Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Azioni Johnson & Johnson: perché non ora!

Un gruppo di esperti statunitensi ora consiglia agli anziani di non assumere integratori di aspirina a basso dosaggio giornalieri per prevenire attacchi di cuore.

Cosa è successo

La task force sui servizi preventivi degli Stati Uniti ha dichiarato martedì in una bozza di raccomandazione che l’assunzione di aspirina per la prevenzione primaria del primo infarto o ictus negli adulti di età pari o superiore a 60 anni non ha alcun beneficio netto.

Il gruppo ha scoperto che l’assunzione di aspirina negli anziani aumenta il rischio di emorragie interne potenzialmente pericolose per la vita e supera i benefici.

La task force ha aggiunto che potrebbe esserci un “basso beneficio netto” per gli adulti di età compresa tra 40 e 59 anni che assumono aspirina per la prevenzione primaria delle malattie cardiache.

La linea guida aggiornata afferma inoltre che non ci sono prove sufficienti per affermare che l’aspirina a basso dosaggio riduce l’incidenza o la morte del cancro del colon.

Perché è importante?

L’aspirina è un medicinale usato per alleviare il dolore, la febbre o l’infiammazione. Aiuta anche a prevenire la formazione di coaguli di sangue perché è un anticoagulante, ma comporta il rischio di emorragie interne.

Ottieni un rapporto PDF gratuito su Johnson, Johnson: Scarica qui gratuitamente

A settembre è stato riferito che il farmaco anticoagulante Xarelto (rivaroxaban) di Johnson & Johnson (NYSE: JNJ) in combinazione con una sospensione orale nei pazienti pediatrici è stato associato a un minor numero di coaguli di sangue rispetto all’aspirina, sulla base di nuovi dati dello studio di fase III UNIVERSE.

READ  Premi Nobel 2021: per la scoperta dei recettori del calore e del tatto

L’ultima raccomandazione della task force sostituisce la precedente raccomandazione del 2016 secondo cui l’aspirina a basso dosaggio può aiutare a prevenire un primo infarto o ictus e proteggere dal cancro del colon.

La nuova raccomandazione non si applica ai pazienti che hanno già avuto un infarto o un ictus e continuano a prendere aspirina a basso dosaggio ogni giorno per prevenire un altro evento cardiovascolare.

Gli investitori di Johnson e Johnson dovrebbero vendere immediatamente? O vale la pena iniziare?

Come si svilupperanno ora Johnson e Johnson? I tuoi soldi sono al sicuro in questo titolo? Le risposte a queste domande e al motivo per cui è necessario agire ora possono essere trovate nell’ultima analisi delle azioni di Johnson, Johnson.