucraina Energoatom Lui ha spiegatoIl motivo delle azioni della Russia presso la centrale nucleare di Zaporizhia è un piano per disconnetterla dalla rete elettrica ucraina e fornire invece energia nucleare dai reattori alla Crimea occupata dalla Russia.

“A tal fine, la Russia danneggia deliberatamente le linee della centrale nucleare collegate alla rete elettrica dell’Ucraina”, ha spiegato in serata Petro Kotin alla televisione ucraina.

La Russia nei giorni scorsi ha già effettuato attacchi a tre delle quattro linee ad alta tensione esistenti. La centrale nucleare è attualmente collegata alla rete elettrica solo tramite una linea di produzione, che Cotten ha descritto come “estremamente pericolosa”.

Leggi anche

Se viene tagliata anche questa linea, la centrale nucleare potrà essere alimentata solo da generatori diesel. Poi tutto dipende da quanto è affidabile e da quanto è alta la fornitura di carburante”, continua Cotten.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49, paragrafo 1, lettera a), del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Completamente separato dall’Ucraina alla fine

Dietro questo c’è un piano sviluppato dalla compagnia elettrica russa Rosatom, che viene implementato dall’esercito russo sul sito. Alla fine, la centrale nucleare sarà completamente separata dall’Ucraina ed eventualmente collegata alla rete elettrica russa.

Centrale nucleare di Zaporizhia

Centrale nucleare di Zaporizhia

Fonte: Mondo Infografico

Durante questo processo, le terre ucraine intorno a Kherson e Zaporizhia, che furono occupate per breve tempo dalla Russia, riceveranno elettricità dalla centrale di Dschankoi in Crimea e dalla centrale idroelettrica di Kakovka sul fiume Dnepr, da cui il flusso di elettricità deve infine raggiungere energia nucleare. Una centrale elettrica, che a sua volta fornirà energia nucleare dalla rete gestita dalla Russia.

Leggi anche

Un soldato russo si trova davanti a una centrale nucleare a Zaporizhia

Bombardamento a Zaporizhia

Ma a volte una centrale nucleare deve essere completamente tagliata fuori dall’alimentazione, che Cotten ha descritto come il momento più pericoloso, perché il guasto dei generatori diesel e quindi il raffreddamento possono portare al guasto primario. “Siamo solo a un passo dalla prima fase del disastro di Fukushima”, ha sottolineato.

Il vento soffia sulla Russia

La centrale nucleare è stata incendiata due volte negli ultimi giorni. Parti dell’impianto sono state danneggiate e uno dei reattori ha dovuto essere spento. Russia e Ucraina si incolpano a vicenda per gli attacchi. Anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito lunedì di una catastrofe nucleare.

Concretamente, la popolazione locale in particolare sarebbe minacciata da un possibile rilascio. Ci sarà un’area di 50-100 chilometri in cui non sarà più possibile sostare. In un’intervista con WELT durante il fine settimana, Wolfgang Raskob, esperto di ricerca sulla sicurezza nucleare presso il Karlsruhe Institute of Technology (KIT), ha spiegato che a diverse centinaia di chilometri di distanza, l’ambiente è ancora fortemente inquinato.

“Secondo i nostri calcoli, meno del 10 percento delle volte il vento soffia verso ovest, cioè verso la Germania”, afferma Raskob. In molti giorni, i venti puntano “tutto a est verso la Russia”. E in caso di disastro, anche le regioni russe saranno minacciate.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49, paragrafo 1, lettera a), del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE il Podcast di AppleE il musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  Notizie Ucraina +++ La Spagna vuole consegnare carri armati Leopard in Ucraina +++