Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Campagna vaccinale contro l’epidemia di poliomielite | il generale ebreo

Dopo la diffusione del vaccino contro la poliomielite a Gerusalemme, Israele sta cercando di fermare la diffusione della malattia con una campagna di vaccinazione. Il ministero della Salute ha annunciato, lunedì sera, che finora sono state vaccinate circa 20mila persone. La campagna è stata lanciata dopo la scoperta di un vaccino contro la poliomielite in un bambino di quattro anni a Gerusalemme all’inizio di marzo.

segno di malattia Il bambino non è stato vaccinato e ha il vaccino vivo contro la poliomielite di qualcun altro. Attualmente sono noti sei casi di questo tipo, almeno uno dei quali mostra sintomi. Tutti i colpiti non sono stati vaccinati.

Il Ministero della Salute sta anche controllando le acque reflue in tutto il paese per i poliovirus. Ha aggiunto che scoperte simili sono già state fatte in diverse città.

Israele sta vaccinando contro il virus della polio con un vaccino vivo dal 2013, oltre al vaccino inattivato dal 2014. Le autorità avevano scoperto poliovirus selvatici nelle acque reflue nel sud del paese nel 2013. Il vaccino vivo è più efficace del vaccino inattivato , ma comporta il rischio di contrarre il virus della poliomielite prodotto dal vaccino nelle persone non vaccinate.

documentazione Israele iniziò la vaccinazione contro il virus della poliomielite nel 1957. Secondo il Ministero della Salute, l’ultimo caso documentato di poliomielite selvaggia risale al 1988.

La poliomielite è una malattia infettiva che può causare paralisi e morte. Può verificarsi una paralisi permanente, soprattutto nei bambini piccoli. Il virus altamente contagioso si diffonde spesso attraverso l’acqua contaminata. Finora non esiste una cura per la poliomielite.

READ  Ecco come i batteri intestinali comunicano con altri organi: la pratica della guarigione

All’inizio di marzo è stato rilevato un caso di poliomielite selvaggia in Malawi, il primo in Africa da anni. A quel punto, tutti i paesi tranne l’Afghanistan e il Pakistan avevano ufficialmente eradicato la poliomielite selvaggia. dpa