Toscana Calcio

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più su Toscana Calcio

A causa degli alberi: interrotta la costruzione della pista di prova Porsche in Italia

A causa degli alberi: interrotta la costruzione della pista di prova Porsche in Italia

Per ora, alla casa automobilistica Porsche non è consentito abbattere alcuna foresta nella regione meridionale italiana della Puglia. L'azienda di Stoccarda voleva espandere lì la sua pista di prova.

La casa automobilistica Porsche con sede a Stoccarda ha temporaneamente interrotto l'espansione della sua pista di prova a Nardo, nel sud Italia. Sul posto anche gli ambientalisti di Stoccarda hanno manifestato in massa contro il progetto. Per ampliare il Centro tecnologico di Nardo è stato necessario abbattere aree di una foresta storica, grande quanto circa 300 campi da calcio.






Gli ambientalisti locali combattono l’espansione da mesi. Hanno raccolto oltre 40.000 firme per una petizione. Proteste si sono svolte anche davanti alla sede della Porsche a Stoccarda-Zuffenhausen.

In Italia il presidente della Regione ha sospeso l'accordo

Il presidente della Puglia, la regione del sud Italia dove ora si trova la pista di prova, ha sospeso per ora gli accordi sull'espansione. Lo si legge in un comunicato mercoledì sera. Si legge: “La Regione ha dimostrato ancora una volta di essere disposta a conciliare l'interesse pubblico con la tutela dell'ambiente alla base dell'attuazione del progetto”.

Ecco perché il Ministero dell'Ambiente ha deciso di rivedere alcuni aspetti del processo. Il presidente della Regione Emiliano ha anche detto che il suo fronteggiare l'attuale, temporaneo malore per il progetto è dovuto, tra l'altro, all'intervento della Commissione Europea. Ha espresso preoccupazione per la deforestazione.

Porsche sembra disposta a parlare

Un portavoce della Porsche ha dichiarato in una nota che l'azienda era a conoscenza dei media della decisione della regione e che ora la valuterà. Fondamentalmente, Porsche dice che sono pronti a parlare. Ma l'obiettivo è lì. “Vogliamo garantire la futura vitalità del centro tecnologico di Nardò e rafforzare il suo ruolo come importante datore di lavoro e fattore economico nella regione”, ha affermato un portavoce di Porsche. Nella Puglia strutturalmente debole, l'azienda automobilistica tedesca vuole investire circa 450 milioni di euro nell'ambito dell'ampliamento della pista di prova.

READ  La gita scolastica ha portato in Italia

Gli alberi dovrebbero essere trapiantati tre volte

Per ampliare la propria pista di prova, Porsche voleva abbattere 200 ettari di bosco protetto di lecci sul terreno del Nardo Technology Center. Porsche ha recentemente sostenuto che molti nuovi alberi vengano piantati in sostituzione e vi è un'ampia partecipazione pubblica nel sito. Verranno piantati più alberi che mai, per un totale di 600 ettari. I primi alberi sono già stati piantati. Gli ambientalisti, tra cui la Società statale per la conservazione della natura del Baden-Württemberg, ribattono che le nuove piantagioni sono troppo difficili in una zona estremamente arida. A Porsche fu chiesto di accantonare il progetto e cercare alternative.






Scarica video (75,6 MB | MP4)

Oltre al circuito di 12,6 chilometri, la storica Pista di Nardo comprende altri tracciati di prova all'interno dell'area del Centro Tecnico Porsche Nardo e nel bosco storico. Dal 2012 Porsche conduce test ad alte prestazioni con i suoi nuovi veicoli.