Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

Afghanistan: i talebani chiudono le scuole femminili – Politica

Sembra che i talebani vogliano escludere le ragazze dall’istruzione superiore. Il nuovo regime di soli “studenti coranici” islamici radicali ha invitato insegnanti e studenti afgani alle lezioni nelle scuole secondarie della Scuola Nazionale a partire da sabato. Ciò colpisce i giovani di circa dodici anni. Secondo la BBC, non si parlava di studentesse. Un portavoce dei talebani afferma che la questione verrà risolta in seguito.

In tal modo, i talebani sembrano infrangere una delle loro promesse più importanti: il rispetto dei diritti delle donne nel quadro delle regole dell’Islam. Dopo aver assunto il potere il 15 agosto, hanno assicurato che le donne avrebbero aperto le loro porte nelle scuole superiori e nelle università. Il presupposto è che l’insegnamento e l’insegnamento avvengano in completa segregazione dei sessi. Il fatto che gli islamisti abbiano ora chiuso anche l’ex Ministero delle Donne e l’abbiano trasformato in un Ministero delle Virtù e della Predicazione è un’indicazione che i Talebani stanno tornando alle loro precedenti politiche anti-donne.

Il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid ha detto a un’agenzia di stampa locale che stanno lavorando per riaprire le scuole secondarie per le giovani donne. Ma non ha fornito dettagli o una data. La leadership talebana potrebbe non essere d’accordo su questo tema. È anche divisa su altri punti in un’ala più pragmatica e una fazione radicale tradizionale. Come per molte altre questioni politiche, i talebani possono semplicemente rimandare il problema e cercare di creare fatti. Ideologicamente rifiutano quasi ogni partecipazione delle donne alla vita pubblica.

Ufficio di etica al posto del Ministero delle Donne

Non c’è una sola donna nel nuovo governo talebano. I talebani hanno chiuso venerdì il ministero degli Affari femminili. Ora invece c’è di nuovo un ufficio che assicura il rispetto delle “consuetudini islamiche” ed è dedicato alla lotta contro i presunti vizi. Un gran numero di donne sono state rimandate a casa subito dopo essere salite al potere quando sono apparse come al solito nei loro luoghi di lavoro. I talebani, che hanno governato l’Afghanistan dal 1996 al 2001, sembrano sfidare tutte le richieste della comunità internazionale.

READ  Corona: le persone vaccinate hanno maggiori probabilità di essere infettate dalla variante B.1.351 dal Sud Africa rispetto alle persone non vaccinate.

Gli islamisti hanno recentemente annunciato che le donne possono continuare a frequentare le università purché sia ​​garantita la segregazione di genere in classe. Inoltre, deve essere assicurato che i materiali didattici siano conformi ai “valori islamici”. I docenti devono inoltre essere selezionati separatamente per genere. Se questo non funziona, i docenti dovrebbero insegnare dietro uno schermo o tramite audio. Inoltre, ci sarà un rigoroso codice di abbigliamento nelle università. I talebani di solito richiedono un velo su tutto il corpo con un burqa o un velo simile, che spesso lascia il viso e le mani delle donne libere. Secondo la comprensione dell’Islam da parte dei talebani, è probabile che gran parte dell’insegnamento accademico moderno svanisca.

L’educazione delle donne è stata a lungo controversa nella società conservatrice musulmana afghana. Dopo la caduta del regime talebano, il governo, che governa dal 2002 e sostenuto dall’Occidente, ha cambiato radicalmente rotta. Il suo più grande successo è stato nei settori dei diritti delle donne e dell’istruzione delle donne. Il numero di ragazze afgane iscritte alla scuola elementare è passato quasi da nessuna parte a circa 2,5 milioni, il tasso di analfabetismo tra le donne è diminuito drasticamente e c’erano donne ministro e giornaliste in televisione.