Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

A causa della vaccinazione contro il corona: centinaia si accampano davanti all’ambulatorio di Babenhausen | hessenschau.de

“Non tornare a Babenhausen”, ha detto sabato mattina il sindaco Stadler. L’ufficio del medico ha chiesto il giorno della vaccinazione e ha scatenato una corsa. Forse anche a causa del vaccino somministrato, che in questo momento è particolarmente apprezzato da molti.

Centinaia di persone in coda di notte: ciò che si sapeva sulla vendita di biglietti per festival e concerti internazionali prima dello scoppio della pandemia di Corona, un medico ha lanciato sabato a Babenhausen (Darmstadt-Dieburg).

La clinica ha annunciato che fornirà a 1.000 persone il principio attivo di Johnson & Johnson nei tempi previsti prima delle vacanze estive durante la speciale campagna di vaccinazione, senza appuntamento. A differenza delle lozioni di Biontech, Moderna o Astrazeneca, il vaccino di Johnson & Johnson deve essere iniettato solo una volta. Dopo due settimane, i pazienti sono considerati completamente vaccinati. Per loro, molte delle restrizioni di Corona non si applicheranno più.

E così alle 5:30 del mattino – due ore e mezza prima dell’inizio delle prove – centinaia di persone stavano aspettando in una fila che circondava l’intero edificio. Alcuni erano già arrivati ​​la notte prima e si erano accampati in convogli, ha annunciato il sindaco Dominic Stadler (indipendentemente).

Il sindaco supplica di non venire più

Alle 8 del mattino, da 1.500 a 2.000 persone potrebbero essersi già radunate davanti alla clinica. La capacità sta diventando sovraffollata, ha affermato Stadler, e i parcheggi sono sovraffollati. Ci sono stati notevoli ritardi nel traffico.

Quindi il sindaco ha invitato le persone a smettere di venire allo studio medico. Temeva che si sarebbe creata una situazione difficile e “incontrollabile” se il vaccino non fosse stato sufficiente per tutti coloro che aspettavano. Tuttavia, secondo le informazioni della polizia, non è stato così.

READ  Il Comitato Olimpico Internazionale annuncia un nuovo modello di ospitalità globale per Parigi dal 2024 e viene nominato "On Location" come fornitore di servizi di ospitalità globale in LA28

Richiesta di vaccinazione prima delle ferie

La situazione nel sito era sempre sotto controllo e Stadler ha anche elogiato la disciplina di coloro che sono disposti a vaccinare. “Le persone che sono venute erano ben preparate”, ha detto. Molti avrebbero portato i loro posti, ubriachi e aspettato pazientemente per le strade.

Una donna di Rossdorf, a 20 chilometri di distanza, ha detto che voleva andare in vacanza e non aspettare settimane per un appuntamento per una vaccinazione. Per questo, lei e suo marito si sono svegliati alle 5:30 del mattino. Era da fine aprile che aspettava un appuntamento al centro vaccinazioni, ma “lì non è successo nulla”.

Inoltre, il vaccino Johnson & Johnson ha il vantaggio che deve essere iniettato solo una volta, ha detto un’altra donna che è stata in fila per cinque ore. In due settimane lo finirai, mentre altri dovranno aspettare la seconda vaccinazione.

Impollinatore: non dovrebbe essere troppo affollato

Nel frattempo, il personale dello studio stava lavorando all’accordo. Due ore dopo, le prime 300 persone sono state vaccinate. La coda non è stata più breve per il fatto che alle 11:00 arrivavano ancora nuove persone. Le vaccinazioni sono proseguite fino al tardo pomeriggio.

Abrar Mirza, il medico che ha eseguito le vaccinazioni, ha detto che non si aspettava una folla così numerosa. Chi si è perso può registrarsi per un appuntamento presso la propria clinica via e-mail o provare il medico dell’azienda. “La cosa principale è che tutti siano vaccinati. Non importa come e dove”.

La giornata era finita solo quando Mirza stava già pianificando la procedura successiva: “Speriamo di poterci vaccinare di più e poi fare un lavoro più grande. Ma non più in centro”, ha detto.

READ  Dimostrare l'eredità immateriale dell'immigrazione - Südtirol News
Informazioni aggiuntive

La fine di ulteriori informazioni