Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Bielorussia: raid e arresti a livello nazionale

Stato: 15/07/2021 02:34

Le autorità in Bielorussia hanno intensificato la repressione dei media e degli attivisti. Ci sono state decine di raid in tutto il paese. L’opposizione parla di una “ondata di repressione” repressa dal regime.

In Bielorussia, secondo gli attivisti, i funzionari hanno fatto irruzione negli uffici e nelle case di difensori dei diritti umani e giornalisti in tutto il paese e hanno arrestato diversi dipendenti. Come annunciato dall’organizzazione per i diritti umani Viasna, gli uffici nella capitale, Minsk e le abitazioni di almeno dieci dei suoi membri a Minsk e altrove, sono stati danneggiati. Gli osservatori hanno contato più di 40 incursioni.

L’opposizione ha descritto l’operazione come “un’epurazione totale”. C’è stata un’ondata di perquisizioni, arresti e sequestri di tecnologia nel paese. Ha aggiunto che 16 organizzazioni sono state colpite dall'”ondata di repressione”. Attivisti, giornalisti e attivisti per i diritti civili sono stati arrestati.

Andrei Bastonis, presidente dell’Associazione bielorussa dei giornalisti, ha parlato di “la catena di montaggio più aggressiva della repressione nella storia moderna del Paese ha cominciato a funzionare”. Bastonis descrive uno dei raid in cui i funzionari hanno preso a calci la porta d’ingresso della struttura a Minsk e non hanno mostrato un mandato di perquisizione.

Non è chiaro dove si trovino gli attivisti

Tra gli arrestati c’era il capo di Vyazna, Ales Belyatsky, ha detto l’organizzazione. Per tutto il giorno non ci sono stati contatti con lui. Secondo Viasna, l’appartamento dell’attivista Viktor Sasonov è stato perquisito nella città occidentale di Grodno. È stato “portato via” dai funzionari e non era chiaro dove si trovasse. Nella città di Orsha, vicino al confine russo, è stato arrestato l’attivista e caporedattore del sito web Orsha.eu Igor Kasmirshak. Il capo del Comitato Helsinki bielorusso, Oleg Gulak, ha scritto su Facebook su Internet che la porta dell’ufficio dell’organizzazione è stata “sfondata”.

READ  Conferenza con rappresentanti all'estero: Xi chiede alleanza contro gli Stati Uniti

Anche l’Associazione dei giornalisti bielorussi e un’organizzazione di rifugiati nel paese hanno riferito di raid. Andre Boulodi, capo di un’organizzazione che combatte la pena di morte, sembra essere stato arrestato a casa sua. Anche i dipendenti del quotidiano vietato “Nasha Niwa” sono stati colpiti dalle autorità. Ci sono 39 giornalisti attualmente detenuti, in attesa di udienza o condannati al carcere.

“Una campagna incessante contro la società civile”

La leader dell’opposizione bielorussa Svetlana Tichanovskaya, che è in esilio, ha affermato che le organizzazioni in questione svolgono da molti anni il lavoro delle agenzie governative, occupandosi dei problemi delle persone. C’è ora una “campagna di vendetta” contro tutti coloro che hanno curato lo sviluppo del Paese negli ultimi anni.

Un portavoce del ministero degli Esteri a Berlino ha condannato con la massima fermezza “perquisizioni, confische e arresti”. L’ambasciatore degli Stati Uniti in Ucraina Julie Fisher ha criticato la recente repressione di attivisti e giornalisti su Twitter, definendola una “campagna implacabile per criminalizzare le voci indipendenti, i difensori dei diritti umani e la società civile”.

Amnesty International ha invitato la comunità internazionale ad agire. L’organizzazione per i diritti umani ha avvertito che la società civile sarebbe stata “spazzata via nel cuore dell’Europa”.

Lukashenko vede le organizzazioni come un pericolo

All’inizio del mese, il Comitato per la sicurezza dello Stato bielorusso (KGB) ha annunciato un’operazione su larga scala il cui scopo era “ripulire il Paese dalle persone con convinzioni estremiste”. Martedì, il presidente autoritario al potere Alexander Lukashenko ha annunciato che terrà conto di 1.500 organizzazioni e giornalisti “finanziati dall’estero”. Hanno causato disordini e “hanno promosso il terrorismo invece della democrazia” in Bielorussia.

READ  Filippine: incidente aereo militare C-130 85 - Notizie d'oltremare