Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bielorussia: stringere le viti su Lukashenko – politica all’estero

Il dittatore bielorusso Alexander Lukashenko, 67 anni, ha contrabbandato rifugiati dal Medio Oriente alle frontiere esterne della Polonia per settimane per fare pressione sull’Unione europea.

La situazione al confine è peggiorata lunedì: migliaia di rifugiati hanno cercato di sfondare la recinzione di confine e hanno potuto essere respinti solo con difficoltà. La gente ora è bloccata, perché la Bielorussia non permetterà più loro di lasciare la zona di confine.

I politici occidentali ora chiedono conseguenze per Lukashenko e l’UE sta già pianificando di estendere le sanzioni!

Ministro federale dell’interno Horst Seehofer (72, CSU) ha chiesto la partecipazione di BILD da Bruxelles: “Dobbiamo aiutare il governo polacco a proteggere le frontiere esterne”, ha affermato il politico della CSU.

Seehofer ha detto del dittatore bielorusso: “Lukashenko crea e usa le immagini in modo significativo. (…) Tutti i paesi dell’UE devono stare insieme qui perché Lukashenko, con il sostegno del presidente russo Vladimir Putin, usa il destino delle persone per destabilizzare l’Occidente.

► Segretario generale del Partito socialdemocratico e presto leader del partito Lars Klingbeil (43) Martedì BILD LIVE ha chiesto la sospensione della compagnia aerea Lukashenko, che è attualmente utilizzata per portare migliaia di migranti al confine.

Klingbeil: “Affogare il signor Lukashenko che non ci lasceremo ricattare è il segnale giusto. Far notare alle compagnie aeree che non parteciperemo più e che devono temere le terribili conseguenze – anche nel resto d’Europa – se continueranno a mandare persone lì, è la scelta giusta”.

Il punto centrale è: “La pressione su Lukashenko deve essere aumentata in modo significativo” nei prossimi giorni. Lukashenko ha affermato che i migranti sono stati “chiaramente usati come ricatto”.

READ  Viktor Orban ha aperto la campagna elettorale e ha criticato l'Unione europea

► Anche il capo della FDP Christian Lindner (42) Chiede sanzioni più severe contro Minsk. Lindner ha detto a BILD che “deve essere aumentata la pressione sulla Bielorussia e sulle compagnie aeree per porre fine ai trafficanti di persone e al ricatto politico”.

Il capo dell’FDP ha anche chiesto un maggiore sostegno per la Polonia particolarmente colpita. È necessaria assistenza alla Polonia per quanto riguarda la protezione umanitaria della popolazione e il controllo delle frontiere. Varsavia deve accettare queste offerte”.

Leader del Partito Popolare Europeo al Parlamento Europeo, CSU .politico Manfred Weber (49), si è espresso a favore di “un aumento delle sanzioni contro Lukashenko e coloro che lo circondano”. Il messaggio europeo dovrebbe essere: basta! Weber ha detto a BILD.

Weber ha anche criticato la Turchia, uno dei paesi da cui i migranti viaggiano in Bielorussia. “Se il presidente turco Erdogan cerca ora di ricattare l’Unione europea con numerosi voli di migranti dalla Turchia alla Bielorussia, è necessaria una risposta inequivocabile”, ha affermato Weber.

► La presidente della Commissione dell’Unione Europea, Ursula von der Leyen (63 anni, CDU) ha invitato la Bielorussia a fermare il “cinico sfruttamento dei migranti”. Von der Leyen: “Chiedo agli Stati membri di accettare l’estensione del regime di sanzioni contro le autorità bielorusse responsabili di questo attacco ibrido”.

“L’Unione europea studierà in particolare come punire le compagnie aeree di paesi terzi attive nel traffico di esseri umani, anche inserendole nella lista nera”, ha affermato von der Leyen in una nota.

► Economista presso la Charles Darwin University Friedrich Merz E (65) i capi della futura coalizione dei semafori hanno chiesto posizioni chiare sulla questione. “Il pubblico tedesco ha il diritto di conoscere l’opinione del futuro governo su questo tema”, ha affermato Merz dell’agenzia di stampa tedesca. “Il signor Schulz e la signora Barbock, con la loro profonda conoscenza del diritto internazionale, dovrebbero indicare chiaramente come prevedono l’assistenza alla Polonia”, ha scritto Merz su Twitter strizzando l’occhio.

READ  Reporter anti-alluvione: fare report in Cina diventa più difficile

La leader verde Annalina Barbock ha ricevuto critiche in estate per essersi definita un “avvocato internazionale” – anche se non ha studiato legge, ma si è solo laureata in “diritto internazionale pubblico”.

Lukashenko e Putin si stanno consultando

A causa dell’escalation della situazione al confine con la Bielorussia, la Lituania ha imposto lo stato di emergenza nella zona di confine. Martedì, il parlamento del paese ha approvato una decisione del governo in tal senso.

Lo stato di emergenza è in vigore dalla mezzanotte lungo il confine con la Bielorussia e cinque chilometri nell’entroterra. Lì entrano in vigore le restrizioni di accesso e i divieti di assembramento. Martedì mattina la Polonia aveva già completamente chiuso il valico di frontiera con la Bielorussia.

Il presidente russo Vladimir Putin, 69 anni, e il dittatore bielorusso Lukashenko hanno parlato martedì della situazione al confine.

L’ufficio stampa di Lukashenko ha annunciato che i due hanno parlato al telefono della “dura campagna da parte polacca” contro i pacifici. Sul fatto che Lukashenko sia responsabile del dramma dei rifugiati: non una parola!

L’Unione europea non ha riconosciuto Lukashenko come capo di stato della Bielorussia dalle elezioni presidenziali fraudolente dello scorso anno e ha anche imposto misure punitive in questo contesto. Lukashenko è sostenuto principalmente dalla Russia.